LA DECISIONE

Allarme coronavirus, la Premier League vieta le strette di mano

Giocatori e arbitri non potranno salutarsi nel solito modo

  • A
  • A
  • A

Il coronavirus si sta rapidamente espandendo per l'Europa e i primi casi di contagio sono arrivati anche in Inghilterra. La Premier League ha deciso, così, di prendere i primi provvedimenti per la tutela della salute di tutti gli attori vietando fino a nuova comunicazione, le rituali strette di mano tra calciatori e arbitri e tra gli stessi giocatori. Il resto del protocollo pre-partita non viene intaccato.

IL COMUNICATO DELLA PREMIER LEAGUE
"La stretta di mano di saluto tra i giocatori e gli ufficiali di gara in Premier League non avrà luogo da questo fine settimana fino a nuovo avviso sulla base di un parere medico. Il coronavirus si diffonde attraverso le goccioline dal naso e dalla bocca e può essere trasmesso alle mani e trasmesso tramite una stretta di mano. Le squadre e gli ufficiali di gara eseguiranno comunque il resto del protocollo tradizionale prima di ogni appuntamento. Entrando nel campo di gioco, le due squadre continueranno ad allinearsi, accompagnate dalla musica della Premier League, quindi i giocatori della squadra di casa supereranno la loro opposizione senza stringere la mano".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments