CHAMPIONS LEAGUE

Liverpool, Klopp: "Tutto perfetto, a parte quando abbiamo rischiato di perdere"

"Non ho mai pensato che non potessimo rimontare e alla fine abbiamo vinto in modo meritato. Ma il Milan in quei dieci minuti ha quasi cambiato la partita"

  • A
  • A
  • A

Il Liverpool si è dovuto sudare sino all'ultimo la vittoria contro il Milan all'esordio in questa Champions League. E anche Jurgen Klopp rende merito ai rossoneri di Pioli, seppur indirettamente dopo averlo fatto di persona a fine gara. "È stato quasi tutto perfetto, a parte quando abbiamo rischiato di perdere. Ci siamo slegati e hanno segnato due gol. Poi abbiamo avuto tempo per riprendere in mano la partita, segnando due bellissimi gol. Non ho mai pensato che non potessimo rimontare e alla fine abbiamo vinto penso in modo meritato. Ma il Milan in quei dieci minuti ha quasi cambiato tutta la partita", ha detto il tecnico tedesco dei Reds.

Vedi anche Champions League, Liverpool-Milan 3-2: Rebic e Diaz sfiorano l'impresa, ma non basta Champions League Champions League, Liverpool-Milan 3-2: Rebic e Diaz sfiorano l'impresa, ma non basta

"Non ero arrabbiato. Ce l'aspettavamo, a dirla tutta, visti i cinque-dieci minuti precedenti ai due gol. Abbiamo provato a far arrivare questo messaggio in campo, ma non ci siamo riusciti a causa della fantastica atmosfera dello stadio. A centrocampo dobbiamo essere organizzati e non lo eravamo in quel momento, per cui aspettavo l'intervallo per poter sistemare questa cosa", ha aggiunto.

Sulla sorpresa Origi titolare: ""Niente di speciale. È un ragazzo fantastico, tra dieci anni sarà considerato una leggenda del club, ma ora è troppo giovane e deve pensare a calcio. È davvero difficile partire titolare in questa squadra e devo prendere delle decisioni. A volte, nonostante il tuo impegno, non riesci a partire dal primo minuto ed è una cosa che può capitare. È stato bello potergli dare questa opportunità e che lui l'abbia usata così bene".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments