EUROPA LEAGUE

Europa League: Pépé salva l'Arsenal all'ultimo tuffo, vincono anche Siviglia, Sporting e Eintracht

Gunners due volte sotto con il Guimaraes, due punizioni dell'ex Lille regala il 3-2 a Emery. Gli andalusi battono 3-0 il Dudelange, i tedeschi piegano 2-1 lo Standard

  • A
  • A
  • A

Nelle gare delle 21 dell'Europa League, l'Arsenal soffre ma batte 3-2 in casa il Vitoria Guimaraes: alle reti di Edwards (8') e Duarte (37'), rispondono Martinelli (32') e una doppietta di Pépé (80' e 92') con due punizioni d'antologia. Facile 3-0 del Siviglia al Dudelange (due gol del “Mudo” Vazquez), vincono anche Eintracht Francoforte (2-1 allo Standard) e Sporting (1-0 al Rosenborg). Nel gruppo della Lazio, il Cluj vince 1-0 a Rennes.

GRUPPO A
Dopo l'anticipo tra Qarabag e APOEL (2-2) il Siviglia è chiamato a mettere in cassaforte la qualificazione in un gruppo che sembra quasi disegnato per gli andalusi. Ci mette un tempo per carburare la squadra di Lopetegui, che abbatte il muro del Dudelange al 48' con un colpo di testa di Franco Vazquez. L'ex Palermo si ripete al 75' con un tap-in sul tiro di Munir, che si mette in proprio tre minuti più tardi siglando il definitivo 3-0 su iniziativa di Escudero.

Classifica: Siviglia 9, Qarabag 4, Dudelange 3, APOEL 1

GRUPPO B
Molto equilibrato il secondo raggruppamento: nella sfida tra le due squadre che comandano il girone, Dinamo Kiev e Copenaghen, finisce 1-1. In Ucraina vanno avanti i danesi dopo soli due minuti, grazie a Sotiriou, con un bolide sotto la traversa da cinque metri. La Dinamo risponde al 53' con il colpo di testa di Shabanov, che su azione da calcio piazzato sorprende il portiere del Copenaghen, Johnsson. Entrambe sono a +1 sul Malmo, che batte 2-1 il Lugano grazie al rigore di Berget (13') e a un gran colpo di tacco di Molins (32'), inutile il tiro all'incrocio di Gerndt (50') per gli svizzeri.

Classifica: Copenaghen 5, Dinamo Kiev 5, Malmo 4, Lugano 1

GRUPPO C
Importante vittoria del Basilea sul campo del Getafe: decisivo il gol al 18' di Frei, che punisce uno scivolone di Dakonam. Il difensore degli Azulones perde l'appoggio e lascia il pallone a Petretta, che serve il centrocampista classe '89 per l'1-0. Gli svizzeri resistono all'assalto del Getafe nonostante l'inferiorità numerica dovuta all'espulsione di Bua (75') e volano a +1 sulla squadra di Bordalas. In coda, il Krasnodar trova i primi punti del girone vincendo 2-0 sul campo del Trabzonspor: reti di Berg (49') dopo che Pereira aveva goffamente tentato di salvare il primo tentativo dello svedese, chiude il risultato Vilhena al 92'.

Classifica: Basilea 7, Getafe 6, Krasnodar 3, Trabzonspor 1

GRUPPO D
Domina il Psv di Mark van Bommel, va più volte vicino alla rete, ma non piega le resistenze del LASK Linz. Gli austriaci impongono lo 0-0 al Philips Stadion di Eindhoven. Inutili i reiterati tentativi di Bergwijn, Gakpo e Schwaab, anzi il LASK nel finale va anche vicino alla beffa con Klauss e Raguz. Olandesi sempre in testa al gruppo D, ma avvicinati dallo Sporting: i portoghesi battono 1-0 il Rosenborg grazie a un fortunato gol di Bolasie (70'), che indirizza di testa un campanile in area di rigore. Sulla traiettoria è decisiva la deviazione di Potzmann, che spiazza Schlager.

Classifica: Psv Eindhoven 7, Sporting 6, LASK Linz 4, Rosenborg 0

GRUPPO E
Si complica il cammino della Lazio, e non solo per la sconfitta del Celtic Park. Il Cluj, infatti, vince per 1-0 a Rennes e si porta a sei punti nel gruppo E. I romeni sono chiaramente avvantaggiati dall'andamento della partita: al 5' Mendy, portiere dei francesi, viene espulso per fallo da ultimo uomo, e dalla punizione che ne consegue arriva il gol partita di Deac (9'), che beffa il neo-entrato Bonet sul suo palo. I padroni di casa, in apertura di ripresa, restano addirittura in nove per l'espulsione di Camavinga (ancora fallo da ultimo uomo), rosso anche a Susic per gli ospiti.

Classifica: Celtic 7, Cluj 6, Lazio 3, Cluj 1

GRUPPO F
L'Arsenal soffre e rischia di cappottare in casa contro il Vitoria Guimaraes, ma riesce a ottenere la terza vittoria su tre grazie al talento di Pépé, che entra al 75' e ribalta il match con due punizioni magistrali all'80' e al 92'. Da apprezzare soprattutto la seconda, diretta all'incrocio dei pali, che allontana i fantasmi di una partita ben giocata dai portoghesi. Il Vitoria va infatti in vantaggio dopo 8' con Edwards, che fa impazzire nel cuore dell'area Bellerin e Tierney, prima di scaricare un destro che batte il portiere. Per i Gunners risponde Martinelli al 32', che di testa punisce un'uscita a farfalle di Joao Miguel e trova il terzo centro in Europa League. Cinque minuti più tardi, Maitland-Niles si addormenta a centrocampo e innesca il contropiede del Vitoria, finalizzato da Duarte, dopo che Davidson aveva colpito il palo. Poco male per Emery, che trova comunque i tre punti grazie al super-acquisto dell'estate. Vince anche l'Eintracht Francoforte, grazie ai gol della difesa: contro lo Standard Liegi segnano infatti Abraham (28') e Hinteregger (73'), inutile la rete di Amallah per la squadra di Preud'homme.

Classifica: Arsenal 9, Eintracht Francoforte 6, Standard Liegi 3, Vitoria Guimaraes 0
 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments