Morte Sala, il pilota non poteva guidare di notte

La Bbc ha rivelato che David Ibbotson era daltonico e per questo aveva alcune restrizioni nella sua licenza

  • A
  • A
  • A

Mentre le indagini proseguono per accertare le cause della morte di Emiliano Sala, precipitato nella Manica nel tragitto tra Nantes e Cardiff lo scorso 21 gennaio, vengono fuori nuovi indiscrezioni. Secondo la BBC il pilota dell'aereo, David Ibbotson, era daltonico e per questo motivo non aveva il permesso di volare di notte ma solo di giorno. Qualche settimana fa era emerso che Ibbotson aveva una licenza per il volo privato in Gran Bretagna e negli Stati Uniti ma che non gli consentiva di trasportare passeggeri nell'Unione europea.

"Il daltonismo non consente ad un pilota di prendere la licenza per volare di notte perché riuscire a distinguere tra luci rosse e verdi al buio è fondamentale per poterlo fare" ha spiegato una fonte alla Bbc.

Al momento non ci sono conferme dall'ente per l'aviazione civile britannico che non ha voluto commentare la rivelazione, ma l'ente titolare dell'inchiesta, l'Air Accidents Investigation Branch, ha confermato che le licenze "continuano ad essere al centro dell'indagine". Il corpo di Sala, il 28enne attaccante argentino morto nell'incidente aereo a pochi giorni dal suo trasferimento milionario dal Nantes al Cardiff, era stato recuperato tra i resti dell'aereo al largo dell'isola di Guernsey il 6 febbraio scorso. Il corpo del 59enne pilota, invece, non è stato ancora ritrovato.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments