QUI MILAN

Milan, Pioli: "Non era rigore, non si capisce nulla sui falli di mano"

Il tecnico rossonero: "Orgoglioso della prestazione dei miei, meritavamo di vincere la partita"

  • A
  • A
  • A

Il Milan ha disputato una buona partita contro la Juventus in Coppa Italia, venendo raggiunto solo da un rigore di Ronaldo al 91' nell'andata della semifinale: "Ho chiesto ai miei giocatori di uscire dal campo senza rimpianti e l'hanno fatto - ha commentato Pioli -. Sono orgoglioso della prestazione fatta, anche se meritavamo un risultato diverso. Ora cercheremo di fare meglio al ritorno".

Il rigore per fallo di mano di Calabria, pur di spalle, è stato discusso: "Mi sono arrabbiato perché a inizio azione c'era un fallo su Ibrahimovic e poi mi ricordo che alla riunione con gli arbitri fecero vedere il rigore col Cagliari e dissero che era un errore, perché il giocatore non vedeva il pallone e saltando era scomposto. Rizzoli dopo Cagliari-Brescia disse che non era rigore e che fu un errore. La stessa cosa è successo a Calabria. Sono confuso perché non capisco più quando è fallo di mano, per me in questo caso non lo era".

La crescita del Milan in campo è evidente, protagonista ancora una volta in zona gol Rebic: "Ci ha messo del suo per fare il salto di qualità, è tornato dopo la sosta con più entusiasmo. Anche le posizioni in campo cambiate lo hanno aiutato, poi è in grande forma e mi auguro che possa continuare così perché sta diventando un giocatore fondamentale per noi".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments