Liga: crollo Barça col Betis, il Siviglia accorcia sulla vetta e risale il Real Madrid

La doppietta al rientro di Messi non basta, nella sfida incrociata anche il Siviglia supera l'Espanyol e i blancos rifilano il poker al Celta Vigo

Liga: crollo Barça col Betis, il Siviglia accorcia sulla vetta e risale il Real Madrid

Il Barcellona cade 4-3 al Camp Nou contro un super Real Betis nel 12° turno di Liga. Junior Firpo (20’), Joaquin (34’), Lo Celso (71’) e Canales (83’) calano il poker, ai blaugrana non bastano Messi (68’ e 94’) e Vidal (79’). Ben Yedder (89’) e Mercado (70’) rispondono a Iglesias (38’). Tre punti fondamentali per il Real Madrid, che nel posticipo batte 4-2 il Celta Vigo. Di Benzema (23’), Cabral su autorete (56’), Sergio Ramos su rigore (83’) e Ceballos (91’) le reti dei Blancos, mentre i galiziani segnano con Mallo (61’) e Mendez (94’). Solari riporta il Real a -4 dal Barcellona e il Siviglia (2-1 all’Espanyol in rimonta) è secondo insieme all'Atletico Madrid -1. Pari spettacolare tra Rayo Vallecano e Villarreal.

BARCELLONA-BETIS 3-4
Torna in campo Messi
, ma il Barcellona non convince e cade contro il Betis. Gli ospiti dopo il pari interno contro il Milan in Europa League cercano di risollevare la testa in campionato dove hanno rimediato un solo punto nelle ultime quattro partite: i blaugrana sottovalutano l’avversario e rischiano di andare subito sotto con una conclusione di Joaquin che termina di poco alto. Il Betis si difende con ordine e al 20’ riesce anche a trovare la ripartenza decisiva con Junior Firpo, che supera Sergi Roberto e batte ter Stegen per il vantaggio degli ospiti. Lenglet va vicino al gol del pari chiamando in causa un super Lopez, poi Tello sfiora il raddoppio in due occasioni non riuscendo a concludere in contropiede. Due campanelli d’allarme non bastano però al Barça che al 34’ va ancora sotto: Firpo serve Tello, assist per Joaquin che non perdona regalando il doppio vantaggio al Betis in un Camp Nou incredulo.

A inizio ripresa entra in campo Vidal, Messi ci prova subito con un mancino che sfiora il palo, Suarez sbaglia di poco mira e Tello in diagonale va vicino al clamoroso tris ospite. Al 68’ ci pensa Messi ad accorciare le distanze dal dischetto dopo che Tello aveva steso in area Jordi Alba, ma per il Barcellona non è giornata e al 71’ il Betis cala il tris su una conclusione di Lo Celso che ter Stegen non trattiene. I blaugrana non mollano e in una partita dalle tantissime emozioni ci pensa Vidal a porta vuota, su assist di Munir, ad accorciare le distanze al 79’. Ancora una volta l’illusione dura poco: Rakitic si vede sventolare il secondo giallo lasciando i padroni di casa in dieci, poi Canales trova la zampata vincente da distanza ravvicinata all’83’ mettendo il sigillo sulla vittoria del Betis. Nel finale ancora Messi accorcia le distanze per l’ultima volta, ma non c’è più tempo: finisce 4-3 per il Betis.

CELTA VIGO-REAL MADRID 2-4
Quattro vittorie su quattro gare per Solari, che inizia a prenderci gusto e pian piano, senza strafare, riporta il Real Madrid verso la sua normalità. Il poker di successi si completa in casa del Celta Vigo, dove arriva anche il poker di reti. Un Benzema ritrovato sblocca la gara al 23’, dopo aver avuto già due occasioni nei primissimi minuti e subito dopo che il Celta aveva avuto la palla del vantaggio, con la traversa di Yokuslu. Sfortunato con i legni anche Benzema, che a inizio secondo tempo colpisce una traversa e un palo prima dell’autorete di Cabral. Mallo prova a rimettere in partita il Celta, ma il Real la chiude con il calcio di rigore realizzato da Sergio Ramos. Cabral chiude la sua serata da incubo facendosi espellere, nel recupero arrivano prima la quarta rete di Ceballos poi il gol della bandiera di Mendez. Real a -4 dal Barcellona, la Liga è ancora tutta da giocare.

SIVIGLIA-ESPANYOL 2-1

Il passo falso del Barcellona regala all’Espanyol l’opportunità di raggiungere i blaugrana in vetta alla classifica della Liga. La sfida però non è delle più semplici e per la formazione di Rubi conquistare i tre punti sul campo del Siviglia si rivela una montagna da scalare altissima. Per tutto il primo tempo i padroni di casa sembrano sul punto di sbloccarla, ma l’Espanyol si salva sulla traversa colpita da Promes e su un colpo di testa di Andrè Silva respinto da Lopez per poi trovare, a sorpresa, il gol del vantaggio: al 38’ Iglesias trova il guizzo vincente da distanza ravvicinata sbloccando il risultato per gli ospiti. Jesus Navas e Andrè Silva si rendono ancora pericolosi prima dell’intervallo, poi nella ripresa è Sarabia a divorarsi il gol del possibile pari sbagliando un colpo di testa da pochi passi. Iglesias va vicino anche al raddoppio chiamando in causa Vaclik, ma è uno dei pochi squilli dell’Espanyol che al 70’ è costretto a cedere: Banega da calcio d’angolo trova libero Mercado che deposita in rete. Il Siviglia raggiunto l’1-1 non si ferma e spinge in cerca della vittoria, il timbro decisivo lo mette all’89’ Ben Yedder, ancora su assist di Banega, per il gol del sorpasso che lancia gli andalusi a -1 dalla vetta.

RAYO VALLECANO-VILLARREAL 2-2
Il Rayo abbandona l’ultima posizione e inguaia un Villarreal sempre più in crisi e a secco di vittorie da sei giornate. La partita è spettacolare, ma per vedere il gol del vantaggio bisogna aspettare il 33’ con Chukwueze che sfrutta un assist di Mori per il vantaggio del Sottomarino Giallo. La replica del Rayo è veemente e tra la fine del primo tempo, con il mancino di de Tomas al 46’, e la metà della ripresa, grazie alla conclusione di Garcia al 66’ dal cuore dell’area di rigore, il risultato viene ribaltato. Il Villarreal risponde per le rime trovando il nuovo pari all’80’ con Sansone che da fuori area trova l’angolino. Il Rayo sale a quota 7 in classifica, il Villarreal si porta a 11 punti staccando la zona retrocessione di una sola lunghezza.

TAGS:
Liga
Spagna
Calcio estero
Barcellona
Betis
Real madrid
Siviglia

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X