STRISCIA VINCENTE

Quando lo scudetto diventa record: il Celtic campione di Scozia stacca (per ora) la Juve

I biancoverdi hanno conquistato il nono titolo consecutivo in Scozia e continuano la caccia al primato europeo

  • A
  • A
  • A

In tempo di pandemia, i record si aggiornano quasi nel silenzio generale, ma non passano del tutto inosservati. Non potendo far continuare il torneo a causa dell'emergenza coronavirus, la Federcalcio scozzese il 18 maggio ha assegnato il campionato al Celtic Glasgow. Per i biancoverdi (che peraltro avevano dominato sul campo) è il nono titolo consecutivo. Il filotto è per ora il migliore in Europa: la Juventus, che insegue a otto, per ovvi motivi non può ancora rispondere.

I campioni d'Italia sono fermi in compagnia dei bulgari del Ludogorets e ai gallesi del New Saints ma possono senza dubbio fregiarsi di avere la migliore striscia nei tornei maggiori: il Bayern Monaco, l'inseguitore più diretto, ha cominciato a macinare un “Meisterschale” dopo l'altro nel 2013, un anno più tardi. Prendendo in considerazione tutta l'Europa, e campionati dunque meno competitivi, si deve guardare per forza anche alla Scozia. Dove già c'è un duopolio storico composto dalle squadre di Glasgow, se poi si aggiunge che i Rangers sono dovuti rinascere dal fallimento e per quattro anni ha lasciato un'autostrada libera ai cugini, è bene dare il giusto peso ai numeri e mettere in prospettiva i successi.  

Se la Serie A riprendesse e la Juventus confermasse il primo posto, raggiungerebbe il Celtic a quota nove campionati consecutivi, traguardo enorme e di valore decisamente superiore, con il rispetto dovuto alla Scottish Premiership. A oggi, però, i biancoverdi (al 51esimo titolo in patria) guardano tutti dall'alto e si involano da soli verso la doppia cifra, obiettivo comunque da rimarcare. Altrimenti non si spiegherebbe perché nella storia del calcio europeo ci sono riuscite solo 10 squadre e di campionati ancora più modesti rispetto a quello scozzese. 

La vetta di questa speciale classifica si trova a quota 14 ed è stata fissata dal Lincoln (Gibilterra, 2003-2016) e dallo Skonto Riga (Lettonia, 1991-2004). Seguono a 13 i bielorussi del BATE Borisov (2006-2018) e i norvegesi del Rosenborg (1992-2004). Con un filotto di 11 titoli la Dinamo Zagabria è quinta da sola (2006-2016), precedendo di una lunghezza Dinamo Tbilisi (1990-1999), Dinamo Berlino (la squadra della Stasi, 1979-1988), Mtk Budapest (1914-1925), gli armeni del Pyunik (2001-2010) e i moldavi dello Sheriff (2001-2010). 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments