COPPA ITALIA

Coppa Italia: l’Udinese stende 4-0 il Bologna e accede agli ottavi

Barak, De Maio, Mandragora e Lasagna consentono ai friulani di avere la meglio contro gli emiliani e di affrontare nel prossimo turno la Juventus

  • A
  • A
  • A

All’Udinese basta un tempo per sbarazzarsi del Bologna: Barak (24’) e l’ex della sfida De Maio (42’) regalano con ampio anticipo a Gotti gli ottavi di finale di Coppa Italia contro la Juventus del prossimo gennaio, prima delle reti messe a segno nel finale da Mandragora (77’) e da Lasagna (92’). Gli emiliani soffrono molto la velocità dei calciatori della formazione friulana e sono costretti a dare forfait, uscendo così anzitempo dalla competizione.

Non c’è sostanzialmente partita alla Dacia Arena, con l’Udinese che domina praticamente per tutti i 90 minuti di gioco. Il primo affondo è a favore proprio dei padroni di casa: sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto dal Bologna, contropiede micidiale dei bianconeri, con il tocco di Mandragora per Lasagna che entra in area di rigore e calcia col mancino, trovando però in extremis l’opposizione di Krejci. Il vantaggio friulano arriva comunque al 24’: liscio incredibile di Paz sul passaggio di Medel, pallone prontamente recuperato da Lasagna che s’invola verso la porta avversaria, incespica sulla sfera ma riesce comunque a spalancare la strada per Barak che, da appena dentro l’area, infila con prepotenza Da Costa. Il Bologna dimostra di soffrire le ripartenze dell’Udinese e, al 42’, è costretto a subire il 2-0: calcio di punizione battuto da posizione defilata da Barak, sponda aerea di Nuytinck per l’ex De Maio che approfitta della disattenzione di Denswil per insaccare il pallone in rete da due passi. Il Bologna impegna per la prima volta Nicholas, che si distende a inizio ripresa sul mancino di Orsolini dalla distanza. Al 54’ uno scambio ravvicinato tra Svanberg e Orsolini vede calciare quest’ultimo col sinistro dai venti metri, col pallone che finisce di poco alto sopra la traversa; ma sono solamente lampi. Pussetto impegna Da Costa con un gran tiro, Lasagna colpisce il palo e Mandragora sigla il 3-0 con una botta potente e precisa. In pieno recupero arriva anche il poker definitivo firmato da Lasagna con un gran sinistro. A gennaio l’Udinese affronterà la Juventus agli ottavi di finale.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments