Champions League, polemica per il carro armato della Stella Rossa

Il club: "Un'attrazione". Ma la Croazia condanna ricordando i tempi della Guerra d'indipendenza

  • A
  • A
  • A

Polemica in Serbia per il carro armato parcheggiato dai tifosi della Stella Rossa dinanzi al mitico stadio Marakana prima della partita di ritorno dei playoff di Champions League contro la squadra svizzera dello Young Boys. Il cingolato, un T-55 acquistato da un deposito militare, è stato parcheggiato fuori dallo stadio come "attrazione", ha fatto sapere il club serbo sulla sua pagina Facebook. Tuttavia, il gesto ha diviso i tifosi e suscitato una forte condanna nella vicina Croazia, che ha visto il carro armato come simbolo dell'assalto delle forze serbe nella città di Vukovar all'inizio della Guerra d'indipendenza croata negli anni '90.

Un articolo sul quotidiano sportivo croato Sportske Novosti parla di "morbosa provocazione di Belgrado". Sul loro sito web, redstarbelgrade.rs, i tifosi serbi hanno spiegato che il carro armato doveva rappresentare una sorta di "macchina" del club e il soprannome dei loro sostenitori, noti come 'l'Esercito del Nord'.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments