Liga: Real, 2° posto più lontano

Pari dei Blancos nel derby madrileno, l'Atletico Madrid è a +6. Gli Azulones sono quarti davanti al Siviglia, che rifila una manita al Rayo Vallecano

  • A
  • A
  • A

Il 34esimo turno di Liga si chiude con lo 0-0 tra Getafe e Real Madrid. Solo nella ripresa i merengues spingono per vincere il derby. I padroni di casa trovano un punto d'oro in chiave Champions: sono quarti, hanno 55 punti come il Siviglia (vittorioso 5-0 sul Rayo Vallecano) ma con gli scontri diretti a favore. Il Real sale a 65, a -6 dall'Atletico Madrid: Zidane è sempre più terzo. Nell'altra partita, Real Sociedad-Villarreal 0-1.

GETAFE-REAL MADRID 0-0 Il derby madrileno tra Azulones e Merengues è inaspettatamente una sfida di alta classifica. Se il Real Madrid non ha più niente da chiedere al campionato, tranne chiudere in dignità, il Getafe si gioca un posto in Champions League, piazzamento impensabile in estate. Zidane recupera Courtois, ma il belga si accomoda in panchina: gioca Navas. In avanti nuova chance per Bale, ancora una volta impalpabile, e Brahim Diaz, in grande spolvero. Passa poco più di un minuto e il Real porta il primo pericolo dalle parti di Soria, ma il diagonale di Benzema è poco preciso. Non è la migliore serata per il francese, anche poco supportato dai compagni. La scelta di Zidane di lasciare in panchina sia Kroos che Modric penalizza la manovra dei Blancos, sterile e bisognosa di colpi che rompano la monotonia. Il primo tempo scorre via senza emozioni e finisce 0-0.

Nel secondo tempo è un altro Real, che in quindici minuti mette a ferro e fuoco la difesa del Getafe. Si fa vedere soprattutto Brahim Diaz. Il classe '99 va vicino all'1-0 in apertura di ripresa, poi offre una palla con i giri perfetti a Carvajal, che appoggia a Isco ma il tiro di quest'ultimo viene respinto da Soria. Ci provano da lontano Casemiro e Carvajal, Soria prima si rifugia in corner, poi blocca in bello stile. Zidane capisce che è il momento di accelerare e cambia gli esterni, inserendo Lucas Vazquez e Asensio. È però il Getafe a farsi pericoloso: al 73' Navas è costretto agli straordinari su Molina e subito dopo su Mata. La banda di Bordalas ha tutta l'intenzione di interrompere la striscia di dieci sconfitte consecutive contro il Real Madrid, tuttavia un pareggio non è da buttare, anche perché permette agli Azulones di restare davanti al Siviglia: le due squadre sono appaiate a 55 punti ma il Getafe ha il vantaggio degli scontri diretti. Provano addirittura a vincerla in contropiede i padroni di casa, ma sarebbe stato troppo. Giusto lo 0-0, il Real Madrid del nuovo corso di Zidane continua a non vincere in trasferta ed è sempre più terzo, con 65 punti e un distacco dall'Atletico che aumenta a sei lunghezze.

SIVIGLIA-RAYO VALLECANO 5-0 Manita del Siviglia al Rayo Vallecano. Succede tutto nella ripresa: gli andalusi in 14 minuti trovano addirittura quattro reti e mettono in ghiaccio i tre punti. Apre le marcature al 55' Promes, che ribadisce in rete la respinta di Garcia. Passano due minuti, e Munir raddoppia sfruttando una dormita generale della difesa madrilena. Il Rayo si butta in avanti alla ricerca del gol della bandiera, ma subisce altre due reti con la difesa altissima: Munir al 62' e Ben Yedder al 69' affondano come lame nel burro. Chiude i conti il primo gol in Liga di Bryan Gil, classe 2001, a quattro minuti dal termine. Il Rayo Vallecano aspetta la retrocessione aritmetica: l'ultimo posto e i sette punti di ritardo dal Valladolid 17esimo, con sole quattro gare da giocare, appaiono una montagna insuperabile.

REAL SOCIEDAD-VILLARREAL 0-1 Terza vittoria consecutiva per il Villarreal, che si tira forse definitivamente fuori dalle sabbie mobili. Decide a cinque minuti dal termine un colpo di testa di Gerard Moreno, subentrato a Carlos Bacca nell'intervallo. Il Sottomarino Giallo è a +5 sul Girona terz'ultimo, la Real Sociedad resta undicesima con 41 punti.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments