Cagliari furioso: "Rigore assurdo, Var barzelletta. Al Napoli non avrebbero fatto una cosa così"

Marcello Carli, ds dei sardi, esplode nel post-partita: "Puniti da chi vuole fare il fenomeno"

Cagliari furioso: "Rigore assurdo, Var barzelletta. Al Napoli non avrebbero fatto una cosa così"

Il Cagliari è furioso per il rigore concesso al Napoli al 98esimo per un tocco di mano di Ionita che visto e rivisto lascia piuttosto perplessi, non per il tocco in sè che è chiaro ma per la posizione del giocatore rossoblù. Rolando Maran, espulso per proteste, ha deciso di non presentarsi nelle interviste post-gara ma a esprimere tutto il disappunto per la decisione del VAR e dell'arbitro Chiffi ci ha pensato il ds dei sardi Marcello Carli, decisamente alterato: "Così il VAR è una barzelletta - ha detto il dirigente cagliaritano - è un rigore assurdo, come si fa a capire che il braccio sia dentro o fuori l'area di rigore. Il Var sta diventando una barzelletta. Il Var è uno strumento straordinario, ma adesso lo si sta snaturando e svilendo. Per il Cagliari 1 punto contro una squadra come il Napoli è vita. Mi sembra che ormai bisogna giustificare la presenza del Var e si cerca di essere protagonisti. Oggi siamo stati puniti da chi ha voluto fare il fenomeno. Contro il Napoli non l'avrebbero mai fatta una cosa così, ci sentiamo presi in giro da una decisione cervellotica. Il gruppo è devastato, l'allenatore è stato espulso. Per noi questa era una finale di Coppa di Campioni. Siamo incazzati neri".

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X