Cska Sofia, Jevtic prega il quarto uomo: "Solo due minuti di recupero?"

Il tecnico pretendeva altri sei minuti di partita e le ha provate tutte per convincere la squadra arbitrale

Non è raro che un allenatore sia in disaccordo con una decisione dell'arbitro ma questa volta la protesta di Nestor Jevtic è andata un po' oltre, anche se non in modo violento. L'allenatore del Cska Sofia, chiamato El Maestro, ha contestato i soli due minuti di recupero nella partita di campionato bulgaro contro il Ludogorets (finita 1-1): ne voleva altri sei e ha pregato in ginocchio il quarto uomo di concederli. Missione fallita.

TAGS:
Cska sofia
Ludogorets
Recupero
Mestro
Nestor jevtic
Preghiera
Arbitro
Bulgaria

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X