Leicester,Ranieri ricorda il patron

Il tecnico della Premier 2016: "Mai una parola fuori posto, sempre allegro"

  • A
  • A
  • A

Claudio Ranieri, l'uomo che ha condotto alla vittoria della Premier il Leicester, ricorda con grande affetto il presidente Vichai Srivaddhanaprabha. “La notizia mi ha scosso tremendamente - ha detto a Sky Sport 24 - Era un uomo buono, aveva sempre parole positive per tutti. E' stato un uomo illuminato, perché tutto quello che ha toccato è andato a migliorare. Ora toccherà al figlio, da sempre innamorato del calcio, ripercorrere le orme del padre".

E' un ricordo commosso quello di Ranieri che alla guida del Leicester ha scritto la favola più bella del calcio mondiale. "La sua positività, come il suo voler far bene era sotto gli occhi di tutti. Veniva negli spogliatoi per dispensare buone parole, mai per un rimprovero. E' stato un uomo illuminato, perché tutto quello che ha toccato è andato a migliorare. Ora toccherà al figlio Top, da sempre innamorato del calcio, ripercorrere le orme del padre. Lui era più appassionato ai cavalli e al polo".

Il primo approccio con lui. "Mi ricordo di aver pensato subito ad una persona positiva, piena di energia. Il mio obiettivo appena arrivato al Leicester era la salvezza, poi sappiamo come è andata. Il suo contributo nella vittoria della Premier? Importante: arrivava mezz'ora prima della partita per abbracciare tutti, mai una parola fuori posto, era sempre allegro, sempre con il sorriso sulle labbra. Ora sono molto dispiaciuto, voglio unirmi al dolore della famiglia".

Un aneddoto. "Appena passato il mio compleanno lui si presentò negli spogliatoi con una torta grandissima e fece cantare ‘happy birthday' a tutti, mi piace ricordarlo così”, ha concluso l'allenatore italiano".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments