LA DECISIONE

Covid, la Cina rinuncia a ospitare la Coppa d'Asia 2023

Pechino ha motivato la decisione di ritirardi con le attuali "circostanze eccezionali" 

  • A
  • A
  • A

La Cina ha rinunciato a ospitare nel 2023 la Coppa d'Asia di calcio a causa del perdurare della pandemia da Covid-19. Lo hanno reso noto fonti della Federazione asiatica (Acf), aggiungendo che Pechino ha spiegato la decisione con le attuali "circostanze eccezionali". Il torneo a 24 nazioni avrebbe dovuto essere giocato in dieci città in stadi per lo più di nuova costruzione a giugno e luglio del prossimo anno.

Getty Images

L'Afc non ha nominato un nuovo Paese ospite per la Coppa d'Asia, limitandosi ad annunciare "ulteriori passi" a tempo debito. Nei giorni scorsi sono stati rinviati a data da destinarsi i Giochi Asiatici, che avrebbero dovuto svolgersi dal 10 al 25 settembre 2022 a Hangzhou in Cina, dopo discussioni dettagliate tra Comitato Olimpico Cinese (Coc), Comitato Organizzatore dei Giochi Asiatici di Hangzhou (Hagoc) e Comitato Esecutivo del Consiglio Olimpico dell'Asia (Oca).

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti