SPAGNA

Liga: il Real Madrid distrugge il Girona, poker e Ancelotti a +5

Vinicius Junior e l'ex Dortmund (doppietta) abbattono la difesa avversaria, catalani ko contro i merengues (senza centrali). L'allungo in classifica è realtà

  • A
  • A
  • A
Liga: il Real Madrid distrugge il Girona, poker e Ancelotti a +5 - foto 1
© Getty Images

La 24a giornata della Liga era quella più attesa, perché prevedeva la sfida tra il Real Madrid e il Girona. I catalani affondano completamente al Bernabeu, nonostante i blancos giochino con Tchouameni-Carvajal difensori centrali, e vengono travolti 4-0: in gol Vinicius Junior, Bellingham (doppietta) e Rodrygo per mandare Ancelotti a +5 sulla prima inseguitrice. L'Osasuna manda ko la Real Sociedad (1-0), pareggiano 1-1 Villarreal ed Alaves. 

REAL MADRID-GIRONA 4-0
Dopo un avvio promettente, affonda il Girona al Bernabeu: il Real Madrid approfitta della pessima partita difensiva dei rivali e li travolge con un imperiale 4-0 e la doppietta di Bellingham. I catalani iniziano bene, ma vengono messi ko al 7': Vinicius Junior si defila, annichilisce Yan Couto e calcia sul secondo palo, non lasciando scampo a Gazzaniga. La reazione del Girona è buona, ma la difesa improvvisata di Ancelotti, costretto a schierare Carvajal e Tchouameni centrali per gli infortuni, regge il colpo e non concede spazi ai rivali. Si arriva così al 35', dove il Real chiude la gara: Vinicius serve Bellingham, che salta Eric Garcia, dribbla Gazzaniga e insacca in rete il raddoppio. L'ex Bvb marca anche la ripresa, siglando il 3-0 al 55' e poi uscendo per un problemino muscolare che preoccupa Ancelotti, ma i suoi non mollano il colpo: è Rodrygo a calare il poker al 61', approfittando dell'assist di Vini Jr. Yan Couto è nuovamente protagonista in negativo nel recupero, quando affossa Arda Güler e concede il rigore della possibile manita: Joselu lo calcia sul palo e finisce 4-0, senza recupero. Un'umiliazione per il Girona, che scivola a -5 dal Real Madrid: le merengues guidano con 61 punti e un'assoluta dimostrazione di forza.

REAL SOCIEDAD-OSASUNA 0-1
L'Osasuna conquista tre punti d'oro alla Reale Arena, resistendo alle folate offensive della Real Sociedad e salendo a 29 punti ed in 11a posizione. L'uomo decisivo è Ante Budimir, che insacca dopo un'azione da corner al 49'. I baschi erano partiti meglio, con le occasioni per Zakharyan e André Silva, salvo poi rischiare sulla conclusione di Rubén Peña. Kubo aveva nuovamente sfiorato il gol nel finale del primo tempo, chiuso sullo 0-0, ed è stato l'uomo della caccia al pareggio nella ripresa: tre occasioni sprecate per lui nel sorprendente ko della Real Sociedad. I txuri-urdin scivolano così in settima posizione con 37 punti e si allontanano definitivamente dalla corsa-Champions.

ALAVES-VILLARREAL 1-1
Una partita strepitosa e ricca di occasioni si chiude sull'1-1, col Villarreal che riacciuffa l'Alaves e ottiene un meritato pari. Sono i padroni di casa a portarsi in vantaggio, dopo aver colpito il palo nei primi minuti con Guridi: il goleador è Samu Omorodion, che insacca al 25' e sembra mandare in tilt il Villarreal. Marcelino ridisegna i suoi, l'Alaves perde Rafa Marin per infortujio e subisce il gol del pari: è Cuenca a impattare in un primo tempo da 24 tiri complessivi, prima di una ripresa più tattica. Il Villarreal protegge un pari che consente agli ospiti di restare imbattuti per la quarta gara consecutiva: tre pareggi e un successo. Non riesce a sfondare l'Alaves, che resta così in 12a posizione con 27 punti, proprio davanti al Submarino (25).

LAS PALMAS-VALENCIA 2-0
Il Valencia esce sconfitto dall'Estadio de Gran Canaria, in una gara a senso unico dal punto di vista del gioco, ma che fino all'89' si trovava sullo 0-0: serve un letale uno-due ai padroni di casa per conquistare la vittoria. Spingono subito Munir e compagni, con l'ex Barça molto attivo. L'attaccante costruisce due occasioni in un match dall'altissima intensità, che vede il Las Palmas sfondare il 75% del possesso palla nel primo tempo e controllare costantemente il gioco nei primi 45': l'unico tiro del Valencia è di Mosquera, ma non spaventa Valles. Nella ripresa Sandro e Munir sfiorano nuovamente il gol, mentre il portiere di casa deve evitare una deviazione sfortunata di un difensore. Tutto sembra avviato verso lo 0-0, ma all'89' ecco la rete che fa esplodere l'Estadio de Gran Canaria: la segna Alex Suarez, svettando sul cross di Moleiro. Come se non bastasse, ecco il secondo gol di Marc Cardona al 95'. Il Las Palmas vince 2-0 e aggancia il Valencia all'ottavo posto con 35 punti, a due lunghezze dalla Real Sociedad (37) che chiude la lotta per le coppe. 

RISULTATI E CLASSIFICHE

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti