OTTAVI DI RITORNO

Psg-Borussia Dortmund 2-0: parigini ai quarti di Champions

Neymar e Bernat chiudono i conti nel primo tempo: Tuchel tra le migliori otto

  • A
  • A
  • A

Il Psg ribalta il 2-1 dell’andata a favore del Borussia Dortmund in Germania e accede ai quarti di finale di Champions League. La formazione di Tuchel, infatti, s’impone 2-0 al Parco dei Principi grazie alle reti nel primo tempo di Neymar (28’) e di Bernat (45’): il brasiliano colpisce di testa sugli sviluppi di un corner battuto da Di Maria, mentre il difensore spagnolo insacca un traversone di Sarabia. Termina l’avventura per Haaland e compagni.

LA PARTITA
Il Psg torna a giocarsi un quarto di finale di Champions League dopo quattro anni. Rimonta completata in un Parco dei Principi vuoto per via dell’emergenza Coronavirus grazie a un’ottima prestazione dei parigini, contrapposta a una gara deludente dei tedeschi, soprattutto per quanto riguarda Erling Haaland, l’eroe dell’andata.

Mbappé si accomoda inizialmente in panchina dopo le condizioni di salute non perfette degli ultimi giorni. Con fuori anche Icardi, diventa Cavani il punto di riferimento offensivo; alle sue spalle Pablo Sarabia con Angel Di Maria e Neymar più larghi. Proprio il brasiliano, di prima intenzione, tenta il lancio alla ricerca di Cavani ma la sfera termina direttamente tra le braccia di Burki; sull’altro fronte ci prova anche Sancho, ma il suo destro al volo dal limite dell’area di rigore termina però ampiamente a lato rispetto la porta di Navas. Dopo un’ottima chiusura in scivolata di Kimpembe su Haaland, il Psg crea la prima vera occasione del match: Di Maria tra le linee serve Cavani che, a tu per tu con Burki, spara con il destro ma trova la respinta di Burki col piede. A questo punto i parigini spingono e trovano il gol che ribalta l’ottavo di finale a proprio favore al 28’: calcio d’angolo battuto con il mancino da Di Maria, sul secondo palo Hakimi lascia completamente indisturbato Neymar, che di testa manda alle spalle di Burki. Grande esultanza dei giocatori in campo ma anche dei tifosi fuori dallo stadio, che festeggiano con fuochi d’artificio per fare sentire a loro modo la vicinanza ai propri beniamini. Poco dopo Sancho impegna due volte Navas (di cui una su punizione) ma in entrambe le circostanze l’ex portiere del Real Madrid non fa fatica a bloccare il pallone. 

Discorso diverso al 42’, quando un brutto errore di Kimpembe consente ad Hazard di andare col destro a incrociare: pallone che sfiora il palo. Così, in pieno recupero, arriva il 2-0: Bernat recupera palla a centrocampo e serve Neymar, sfera per Di Maria che allarga per Sarabia, il cui traversone trova il taglio dello stesso Bernat, che con la punta del piede trova l’angolino. A questo punto la squadra allenata da Tuchel vola sulle ali dell’entusiasmo nella ripresa. Una bellissima punizione di Di Maria viene tolta sa sotto l’incrocio dei pali da Burki con la punta delle dita. Dopo una tre giorni senza dubbio movimentata per lui (l’attaccante francese non si è infatti allenato per febbre alta e mal di gola, con tanto di tampone fatto ieri, poi risultato negativo), Mbappé prende il posto di Sarabia. Il sinistro del subentrato Brandt termina a lato, ma nel complesso il Dortmund sembra essersi ormai arreso. Finale di match incandescente: Emre Can viene espulso dal Var dopo una spinta ai danni di Neymar, che aveva subìto fallo in precedenza proprio dal tedesco, mentre Di Maria riesce nell’“impresa” di farsi ammonire da diffidato mentre era in panchina. Un rinvio di uno straordinario Marquinhos sancisce la fine delle ostilità. Il Psg può ufficialmente festeggiare il passaggio del turno.


IL TABELLINO
PSG-BORUSSIA DORTMUND 2-0

Psg (4-4-2): Keylor Navas; Kehrer, Marquinhos, Kimpembe, Bernat; Di Maria (34’ st Kurzawa), Gueye, Paredes (45’ st Kouassi), Neymar; Sarabia (18’st Mbappé), Cavani. A disp.: Draxler, Icardi, Rico, Diallo. All. Tuchel
Borussia Dortmund (3-4-3): Burki, Piszczek, Hummels, Zagadou; Hakimi (42’ st Gotze), Emre Can, Witsel (26’ st Reyna), Guerreiro; T. Hazard (24’ st Brandt), Haaland, Sancho. A disp.: Schmelzer, Hitz, Akanji, Dahoud. All.: Favre
Arbitro: Taylor (Ing)
Marcatori: 28’ Neymar (P), 46’ Bernat (P)
Ammoniti: Haaland (B), Hummels (B), Bernat (P), Di Maria (P), Mbappé (P)
Espulsi: 44’ st Emre Can (B) 
Note: il Var espelle direttamente Emre Can (B) che inizialmente era stato solo ammonito dall’arbitro

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments