Coppa Italia: Fiorentina-Roma 7-1, la Viola è in semifinale

La squadra di Pioli demolisce i giallorossi con la tripletta di Chiesa, Muriel, Benassi e Simeone (2): inutile la rete di Kolarov, Dzeko espulso al 71'

di
  • A
  • A
  • A

Nel secondo quarto di finale della Coppa Italia, la Fiorentina travolge una Roma irriconoscibile e si qualifica alla semifinale. Al Franchi finisce 7-1 per la squadra di Pioli, che festeggia grazie alla tripletta di Chiesa (7', 18' e 29'), Muriel (33'), Benassi (66') e alla doppietta di Simeone nel finale (79' e 89'). Di Kolarov la rete dei giallorossi (28'). Dzeko viene espulso al 71'. La Viola ora affronterà la vincente di Atalanta-Juve.

LA PARTITA
Finisce con un'umiliazione difficile da descrivere perché a certi livelli, da giocatori professionisti, puoi aspettarti anche la serata più storta e negativa ma certamente non si può immaginare una resa imbarazzante e senza il minimo senso. Un gruppo di calciatori, la Roma, che dopo l'espulsione di Dzeko (era il 71' e si era sul 4-1) smette di giocare e finisce per essere devastato senza quasi più opporre resistenza. I venti minuti finali, gravi e sconcertanti, raccontano di un gruppo fragile, a dire poco, dal punto di vista emotivo e mentale. Un'ulteriore conferma dopo la rimonta subita dall'Atalanta (da 3-0 a 3-3) tre giorni fa. Una situazione imbarazzante che a Di Francesco rischia di sfuggire dalle mani.

La partita è a senso unico sin dall'inizio e il merito, va sottolineato, è prima di tutto della Fiorentina, che azzanna la sfida come se fosse una finale. Chiesa apre le danze già dopo sette minuti (ottimo assist di Mirallas) e raddoppia al 18' grazie a un altro assist del belga. Florenzi è fermo sulle gambe, Fazio e Manolas con la testa altrove, la mediana giallorossa invece viene assaltata in ogni dove da Benassi, Veretout ed Edimilson. Il lampo di Kolarov (gran sinistro al 28') dà l'illusione che possa esserci una partita, ma l'immediato 3-1 di Muriel ribadisce le sensazioni iniziali.

Di Francesco risponde con un doppio cambio all'intervallo: dentro Dzeko e Lorenzo Pellegrini per Nzonzi e Pastore. Il problema, però, è nella testa dell'intera rosa e infatti Benassi è libero di calare il poker al 66', dopodiché Dzeko perde il controllo e si fa cacciare dal direttore di gara al minuto 71. Un atteggiamento, quello del bosniaco e poi del resto dei compagni, che non ha giustificazioni e che finisce per spalancare autostrade a una Fiorentina senza pietà: Chiesa infila la tripletta personale da pochi passi, poi c'è gloria anche per il Cholito Simeone (79' e 89') per un 7-1 che sarà impossibile da cancellare.

LE PAGELLE

Chiesa 8,5 - Indirizza la sfida con una doppietta in meno di 20 minuti. E' rapido, furbo e assetato di vittorie: nella ripresa prende un duro colpo al ginocchio ma sceglie di restare in campo, fino al tris che manda definitivamente in tilt la Roma.

Mirallas 7,5 - Scatenato in avvio, quando contribuisce in maniera importante a fare decollare la squadra. Poi, in mezzo alla doccia, danza che è un piacere.

Simeone 7 - Entra con le giuste motivazioni, anche se la partita è già in archivio. Chiude con una doppietta importante più che altro per il morale.

Manolas-Fazio 4 - Disastri su disastri in mezzo alla difesa. La Fiorentina sfonda come e quando vuole.

Florenzi 4 - Perde il duello con Mirallas e la Fiorentina sblocca la partita, poi lo stesso accade con Biraghi ed è tris viola. Sprofonda anche lui insieme al resto dei compagni.

Pastore 4,5 - Molle, lento, quasi svuotato. Viene sostituito dopo un primo tempo da fantasma.

Dzeko 4 - Entra nel secondo tempo per guidare la riscossa, ma in realtà non riesce a esprimersi. Si fa cacciare a metà ripresa dopo aver detto qualcosa di troppo all'arbitro: inconcepibile per uno con la sua esperienza.

IL TABELLINO

FIORENTINA-ROMA 7-1
Fiorentina (4-3-3): Lafont 6,5; Milenkovic 7, Pezzella 7, Vitor Hugo 6,5 (22' Laurini 7), Biraghi 7,5; Benassi 7,5, Veretout 7,5, Edimilson 7; Chiesa 8,5 (32' st Gerson 6,5), Muriel 7,5 (28' st Simeone 7), Mirallas 7,5.
A disp.: Terracciano, Brancolini, Ceccherini, Diks, Hancko, Norgaard, Dabo, Thereau, Pjaca. All.: Pioli 8
Roma (4-2-3-1): Olsen 4; Florenzi 4, Manolas 4, Fazio 4, Kolarov 5; Nzonzi 4,5 (1' st Lo. Pellegrini 4), Cristante 4; Zaniolo 5,5, Pastore 4,5 (1' st Dzeko 4), El Shaarawy 5 (32' st De Rossi 5); Schick 4.
A disp.: Fuzato, Greco Marcano, Karsdorp, Santon, Lu. Pellegrini, Riccardi, Coric, Kluivert. All.: Di Francesco 4
Arbitro: Manganiello
Marcatori: 7', 18' e 29' st Chiesa (F), 28' Kolarov (R), 33' Muriel (F), 21' st Benassi (F), 34' st e 44' st Simeone (F)
Ammoniti: 
Zaniolo, El Shaarawy, Lo. Pellegrini (R); Muriel (F)
Espulsi:
26' st Dzeko (R) per proteste 

LE STATISTICHE
La Fiorentina non segnava 7 gol in un match di Coppa Italia dal settembre 1969 contro il Bari.
Questa è solo la sesta volta nella sua storia in cui la Roma subisce 7 gol nello stesso match, la prima in Coppa Italia (l'ultima era stata contro il Bayern nel 2014).
La Roma non aveva mai perso nella sua storia un match di Coppa Italia con 4 o più gol di scarto.
La Fiorentina ha segnato 7 gol con 9 tiri nello specchio in questo match.
Federico Chiesa ha partecipato attivamente a 8 dei 16 gol segnati dalla Fiorentina in questo inizio di 2019 (7 reti e un assist).
Federico Chiesa ha segnato 3 marcature multiple nelle sue ultime 4 presenze con la Fiorentina, non ne aveva segnata nemmeno una nelle sue prime 91.
Nono gol di Kolarov con la maglia della Roma: il calciatore serbo ha ora segnato in tutte e tre le competizioni giocate con la maglia giallorossa.
Luis Muriel ha segnato 4 gol con i suoi primi 4 tiri nello specchio con la maglia della Fiorentina.
Era dagli ottavi di finale del 2014/15 contro l'Atalanta che la Fiorentina non segnava 3 gol in un primo tempo di Coppa Italia.
Luis Muriel ha segnato cinque gol in 9 presenze di Coppa Italia.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments