Rashford mania: Manchester, la rivincita di Van Gaal passa dai giovani

Due esordi in tre giorni e due doppiette: l'allenatore olandese rovina il campionato dell'Arsenal schierando i giovani

Rashford, Ansa Foto

"Marcus è un talento speciale. Perché i giovani spesso giocano bene la prima partita, ma la seconda è più difficile. Lui ha giocato bene in entrambe". Parola di Louis Van Gaal, uno che di giovani se ne intende. Marcus Rashford sta vivendo un momento incredibile: dopo la doppietta all'esordio con lo United in Europa League, altri due gol, nel successo sull'Arsenal. Con una curiosità: la doppietta contro i Gunners è arrivata per lui a 18 anni e 20 giorni, proprio la stessa di quando Rooney segnò per la prima volta due gol in una partita in Premier League.

Battezzare due debutti con due doppiette è evento più unico che raro. Rashford, nato il 31 ottobre 1997, si ritrova con 4 gol in due presenze ma non si scompone: "È fantastico, spero di continuare così. Già ero sotto choc giovedì quando mi hanno detto che avrei giocato. Sono felice di aver ricevuto i consigli dei miei compagni, come ad esempio Carrick". Da quanto si è visto, e da quanto si era potuto ammirare anche nei match di Youth League, Rashford è un centravanti molto bravo nell'area di rigore, con movimenti naturali e vincenti nello smarcarsi. I compagni lo hanno esaltato, con messaggi di apprezzamento su Twitter.


I gol di Rushford sono una vera beffa per Wenger, uno dei tecnici più attenti nel lancio di giovani talenti: la sconfitta complica e di molto l'inseguimento dell'Arsenal al Leicester. Ma soprattutto sono una piccola rivincita per Louis Van Gaal, da mesi in bilico e con la quasi certezza di essere rimpiazzato da Morinho a fine stagione. Per capire come il tecnico olandese abbia reagito nel momento in cui lo United si è visto decimato dagli infortuni, basta guardare il lungo elenco di giovani schierato contro l'Arsenal: Rashford ('97), Lingard ('92), Fosu-Mensah ('98), Weir ('95), Pereira ('96), McNair ('95), Riley ('96), Januzai ('95).

Le ultime due vittorie probabilmente non permetteranno a Van Gaal di salvare il proprio posto, ma l'olandese potrà vantarsi di aver lanciato tanti giovani. Chi poi di questi si confermerà è ovviamente presto per sapero. Negli occhi di tanti c'è ancora quel Federico Macheda, piombato nel mondo United con un gol al debutto e poi pian piano eclissatosi dal calcio che conta. A leggere però l'elenco dei giocatori lanciati, giovanissimi, dal maestro Van Gaal (Iniesta, Xavi, Kluivert, Müller, Seedorf, Badstuber, Alaba), Rashford può dirsi in ottima compagnia.

TAGS:
Manchester united
Van gaal
Marcus rashford