Chiellini, 12 anni dal debutto-Juve: "Al posto di un certo Nedved..."

Il 15 ottobre 2005 la "prima" del difensore in maglia bianconera. Il racconto di sofferenze e trionfi

Chiellini, 12 anni dal debutto-Juve: "Al posto di un certo Nedved..."

"Sembra ieri ma sono trascorsi dodici anni". Giorgio Chiellini ha ripercorso la sua carriera in bianconero ai microfoni di Juventus Tv. Una storia d'amore tra il difensore e il club bianconero iniziata con l'esordio il 15 ottobre 2005 nel match contro il Messina. Arrivato poco più che un ragazzino, ha collezionato 442 presenze, 34 gol e svariati titoli, divenendo anno dopo anno punto di riferimento, simbolo e leader della Juventus.

"Il debutto in bianconero? Ovviamente immensa emozione. Ero arrivato da poco più di due mesi ed è stato necessario un po' di tempo per ambientarmi in quel gruppo di campioni", ha ammesso. "Basti pensare che il quella sfida ho sostituito il Pallone d'Oro e nostro attuale vice-presidente Pavel Nedved. Qui sei catapultato in un'altra realtà ed è normale all'inizio fare un po' fatica".
Una delle tappe particolari per Chiellini è stata la vittoria del primo dei sei scudetti consecutivi, che hanno permesso alla Juventus di entrare nella leggenda: "Quel titolo è arrivato dopo anni di sofferenze, al termine di una stagione incredibile con una rincorsa sul Milan da imbattuti. Dopo tante difficoltà, quella è stata una rinascita: c'era una tensione incredibile in quella settimana e l'esplosione di gioia vissuta a Trieste è stata una delle più grandi della mia vita", ha rivelato il difensore.

Tre anni dopo gol in finale e la conquista della Coppa Italia da capitano, una vittoria sia di squadra ma anche personale di Chiellini: "È stata una partita speciale, perché il gol è stato dedicato a mia figlia, che sarebbe nata pochi mesi dopo. Inoltre è stata la mia prima coppa alzata da capitano. Un'emozione forte. Il primo trofeo di un triennio di tre 'doblete' consecutivi", ha aggiunto il difensore toscano. "Nel 2015 e nel 2017 siamo stati ad un passo dalla storia, con due finali di Champions League". Il finale non è stato dei migliori in entrambi i casi: "Ripensandoci si prova sempre un po' di delusione ma anche la consapevolezza di avere fatto qualcosa di straordinario", ha concluso.

TAGS:
Calcio
Juve
Chiellini

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X