SPAGNA

Liga: il Real Madrid rimonta la Real Sociedad, 2-1 al Bernabeu

Prima sconfitta stagionale per i baschi, che dominano per un quarto d'ora e vengono rimontati dopo la rete di Barrenetxea. Ottimi segnali per l'Inter, vista la difesa non imperforabile di Alguacil

  • A
  • A
  • A
Liga: il Real Madrid rimonta la Real Sociedad, 2-1 al Bernabeu - foto 1
© Getty Images

La domenica della Liga fornisce ottimi segnali all'Inter: la Real Sociedad ha grandi armi offensive, ma una difesa tutt'altro che imperforabile e capace di vanificare il lavoro di Kubo e compagni. Contro il Real Madrid, i txuri-urdin vanno in vantaggio con Barrenetxea (4'), ma si fanno rimontare: Valverde (47') e Joselu (60') firmano il 2-1 e la quinta vittoria su cinque per Ancelotti. Nelle altre gare vincono Villarreal, Getafe e Siviglia. 

REAL MADRID-REAL SOCIEDAD 2-1
Prima sconfitta stagionale per la Real Sociedad, che spaventa il Real Madrid (e l'Inter), ma viene rimontata: 2-1 per Ancelotti, che fa cinque su cinque e resta in testa alla Liga. Avvio vibrante al Bernabeu, con Alex Remiro subito decisivo per salvare su Alaba, ma nei minuti seguenti è dominio per gli ospiti. I txuri-urdin mettono in mostra tutte le loro qualità, che possono far tremare l'Inter: velocità d'esecuzione, ottima tecnica e trame offensive, gioco verticale e un Takefusa Kubo in grande spolvero. Il fantasista giapponese ispira subito per la rete di Barrenetxea, che supera Kepa (4'), e al 10' si vede annullare la rete del raddoppio. Il ritmo della Real Sociedad è altissimo e le merengues tremano nel primo quart'o d'ora, con Brais Mendez vicino a sua volta al gol. Col passare dei minuti risale il Real Madrid e Alex Remiro è decisivo, salvando su Joselu, Carvajal e Rodrygo. Take Kubo e Merino invece spaventano Kepa, che compie due grandi parate. 

Si va al riposo sull'1-0, che non resiste a lungo. Non appena si riprende a giocare, ecco l'eurogol di Valverde per il pari delle merengues al 47'. La difesa dei txuri-urdin mostra ancora una volta le sue fragilità, con un disastroso Le Normand, e al 60' ecco il 2-1: lo firma Joselu, che svetta sul cross di Fran Garcia. L'attaccante esce subito dopo, con l'ingresso di Modric per congelare la gara, e le merengues sfiorano il tris con lo scatenato Valverde. La reazione della Real si limita a una chance per Oyarzabal, mentre al 90' Alex Remiro compie un miracolo su Bellingham per evitare un altro gol. Finisce così 2-1 per il Real Madrid, che fa cinque su cinque nella Liga: 15 punti per Ancelotti, sempre a +2 sul Barça. Si ferma a quota sei la Real Sociedad, dopo un'ottima partita che ha dato indizi all'Inter. 

VILLARREAL-ALMERIA 2-1
Inizia con una vittoria l'avventura di Pacheta sulla panchina del Villarreal, dopo l'esonero di Quique Setien: il Submarino Amarillo, schierato col 4-4-2 e con Sørloth e Gerard Moreno davanti, fatica e batte 2-1 in extremis l'Almeria. L'avvio è migliore per gli ospiti, che si costruiscono due occasioni con Luis Suarez, bravo a far faticare Gabbia e compagni con la sua velocità: Jørgensen è attento ed evita la rete. Il Villarreal fa circolare palla, ma al 44' viene punito da Akieme, che aggira la trappola del fuorigioco e vince il duello a tu per tu col portiere. La rete nel finale di tempo potrebbe essere una mazzata, ma i padroni di casa pareggiano subito con Gerard Moreno nel maxi-recupero (50'). Nella ripresa il Submarino Amarillo rischia grosso, con Jørgensen decisivo su Robertone e i grandi interventi di Raul Albiol, ma sfiora anche la rete con Alex Baena. Il gol vittoria arriva solo al 94', con Sørloth a sfruttare l'assist di Alberto Moreno e insaccare il 2-1. Il Villarreal sale così a sei punti, Almeria ultimo a quota uno. 

SIVIGLIA-LAS PALMAS 1-0
Il ritorno di Sergio Ramos al Sanchez-Pizjuan coincide con la prima vittoria del Siviglia, che si sblocca dopo tre sconfitte e muove finalmente la sua classifica nella Liga. 1-0 al Las Palmas per gli andalusi, che iniziano con grande aggressività e con la doppia occasione di Rafa Mir: Valles è salvifico ed evita la rete sevillista. I ritmi si abbassano a metà del primo tempo e gli ospiti vanno vicini al gol con Munir, ma l'ultimo sussulto è del Siviglia, con la rete annullata ad Ocampos per offside. Nella ripresa Valles salva ancora i suoi e Mendilibar corre ai ripari: dentro Lukébakio ed En-Nesyri per alzare la pressione offensiva sul Las Palmas. Una mossa che funziona, perchè dopo due occasioni sfumate arriva la rete biancorossa: la firma proprio Lukébakio, che insacca in tap-in con un gran tiro, dopo l'ennesima parata di Valles (su En-Nesyri). Il finale è vibrante, perchè il Siviglia sfiora il raddoppio e viene salvato da Dmitrovic al 93': la parata col volto sulla conclusione di Pejino evita una clamorosa beffa. 1-0 e primi tre punti per il Siviglia, aggancia il Granada al terzultimo posto e scavalca Las Palmas (2) e Almeria (1). 

GETAFE-OSASUNA 3-2
Vittoria preziosissima per il Getafe di Pepe Bordalas, che sconfigge 3-2 un'Osasuna che giovedì debutterà in Europa Conference League sfruttando al massimo i calci piazzati. Dopo venti minuti di studio è l'Osasuna a fornire l'impressione migliore, andando vicino alla rete con Avila e vedendosi annullare il vantaggio di Budimir per un evidente offside. La rete che sblocca la gara, però, la firma il Getafe al 37': Stefan Mitrovic svetta di testa e batte Sergio Herrera per l'1-0. Passano otto minuti e l'Osasuna pareggia con la volée di Iker Muñoz, ma la partita è vibrante e fioccano le occasioni: il portiere dell'Osasuna evita la rete di Mayoral, ma non può nulla sulla conclusione di Carmona, che vale il 2-1 al 52'. Un secondo vantaggio che dura ancora pochissimo, perchè al 57' Budimir pareggia su rigore dopo il fallo subito da David Soria. Bordalas si gioca un triplo cambio inserendo Arambarri, Oscar e Aleña, restituendo linfa vitale al suo Getafe, che va subito vicino al gol con Juanmi Latasa. La rete vincente arriva all'86', dopo il debutto di Greenwood, e porta la firma di Nemanja Maksimovic. Un'altra incornata da corner vale il 3-2 e la vittoria del Getafe, che rischia nel maxi-recupero, nonostante l'Osasuna sia in dieci per il rosso ad Angileri (92'). Sette punti per Bordalas e i suoi, mentre i rivali si fermano a quota sei. 
 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti