PSG-MAN CITY 1-2

Champions League, Psg-Manchester City 1-2: De Bruyne e Mahrez si prendono Parigi

Primo tempo dominato dai francesi avanti con Marquinhos, poi la squadra di Guardiola ribalta tutto nella ripresa

  • A
  • A
  • A

Il Manchester City ha vinto il primo capitolo della semifinale di Champions League battendo 2-1 in trasferta il Psg nella gara d'andata. Dopo un primo tempo dominato dalla squadra di Pochettino, avanti con Marquinhos al 15' sugli sviluppi di un angolo, la formazione di Guardiola ha ribaltato il match nella ripresa in sette minuti. De Bruyne trova il pari con un cross che sorprende Navas, poi Mahrez buca la barriera e completa la rimonta.

LA PARTITA

Prometteva spettacolo, scintille e fuochi d'artificio la seconda semifinale di questa Champions League e, almeno parzialmente, la sfida tra Psg e Manchester City non ha deluso le attese. Con così tanto talento in campo, e in panchina, fa sorridere che siano stati due calci piazzati e un errore del portiere a compilare un tabellino che sorride decisamente agli inglesi di Guardiola, bravi a riprendere in mano nel secondo tempo una contesa che prima dell'intervallo pendeva completamente, e meritatamente, dalla parte di Pochettino e del Psg, ribaltando il vantaggio di Marquinhos con le reti pesantissime di De Bruyne e Mahrez per l'1-2 finale.

Una sfida dai due volti, netti e distinti, quasi chirurgici per quanto divisi perfettamente a metà tra i padroni di casa e gli ospiti. Due gare negli stessi novanta minuti che a conti fatti hanno fatto pendere la bilancia dalla parte del City, la squadra più brava a subire meno danni durante la tempesta e a rimanere in gara nonostante tutto. Nel primo tempo infatti la ferocia agonistica e la velocità del Psg di Pochettino ha spostato la sfida nella metà campo dei Citizens, lasciando alle giocate di Di Maria e Neymar le frecce per colpire la difesa inglese. Quella giusta è stata scoccata al 15' con il colpo di testa di Marquinhos sugli sviluppi di un calcio d'angolo che ha sorpreso tutti, confermando il brasiliano come difensore-goleador dopo le due reti ai quarti contro il Bayern Monaco. Sopra di un gol e con l'entusiasmo dalla propria parte, fatto di giocate tecniche e potenziali occasioni da gol, il Psg non ha saputo chiudere il match, scoprendo il fianco nel finale di primo tempo a qualche buona trama che ha liberato due volte Foden alla conclusione.

La sceneggiatura al Parc des Princes è stata completamente stravolta nella ripresa. Il discorso di Pep Guardiola durante l'intervallo e le mosse tattiche hanno sicuramente portato i frutti desiderati dal catalano con il City che, forte anche di un'aggressione meno decisa degli avversari, ha praticamente preso da subito quel controllo delle operazioni mancato a inizio gara. Con una pressione avanzata fatta dai trequartisti, il Manchester ha costretto il Psg ad abbassarsi, senza concedere uscite col pallone semplici per lanciare in velocità Neymar e Mbappé, chiudendo l'avversario pochi metri davanti alla propria area di rigore, attirandosi tutti i pericoli che nel giro di sette minuti - tra il 64' e il 71' - si sono trasformati nel gol della rimonta.

Dopo una girata di De Bruyne in acrobazia di poco alta, il centrocampista belga ha trovato quasi casualmente l'episodio che ha svoltato anche nel tabellino il match; con un cross morbido in area, KDB ha sorpreso tutti e soprattutto Keylor Navas che, valutando male i rimbalzi e i mancati interventi di compagni e avversari, ha raccolto il pallone in fondo al sacco. Stesso destino poco dopo sul calcio di punizione dal limite calciato da Mahrez che ha bucato la barriera superando anche l'inutile "coccodrillo" di Verratti. La reazione del Psg di Pochettino non è arrivata, anzi, i francesi hanno chiuso in dieci per l'espulsione di Gueye per una entrata pericolosa su Gundogan a un quarto d'ora dal termine. Ora, per raggiungere la finale, servirà un'impresa in Inghilterra: niente di impossibile per una squadra di campioni, ma sicuramente un compito non facile contro la voglia di finale dei ragazzi di Pep che per la prima volta hanno permesso al Manchester City di vincere una gara di semifinale di Champions. 

--
IL TABELLINO
PSG - MANCHESTER CITY 1-2
Psg (4-3-3)
: Navas 4,5; Florenzi 6, Marquinhos 6,5, Kimpembe 5, Bakker 5; Gueye 4,5, Verratti 6, Paredes 6 (38' st Herrera sv); Di Maria 6,5 (35' st Danilo sv), Mbappé 5, Neymar 6. A disp.: Rico, Kehrer, Icardi, Rafinha, Kean, Sarabia, Kurzawa, Diallo, Draxler, Dagba. All.: Pochettino 5,5.
Man City (4-3-3): Ederson 6; Walker 6,5, Stones 6, Ruben Dias 6,5, Cancelo 5,5 (16' st Zinchenko 6); Gundogan 6,5, Rodri 6, De Bruyne 7; Mahrez 7, Bernardo 5,5, Foden 6. A disp.: Steffen, Trafford, Aké, Sterling, Jesus, Aguero, Laporte, Torres, Mendy, Fernandinho, Garcia. All.: Guardiola 6,5.
Arbitro: Brych (Germania)
Marcatori: 15' Marquinhos (P), 19' st De Bruyne (M), 26' st Mahrez (M)
Ammoniti: Paredes, Neymar (P); Cancelo, De Bruyne (M)
Espulsi: 32' st Gueye (P) per gioco violento
--

LE STATISTICHE DI OPTA

•    Per la prima volta nella sua storia il Manchester City ha vinto una gara in semifinale di Champions League / Coppa dei Campioni.
•    Il PSG non perdeva due incontri di fila in una singola edizione di Champions League da marzo 2018, nella doppia sfida contro il Real Madrid (ottavi di finale).
•    Era da marzo 2017 che il PSG non subiva gol in Champions League su punizione diretta (Neymar con il Barcellona).
•    Riyad Mahrez ha realizzato il suo secondo gol su punizione diretta in Champions League, dopo quello messo a segno al suo debutto nella competizione, contro il Brugge nel settembre 2016 con il Leicester.
•    Kevin De Bruyne è quarto giocatore capace di raggiungere la doppia cifra di gol in Champions League con il Manchester City, dopo Agüero, Sterling e Jesus.
•    Kevin De Bruyne è il quarto giocatore che ha segnato in tre gare consecutive di Champions League contro il PSG, dopo Lionel Messi, Marcus Rashford (3 ciascuno) e Neymar (4).
•    Marquinhos è il difensore che ha segnato più gol in Champions League dall'inizio della scorsa stagione (cinque).
•    Marquinhos è il terzo giocatore nella storia della Champions League a segnare nei quarti di finale e nelle semifinali in stagioni consecutive, dopo Cristiano Ronaldo (2011-12, 2012-13, 2013-14) e Antoine Griezmann (2015-16, 2016-17).
•    Ángel Di Maria è l'unico giocatore capace di andare in doppia cifra di assist dall'inizio della scorsa Champions League.
•    Idrissa Gueye è il primo giocatore ad aver ricevuto due espulsioni in una singola edizione di Champions League da Alvaro Arbeloa, nel 2012/13.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments