GERMANIA

Bundesliga: lo Stoccarda si salva all’ultimo secondo e manda l’Hertha agli spareggi

L’ultima giornata condanna la squadra della capitale che ora dovrà evitare la Zweite Liga. Union Berlino e Friburgo in Europa League, Colonia in Conference

  • A
  • A
  • A

Lo Stoccarda batte 2-1 il Colonia e resta in Bundesliga, approfittando del ko dell’Hertha Berlino 2-1 a Dortmund. Questo il verdetto principale dell’ultima giornata in Germania. I capitolini ora dovranno affrontare lo spareggio per non andare in Zweite Liga. In Europa League ci vanno Union e Friburgo, in Conference il Colonia. Il Lipsia tiene il 4° posto, Haaland segna e saluta i gialloneri. Pari Bayern con (forse) l’ultimo gol di Lewandowski.

WOLFSBURG-BAYERN MONACO 2-2
Non va oltre il 2-2 il Bayern a Wolfsburg nell’ultima partita stagionale della squadra di Nagelsmann e, secondo alcune voci, anche l’ultima di Lewandowski con questa maglia. Alla Volkswagen Arena, la temperatura è estiva e i ritmi pure. Il vantaggio degli ospiti arriva al 17’ con una firma inusuale: Stanisic. Il croato classe 2000 colpisce di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo e la sua strana palombella risulta imparabile per Casteels. Il Bayern mette le mani sulla partita e trova il raddoppio con il suo bomber polacco. La rete è firmata dalla premiata ditta Muller-Lewandowski: il primo crossa, il secondo “spizza” nella porta avversaria. È il 344esimo gol in carriera con il Bayern, il 35esimo stagionale, quello che potrebbe garantirgli la Scarpa d’Oro. La difesa bavarese si distrae e concede: Kruse la mette dentro e Wind, in girata, accorcia le distanze. Nella ripresa ancora Kruse firma il pari, con un tocco in scivolata. Il Bayern chiude senza vittorie dopo la matematica del Meisterschale: solo due pari e una sconfitta.

BORUSSIA DORTMUND-HERTHA BERLINO 2-1
Al Westfalen Stadion vincono 2-1 i padroni di casa e condannano ai playout la squadra di Magath, cui bastava un punto per salvarsi. Nella giornata dell’addio di Haaland, la scena se la prende Belfodil. Al 16’ scappa sul filo del fuorigioco, Zagadou lo stende e lo stesso ex Inter trasforma il penalty. Un gol che fa respirare l’Hertha. Nella ripresa però una punizione di Guerreiro viene fermata con un tocco di mano e l’arbitro decreta il rigore. Sul dischetto si presenta l’uomo più atteso, che non sbaglia: è l’86esimo gol in maglia Dortmund per Haaland, l'ultimo. I fantasmi della retrocessione iniziano a manifestarsi nelle menti dei berlinesi. Rose mette dentro Moukoko e, a 6 minuti dalla fine, viene premiato. La giovane stellina segna il 2-1 che taglia le gambe all'Hertha. Sarà spareggio per la squadra di Magath, mentre per il Dortmund ora si volta pagina. Tanti i saluti al club: oltre al norvegese infatti lasciano il Borussia, tra gli altri, anche Witsel, Schmelzer e il ds Zorc.

BAYER LEVERKUSEN-FRIBURGO 2-1
Altra sfida combattuta fino alla fine. Il Bayer è già in Champions, il Friburgo deve conquistarsi l’Europa. Partono meglio i padroni di casa spinti da una BayArena gremita, l’occasione migliore però capita agli ospiti con Holer che scheggia il palo. Al 35’ Schick sbaglia e non riesce a siglare il suo 25esimo gol, che gli permetterebbe di raggiungere il record stagionale per il club. Dopo aver iniziato col freno a mano tirato, gli ospiti escono alla distanza e si fanno sempre più pericolosi. L’occasione migliore per il Friburgo se la crea Grifo che al 43’ prova un tiro a giro dei suoi che sfila a lato di pochissimo. Al 53’ il vantaggio: Schick s’invola verso la porta avversaria, potrebbe trovare il gol che tanto cerca ma preferisce l’altruismo. Serve quindi una palla solo da spingere dentro ad Alario che fa 1-0. Il ceco colpisce poi la traversa e il Bayer sbaglia troppo. Ne approfitta il Friburgo che pareggia con Haberer all’88’. Gli ospiti s’ingolosiscono e vedono il traguardo Champions ora alla portata ma devono subire il 2-1. Lo segna Palacios approfittando dell’uscita del portiere avversario che era salito per colpire di testa su un corner. Vince il Bayer, per il Friburgo sarà “solo” Europa League.

BORUSSIA MONCHENGLADBACH-HOFFENHEIM 5-1
Chiude la stagione con una goleada il Borussia. Il 5-1 rifilato all’Hoffenheim permette alla squadra di Hutter di arrampicarsi fino alla decima piazza, ma non salva di certo un’annata deludente. Passano in vantaggio gli ospiti con Kramaric al 4’, poi i padroni di casa si mettono in moto e dilagano. Al 25’ Plea salta tutti, sul suo destro però il portiere avversario si supera. Sulla respinta non può nulla sull’appoggio facile facile di Stindl. Al 43’ Il francese segna un rigore e va in doppia cifra stagionale, ma è nella seconda frazione che il Monchengladbach fa il vuoto. Tre reti in rapida successione: prima Hofmann, poi Embolo e quindi di nuovo Hofmann.

STOCCARDA-COLONIA 2-1
Emozioni a non finire nella gara più tesa della giornata. Lo Stoccarda si salva all’ultimo secondo e resta in Bundesliga. La squadra di casa parte a tutta e si guadagna un rigore. Sasa Kalajdzic lo sbaglia ma, sul corner successivo, svetta più in alto di tutti e di testa, sua specialità, mette una pezza al suo errore, regalando ai suoi l’1-0. È il sesto gol per uno dei papabili per il post Lewandowski. È il momento migliore per i padroni di casa: Endo colpisce il palo al 35’, ma sono tanti i contropiedi sciupati. Nella ripresa, al 59’ il portiere di casa Muller fa la frittata e non riesce a bloccare un facile pallone. Sulla sfera vagante si avventa Modeste che pareggia. La gara resta in bilico fino alla mischia finale del 92’. Qui Endo sbuca dal nulla e segna il gol della salvezza. Esplode la Mercedes Benz Arena, la squadra di Matarazzo coglie una salvezza ad un certo punto ormai insperata.

UNION BERLIN-BOCHUM 3-2
Grandi emozioni anche nell’ultima dell’Union che strappa un 3-2 fondamentale. I berlinesi ballano tra Europa League e Conference League, ma con una combinazione di risultati potrebbero anche mancare la qualificazione alle coppe. Dall’altro lato del campo un Bochum già capace di grandi imprese in stagione, ma comunque tranquillo e con l’unico obiettivo di finire nella parte sinistra della classifica. Dopo 5’ l’Union è già avanti con Promel, al 24’ il raddoppio di Awoniyi, che segna il suo gol numero 14 gol su rigore. Nella ripresa però il calo: Zoller accorcia le distanze al 55’ e, venti minuti dopo, ecco la rete inaspettata del pareggio. La segna Lowen, disegnando una bella parabola di destro. Nel momento più complicato ritorna l’uomo del destino per l’Union. È ancora Awoniyi a fare 3-2, la seconda squadra di Berlino centra così la seconda qualificazione europea consecutiva.

MAINZ-EINTRACHT FRANCOFORTE 2-2
Poco in ballo a Mainz e tanto spettacolo. Finisce 2-2 tra due squadre che non avevano più nulla da chiedere al campionato. L’Eintracht inoltre è concentrato su quanto succederà nella prossima finale di Europa League: Glasner infatti schiera i suoi titolari ma la testa è a Siviglia. Le reti che fissano il pari finale sono di Ingvartsen, autore di una doppietta e di Tuta e Borré per gli ospiti.

ARMINIA BIELEFELD-LIPSIA 1-1
L’Arminia è la seconda squadra a retrocedere in Zweite Liga, dopo il Greuther Furth. Mancava solo la matematica ed è arrivata con il pari interno con il Lipsia (1-1). Serviva, infatti, una combinazione difficilissima di risultati per portare l’Arminia agli spareggi, ma i ragazzi di Kostmann non ce l’hanno fatta. Il vantaggio per i padroni di casa è segnato da Serra, il pari con Orban nel recupero. Gli uomini di Tedesco centrano l’obiettivo Champions ma lo fanno faticando non poco e, temendo a lungo, per l’assalto del Friburgo al quarto posto.

AUGSBURG-GREUTHER FURTH 2-1
Finisce con una vittoria casalinga la partita con meno appeal della giornata. L’Augsburg è già salvo, il Greuther Furth già retrocesso: ne esce una partita dai ritmi blandi e con poche occasioni. La sblocca la squadra di casa all’11’ con un rigore trasformato dall’italotedesco Caligiuri. Il pari arriva al 23’ con il giovane talento Ngankam, una delle poche luci in una stagione da dimenticare per il fanalino di coda del campionato che chiude a 18 punti. La sconfitta del Greuther, la 22esima in stagione, arriva per mano di Gregoritsch che regala l’ultima gioia stagionale ai suoi.

CLASSIFICHE FINALI

Vedi anche Barcellona, pronta l'offerta per Lewandowski: il Bayern ha fretta di chiudere Calcio estero Barcellona, pronta l'offerta per Lewandowski: il Bayern ha fretta di chiudere

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti