GERMANIA

Bundesliga: Haaland ribalta l’Augusta 5-3, il Lipsia è sempre più primo

Una tripletta in 23 minuti del nuovo acquisto (da subentrato) regala al Dortmund il successo in rimonta e il terzo posto, i Tori Rossi consolidano la vetta grazie al 3-1 sull'Union Berlino

  • A
  • A
  • A

Bastano pochi minuti al nuovo acquisto del Borussia Dortmund, Erling Haaland, per mostrare le sue qualità. L’ex attaccante del Salisburgo entra in campo ad Augusta (sul risultato di 3-1) e firma la tripletta dal 59’ al 79’ che consente ai gialloneri di vincere in rimonta 5-3 e di agganciare il terzo posto. Il Lipsia consolida la vetta ribaltando 3-1 l’Union Berlino nella ripresa con Werner (doppietta) e Sabitzer. Il Friburgo sale in sesta posizione.

LIPSIA-UNION BERLINO 3-1
Il Lipsia vola a +5 sul secondo posto occupato dal Borussia Mönchengladbach e consolida il primato in classifica. Dopo una buona occasione per Andrich, il cui destro termina alto, l’Union Berlino riesce comunque a passare al 10’: Anderssonn salta Klostermann e serve perfettamente Bulter, che con un sinistro incrociato sul secondo palo supera Gulácsi per il sorprendente vantaggio ospite. Al 24’ Adams serve di prima Schick con un passaggio in profondità; il ceco conclude immediatamente ma colpisce solo la gamba del portiere Gikiewicz. Il Lipsia spinge e sfiora il gol con Mukiele, ma inizio ripresa ribalta il risultato nel giro di 6 minuti: prima Werner pareggia i conti al 51’ con un gran destro di controbalzo sotto l’incrocio dei pali, poi Sabitzer risolve in semirovesciata una mischia nata sugli sviluppi di un calcio d’angolo al 57’. È una dura botta per l’Union Berlino, che non riesce praticamente più a reagire al micidiale uno-due della capolista della Bundesliga, che chiude definitivamente il match all’83’: Sabitzer crossa per la testa di Halstenberg, che non impatta la sfera, ma alle sue spalle c’è Werner che stoppa e tira in rete col destro. Ottava vittoria nelle ultime nove partite in campionato per i Tori Rossi.

AUGUSTA-BORUSSIA DORTMUND 3-5
Un inizio da predestinato quello di Erling Haaland che con una tripletta esordisce alla grande nella sua nuova avventura nel campionato tedesco. Reus sciupa una buona occasione alla mezz’ora, ma al 34’ sono i padroni di casa a sbloccare la situazione: Vargas scappa via sulla sinistra, resiste alla pressione di Hummels e mette al centro un traversone preciso per Niederlechner, che in spaccata supera Bürki a pochi centimetri dalla linea di porta. Si rientra in campo e l’Augusta mette subito in chiaro le cose con un immediato raddoppio dopo appena 18 secondi dall’inizio della ripresa, quando un destro dalla distanza di Richter s’insacca a fil di palo superando un immobile Bürki. Il 2-0 in realtà resiste solamente poco più di tre minuti, perché Brandt si gira molto bene in area avversaria e scarica un sinistro potente che non lascia scampo a Koubek e che riapre subito i giochi. Lo sforzo del Dortmund si rivela però vano, in quanto ci pensa nuovamente Niederlechner a ristabilire le distanze in scivolata al 55’. Tuttavia, cambia tutto ancora pochissimi minuti più tardi: al 56’ il nuovo grande acquisto dei gialloneri Haaland debutta con la sua nuova squadra subentrando a Piszczek e al 59’ accorcia le distanze con un bel sinistro rasoterra di prima intenzione che bacia il palo interno e che vale il 3-2. Al 61’, poi, Sancho trova il 3-3 sul lungo lancio dalle retrovie di Hummels, superando il portiere e depositando comodamente in rete. Haaland è in grande giornata al suo esordio in Bundesliga e completa la rimonta del Borussia con la sua tripletta personale: prima chiudendo a porta vuota un’azione personale di Hazard al 70’, poi firmando il definitivo 5-3 con un piatto sinistro su assist di Reus. L’attaccante norvegese ex Salisburgo comincia nel migliore dei modi e fa capire a tutti che quei 20 milioni spesi per lui sono valsi tutti.

MAGONZA-FRIBURGO 1-2
Kwon Chang-Hoon porta in vantaggio il Friburgo al 28’ con un bell’esterno sinistro al volo su cross di Petersen. Quest’ultimo firma il raddoppio al 41’ ribattendo in rete un salvataggio sulla linea di Niakhate sul tocco sotto di Gulde. I padroni di casa crescono e provano a rimettersi in gioco con un colpo di testa rocambolesco di Mateta a 8’ dalla fine, ma ormai è troppo tardi. Il Friburgo vince 2-1 e sale in classifica al sesto posto.

HOFFENHEIM-EINTRACHT FRANCOFORTE 1-2
Brutto stop per l’Hoffenheim. L’Eintracht passa in vantaggio al 18’: Gacinovic s’invola sulla destra e mette al centro un traversone per Dost che piega le mani al portiere Pentke. L’Hoffenheim pareggia i conti al 48’ con un gran sinistro di Stafylidis sul secondo palo sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma è costretto poi a capitolare sul preciso colpo di testa sul secondo palo di Chandler, che sfrutta ottimamente il cross dalla sinistra di Kostic.

COLONIA-WOLFSBURG 3-1
Al 22’ un colpo di testa di Cordoba sulla punizione dalla sinistra di Uth sblocca il risultato a favore del Colonia, che poi raddoppia nel secondo minuto di recupero con un diagonale sinistro rasoterra sul secondo palo da parte sempre di Cordoba, su assist di Skhiri. Il colpo di testa di Hector sulla sponda di Czichos vale il 3-0; Steffen segna il gol della bandiera per il Wolfsburg.

DÜSSELDORF-WERDER BREMA 0-1
Il Werder Brema vince un importantissimo scontro salvezza sul campo del Düsseldorf, scavalcando proprio quest’ultimo in terzultima posizione. La rete che decide la sfida viene messa a segno al 67’ con un autogol di Kastenmeier, nel tentativo di anticipare Moisander (che verrà poi espulso) su una punizione di Rashica battuta dalla sinistra.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments