Calcio

Lunga intervista a Riccardo Saponara sulle pagine di Sport Week. Il trequartista viola, legatissimo ad Astori, ricorda con affetto il capitano gigliato: "Fosse successo in campo, quando il cuore è sotto stress, forse lo avrei perfino accettato. Ma così, è dura. Il mio post su Instagram? Non volevo che avesse tutta questa risonanza, è stato fatto di di getto. Non dovrei dirlo, l'ho scritto mentre ero al volante. Ho voluto rendere omaggio ad Astori, raccontando quello che lui ha dato a ciascuno di noi. Ogni tanto parliamo di lui, lo ricordiamo, però a volte è difficile pronunciare il suo nome, rimane come un tabù. Il dolore che abbiamo provato lo teniamo chiuso dentro. Si dice che se ne vanno sempre i migliori: nel suo caso è vero. Era legato ad un tipo di calcio che si sta perdendo, fatto di uomini e non di personaggi".

Tempo reale
  • A
  • A
  • A