GERMANIA

Bundesliga: cadono Lipsia e Leverkusen, il Bayern ringrazia

Le sconfitte rispettivamente contro Mainz e Wolfsburg potranno consentire ai campioni in carica di potere volare a +7. Sale in classifica l'Eintracht

  • A
  • A
  • A

Il sabato della 18esima giornata di Bundesliga sorride al Bayern, nonostante disputerà la propria partita domani contro lo Schalke ultimo. La seconda e la terza in classifica cadono infatti entrambe: il Lipsia perde 3-2 a Mainz mentre il Leverkusen ha la peggio 1-0 contro il Wolfsburg (ora terzo insieme al Bayer). I bavaresi potranno volare a +7 sulle dirette inseguitrici. Cinquina dell’Eintracht a Bielefeld con André Silva; Union Berlino ko.

MAINZ-LIPSIA 3-2
Clamoroso ko per la formazione seconda in classifica, che cade sul campo della penultima, regalando così un’ulteriore possibilità di fuga per il Bayern capolista. Lipsia in vantaggio al 14’ grazie ad Adams, abile a infilare un tap-in vincente dopo la traversa di Sabitzer colpita con un gran destro dalla distanza. Al 24’ Niakhate pareggia i conti sugli sviluppi di un calcio di punizione, respinto corto dal portiere Gulacsi. Allo scoccare della mezz’ora Halstenberg riporta avanti nel punteggio gli ospiti su calcio d’angolo, ma cinque minuti più tardi Niakhate ristabilisce nuovamente la parità. Dopo un primo tempo molto vivace, anche la ripresa non nega emozioni: Danny da Costa serve con un assist preciso Barreiro Martins che non può fare altro che mettere alle spalle di Gulacsi. È la rete che decide la sfida a favore di un ottimo Mainz. Il Bayern può scappare in vetta a +7.
 
BAYER LEVERKUSEN-WOLFSBURG 0-1
Vittoria pesantissima per il Wolfsburg, che in un colpo solo arresta bruscamente la corsa del Bayer Leverkusen verso la vetta della classifica e lo aggancia invece al terzo posto. Dopo un palo clamoroso colpito da Lucas Alario, sul fronte opposto, al 35’, è la formazione di Glasner a sbloccare la situazione: Renato Steffen pesca in area con un bel cross Baku che da due passi manda il pallone in rete Baku. Il portiere Casteels tiene il risultato sullo 0-1 sulle belle conclusioni di Alario e di Diaby. Il Bayer non riesce però minimamente a rendersi più pericoloso; anzi. Sono gli ospiti a sfiorare il raddoppio nel finale con un tiro potente di Weghorst sul quale Hradecky si supera con una prodezza. Le Aspirine rischiano seriamente di vedere il Bayern volare a +10.

BIELEFELD-EINTRACHT FRANCOFORTE 1-5
Grande successo per l’Eintracht Francoforte, corsaro a Bielefeld con un netto 5-1 che gli regala la sesta posizione (che varrebbe l’Europa), superando in un colpo solo Borussia Dortmund e Union Berlino. L’ex milanista André Silva porta avanti gli ospiti al 25’ con un sinistro ravvicinato al volo, in mezza rovesciata, dopo una carambola della difesa dei padroni di casa. Un paio di minuti più tardi Kostic disegna un mancino perfetto che s’insacca all’angolino basso, mentre il piattone vincente di André Silva vale il tris dell’Eintracht al 33’, nonché la doppietta del portoghese. Cordova accorcia di testa, ma un autogol di Nilsson e la rete di Jovic nel finale vale il pokerissimo del Francoforte.

AUGSBURG-UNION BERLINO 2-1
Dopo il successo prestigioso contro il Leverkusen arriva la seconda sconfitta consecutiva per l’Union Berlino, che scivola così all’ottavo posto. Al 17’, alla prima occasione, l’Augsburg va avanti: sponda aerea di Hahn e destro angolato di Niederlechner. Al 25’ Awoniyi reclama palla in area di rigore e, spalle alla porta, serve Ingvartsen, che pareggia i conti con un bel piatto sinistro sotto le gambe del difensore Oxford. La formazione di Herrlich non ci sta e, nonostante un dominio territoriale dei capitolini, torna in vantaggio a inizio ripresa: al 47’, infatti, un tiro-cross di Richter sbatte sul il palo e Niederlechner ribadisce in rete da distanza ravvicinata. Ingvartsen fallisce il rigore del possibile 2-2: Gikiewicz gli sbarra infatti la strada.

FRIBURGO-STOCCARDA 2-1
Il Friburgo torna alla vittoria dopo tre settimane e consolida la propria nona posizione. Stoccarda in vantaggio al 7’ con Wamangituka dopo un lungo consulto con il Var. Demirovic riporta il risultato sulla parità, complice anche una deviazione decisiva che inganna il portiere Kobel. Poi, al 37’, la squadra di Streich completa la rimonta, quando Woo-Yeong Jeong sigla il 2-1 da centro area. Gonzalez avrebbe la possibilità di pareggiare i conti allo scadere del primo tempo su rigore, ma Muller lo ipnotizza. Due altre occasioni per l’attaccante argentino vengono salvate prima dal portiere del Friburgo e poi dal palo.

HERTHA BERLINO-WERDER BREMA 1-4
Il Werder Brema rifila quattro reti in trasferta all’Hertha Berlino e si allontana dalla zona retrocessione. Primo tempo vivace all’Olympiastadion. Un fallo evidente di Mittelstadt provoca il rigore a favore del Werder: Selke spiazza il portiere avversario trasformando con freddezza al 10’. Tuttavia anche all’Hertha viene concesso un penalty; questa volta, però, l’esito non è lo stesso, perché Pavlenka para il tentativo di Cunha dagli undici metri. Così, alla mezz’ora, Toprak raddoppia di testa sul calcio d’angolo di Bittencourt e sembrerebbe mettere in ghiaccio la sfida. Ci pensa quindi Cordoba, su assist di Pekarik, a incornare il gol che dimezza le distanze. Nella ripresa (57’) va a segno Bittencourt, seguito da Sargent (78’), che chiudono definitivamente i conti.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments