INGHILTERRA

Premier League: Chelsea momentaneamente in vetta, 3-1 al Leeds. Vincono anche City e United

I gol di Giroud, Zouma e Pulisic stendono Bielsa, Blues al primo posto. Guardiola batte 2-0 il Fulham, altra rimonta dei Red Devils: 3-1 al West Ham. Pari Everton

  • A
  • A
  • A

Nell’undicesima giornata di Premier League, il Chelsea batte 3-1 il Leeds di Bielsa e, in attesa di Tottenham e Liverpool, è solo in vetta. I Blues incassano la rete al 4' di Bamford, ma rimontano con Giroud (27'), Zouma (61') e Pulisic (93’). Vincono anche i due club di Manchester: 2-0 del City sul Fulham con Sterling (5’) e il rigore di De Bruyne (26’), 3-1 dello United in casa del West Ham con Pogba (65’), Greenwood (68’) e Rashford (78’). Pareggia l'Everton di Ancelotti.

BURNLEY-EVERTON 1-1
Dopo la sconfitta contro il Leeds di sette giorni fa, l’Everton riparte con un pareggio a Turf Moor contro il Burnley. Avvio shock per i Toffees che al 3’ vanno in svantaggio sulla bella conclusione di Brady che si spegne alle spalle di un impotente Pickford. La possibilità di raddrizzare subito la gara capita sui piedi di Calvert-Lewin al 14’ ma l’attaccante inglese non riesce a dare forza e precisione al suo tentativo ravvicinato. Tocca quindi a Richarlison e Iwobi proseguire l’offensiva ospite ma Pope in ogni caso non ha problemi a mantenere inviolata la propria porta. Il Burnley si riaffaccia in attacco con Wood (tiro parato) al 41’ ma il finale di tempo è tutto dei Toffees che in pieno recupero trovano con Calvert-Lewin, su assist di Richarlison, il gol dell’1-1. In avvio di ripresa Pope si supera sul sinistro di James Rodriguez e tiene in gara i padroni di casa. Archiviata quest’emozione, le squadre abbassano i ritmi e conducono l’incontro prevalentemente a centrocampo. Bisogna aspettare allora il finale per vedere ancora i portieri impegnati: all’83’ Pickford salva sul colpo di testa di Wood mentre al 91’ è Pope con un miracolo a sventare il 2-1 dei Toffees. L’ultima occasione è per McNeil che calcia malamente a lato da buonissima posizione. Arriva così un punto a testa per Everton e Burnley che smuovono entrambe le rispettive in classifiche ma nel weekend potrebbero essere ulteriormente distanziate da chi le precede.

MANCHESTER CITY-FULHAM 2-0
Basta un primo tempo ad altissima intensità, agli uomini di Pep Guardiola, per avere la meglio su un Fulham che torna sulla terra dopo la vittoria di una settimana fa a Leicester. Già dalle prime battute si capisce che l’incontro non avrà storia: dopo appena 5 minuti, infatti, Raheem Sterling scatta in maniera efficace sul passaggio in profondità di De Bruyne, aggancia il pallone e fredda Areola con una precisa conclusione. Gli ospiti guidati dal tecnico Scott Parker fanno fatica a trovare la quadratura del cerchio e subiscono la personalità dei padroni di casa, che al 29’ raddoppiano: Sterling viene atterrato in area da Andersen e l’arbitro Moss assegna il tiro dal dischetto che De Bruyne non sbaglia. Il doppio vantaggio, unito alla classica ragnatela di passaggi dei Citizens (70% il possesso di palla complessivo) impediscono al Fulham anche solo di poter pensare a una rimonta. Sono anzi sempre De Bruyne e compagni a rendersi pericolosi in un paio di occasioni ed è il portiere arrivato in prestito dal Psg ad impedire che il passivo possa diventare più pesante. Le poche interruzioni della ripresa (addirittura il Manchester City non effettua alcun cambio) portano il match a scivolare rapidamente verso il fischio finale: la vittoria permette ai Citizens di salire a 18 punti e portarsi a ridosso delle prime, mentre il Fulham resta nelle ultime posizioni, a quota 7.

WEST HAM-MANCHESTER UNITED 1-3
Il Manchester United si conferma una squadra che non molla mai: con il West Ham arriva la terza rimonta nelle ultime quattro partite e la seconda di fila, dopo il 3-2 in casa del Southampton. In avvio, partono forte gli uomini di David Moyes, che si vedono annullare un gol per fuorigioco di Bowen al 9'. Gli Hammers insistono e si rendono pericolosi ancora con Fornals, che colpisce il palo al 35'. Il primo tempo ad alta intensità dei padroni di casa viene premiato al 38': angolo di Cresswell, sponda di testa di Rice e zampata sulla linea di porta di Soucek, che firma l'1-0. Due minuti dopo, Haller salta Henderson ma si divora clamorosamente il raddoppio scivolando al momento di concludere in porta. Ad inizio ripresa, Solskjaer inserisce Bruno Fernandes e Rashford al posto di van de Beek e Cavani e, come con il Southampton, lo United rimonta nel giro di tre minuti: al 65', infatti, arriva il pareggio con il destro dalla lunga distanza di Pogba, mentre al 68' è Greenwood, con un diagonale sinistro in area, a firmare il 2-1 per i Red Devils. Al 71', Rashford spreca il match point colpendo il palo solo davanti a Fabianski, ma si fa perdonare firmando il 3-1 al 78' con un tocco sotto su assist di Mata. Lo United trova così la sua quarta vittoria di fila e sale in zona Champions a quota 19, presentandosi al derby di Manchester in programma il prossimo 12 dicembre con un punto in più rispetto al City di Guardiola.

CHELSEA-LEEDS 3-1
Continua l'ottimo periodo del Chelsea di Frank Lampard, che stende il Leeds di Marcelo Bielsa. Partenza dirompente dei Blues, che sfiorano il gol già nei primi 90 secondi con il destro di Ziyech respinto da Meslier e con il colpo di testa di Giroud dal successivo calcio d'angolo che finisce di poco al lato. Al 4', però, il Leeds passa in vantaggio: Bamford scatta sul filo del fuorigioco, salta Mendy e deposita in rete a porta vuota. I padroni di casa provano subito a rispondere al vantaggio della formazione di Bielsa, ma Werner colpisce clamorosamente la traversa da pochi passi. Al 27', gli uomini di Lampard trovano il pareggio con Giroud, che in area piccola insacca su cross di James. Tre minuti dopo, Ziyech si infortuna ed esce al posto di Pulisic. Nella ripresa, il Leeds spaventa i Blues con la doppia occasione per Raphinha, mentre il Chelsea risponde con Werner, murato due volte da Meslier. Dal successivo calcio d'angolo, però, i londinesi passano in vantaggio con il colpo di testa di Zouma, che firma il 2-1 al 61'. Nel finale, i padroni di casa vanno vicini al tris con Abraham, ma la chiudono soltanto al 93': Werner si invola sulla destra e mette al centro per Pulisic, che tutto solo deposita in rete il gol del 3-1, che regala il primo posto momentaneo al Chelsea. In attesa di Liverpool e Tottenham, i Blues possono godersi la vetta della Premier League con 22 punti.

RISULTATI E CLASSIFICHE

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments