FRANCIA

Ligue 1, il Psg fa debuttare Messi e batte il Reims

Doppietta di Mbappé nel successo dei parigini, con esordio di Leo. Vince anche il Monaco, l’Angers resta secondo

  • A
  • A
  • A

Serata di festa per il Paris Saint-Germain nella quarta giornata di Ligue 1. Gli uomini di Pochettino vincono 2-0 sul campo del Reims e restano primi da soli, tenendo per la prima volta la porta inviolata, e fanno esordire Messi, che ruba parte della copertina a Mbappé (autore della doppietta). L’Angers batte 2-0 il Rennes e resta secondo, il Lille sconfigge il Montpellier 2-1. Primo successo per il Monaco, 2-1 sul campo del Troyes. 

TROYES-MONACO 1-2
Il Monaco si consola dall’eliminazione dalla Champions trovando la prima vittoria in campionato, grazie al 2-1 sul campo del Troyes. I monegaschi spingono con decisione nel primo tempo e sfiorano più volte il gol, ma Gelson Martins e Tchouameni non trovano la porta. Il capitano Ben Yedder si prende allora sulle spalle la squadra: prima si mette in proprio, trovando la parata di Gallon, poi serve con altruismo a Diop un pallone che il 21enne deve solo spingere in rete, a conclusione di un contropiede a campo aperto. Nella ripresa il Troyes scende in campo con un atteggiamento diverso. Dopo pochi minuti Biancone colpisce il palo, poi l’autogol di Aguilar, che alza uno sfortunato campanile deviando di testa una punizione dalla trequarti, porta il punteggio sull’1-1. I monegaschi non ci stanno: Fofana ruba palla a centrocampo e serve un preciso filtrante per Diop, che controlla e firma la doppietta personale. La traversa di Salmier fa tremare gli uomini di Kovac, ma il 2-1 esterno tiene fino alla fine. Per il Monaco arriva il primo successo in Ligue 1, mentre il Troyes resta inchiodato a un punto.

ANGERS-RENNES 2-0
L’Angers prosegue la sua sorprendente cavalcata in Ligue 1 battendo anche il Rennes con un secco 2-0. La partita viene condizionata dall’espulsione di Badé, ingenuo nel ricevere il secondo giallo a pochi minuti dalla fine del primo tempo. Gli ospiti con l’uomo in meno soffrono e subiscono il gol dell’Angers, che passa al 12’ della ripresa con il gol di Boufal, abile a sfruttare un errore del portiere avversario Gomis. Il Rennes prova comunque a reagire con Guirassy e Omari, ma non trova il pareggio. All’88’ Cho finalizza una respinta corta e regala i tre punti all’Angers, che sale a quota dieci e a sorpresa si mantiene in seconda posizione in Ligue 1.

CLERMONT-METZ 2-2
Pareggio con tanti gol, autoreti e colpa di scena nello scoppiettante 2-2 tra Clermont e Metz. Gli ospiti vanno subito avanti con il rigore di Niane e raddoppiano alla mezz’ora per l’autorete del portiere Desmas. Quando la partita sembra ormai essere finita sui binari sbagliati, i padroni di casa reagiscono (anche aiutati da un po’ di fortuna) e accorciano le distanze con un altro autogol, stavolta di Niakaté. Il Clermont sfiora il pari con N’Simba, che sfiora il palo, e rischia di subire il gol del ko da Gueye, su cui è bravo Desmas. Al 58’ Rashani sfrutta l’assistenza di testa di Bayo e fissa il punteggio sul 2-2. Con questa rimonta il Clermont continua a stazionare nella parte alta della classifica, in terza posizione, con otto punti. Il Metz rimanda di nuovo il suo primo successo e rimane a tre.

LENS-LORIENT 2-2
La vecchia conoscenza della Serie A Seko Fofana consegna al Lens il gol del pareggio contro il Lorient in uno scoppiettante 2-2. I padroni di casa trovano il vantaggio al 24’ con la punizione di Clauss, che calcia all’angolino sinistro. Gli ospiti rispondono nel migliore dei modi e ribaltano la partita nell’arco di dieci minuti: prima Lauriente pareggia con un tiro all’angolino, poi Monconduit completa il sorpasso con una conclusione dal limite dell’area. Il Lorient non chiude il match con Ganago, a cui risponde Nardi, e Fofana trova la respinta vincente per regalare al suo Lens, ancora inmbattutto in campionato, il suo sesto punto. Il Lorient si trova appena dietro, a cinque.

STRASBURGO-BREST 3-1
Lo Strasburgo centra la sua prima vittoria in questa Ligue 1 con il 3-1 al Brest, che invece rimane ancora a secco di successi. Primo tempo scoppiettante e ricco di gol. Quello di Mounié viene annullato per un fallo contestato, mentre Prcic segna per i padroni di casa. Neanche il tempo di esultare e dopo due minuti Cardona non sbaglia sull’assistenza di Mounié per il momentaneo 1-1. L’equilibrio della partita cambia sul finale del primo tempo per l’autogol di Duverne, che riporta avanti lo Strasburgo. Infine tocca a Thomasson, all’84’, chiudere i conti sul 3-1 mettendo in rete l’assist di Ajorque. Lo Strasburgo va quindi a quattro punti, uno in più del Brest.

LILLE-MONTPELLIER 2-1
Il Lille spezza la maledizione di inizio campionato e centra finalmente la sua prima vittoria, rifilando un 2-1 neanche troppo dominato al Montpellier, in dieci nel finale. I campioni in carica sbloccano il punteggio nel recupero del primo tempo con Yazici, ma vengono raggiunti prima dell’intervallo dalla rete di Laborde. Un’altra dimostrazione dei cali di concentrazione che sono costati diversi gol subiti e punti nelle prime tre giornate. Il copione stavolta però prende un’altra strada grazie al gol di David, che insacca sugli sviluppi di un calcio di punizione. A un quarto d’ora dalla fine il rosso a Sambia lascia gli ospiti in dieci. Il Lille trova quindi la sua prima vittoria e va a cinque punti, il Montpellier resta a quattro.

REIMS-PARIS SAINT GERMAIN 0-2
Una copertina per due a Reims, dove il Paris Saint Germain vince 2-0 grazie alla doppietta di Mbappé e fa iniziare la nuova era Messi, inserendo l’argentino nella ripresa. I parigini si rendono subito pericolosi con il numero 7, affiancato da Neymar e Di Maria nel tridente titolare: il suo tocco di punta viene però deviato dal portiere avversario. Mbappé si rifà poco dopo sul cross di Di Maria, trovando il tempo giusto per staccare e infilare in rete. I padroni di casa si rendono pericolosi soprattutto con una traiettoria insidiosa di Moreno, che rischia di sorprendere Navas ma termina fuori di poco. Lo stesso portiere costaricense salva in avvio di ripresa su Touré, mentre Donnarumma osserva la partita dalla panchina. Dalla stessa panca si alza invece Leo Messi, che intensifica il suo riscaldamento. Mentre gli occhi del pubblico seguono i movimenti dell’argentino, Hakimi libera Mbappé sul secondo palo: il francese non sbaglia e firma il 2-0. Al 66’ l’ingresso in campo di Leo Messi con la nuova maglia, al posto dell’amico Neymar. È l’inizio della nuova vita nella carriera del fenomeno sudamericano, la cui intesa con Mbappé nel reparto offensivo degli uomini di Pochettino va migliorata. Poco male: il Psg vince 2-0 e rimane a punteggio pieno, in testa solitaria al campionato. Per il tridente dei sogni in campo nello stesso momento bisognerà aspettare ancora. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti