Colpo Bologna: Miha ferma il Toro

Granata in vantaggio con un'autorete, rimonta rossoblu con Poli, Pulgar e Orsolini. Inutile il gol di Izzo. Mazzarri k.o. dopo quattro vittorie consecutive

  • A
  • A
  • A

Nel 28.esimo turno di Serie A, il Torino cade in casa per 3-2 contro il Bologna allenato dall'ex Sinisa Mihajlovic. Granata avanti al 6' con un autogol di Pulgar. Il Bologna in 5' ribalta la partita: pareggio al 29' con Poli, vantaggio al 34' con un rigore di Pulgar concesso dalla Var. Orsolini al 65' firma il 3-1 in contropiede. Inutile il 3-2 di Izzo all'89'. Nel finale espulsi Lyanco e Ola Aina. Torino sesto, il Bologna supera l'Empoli terz'ultimo.

Sinisa Mihajlovic non poteva sperare in una notte migliore. Alla prima in casa della sua ex squadra, l'allenatore serbo infonde un po' di spirito granata tra i rossoblu. Il Bologna, sotto la sua gestione, ha già fatto due scalpi prestigiosi in trasferta: l'Inter e, adesso, il Torino. Gli uomini di Walter Mazzarri, che nelle gare casalinghe di Serie A non prendevano gol da tre mesi, ne subiscono tre in un colpo solo. Merito di un Bologna mai domo, che imposta la partita su ritmi alti e già dopo 2' troverebbe la rete, ma Lyanco carica in modo falloso Sirigu. Il Torino risponde prima con Belotti, che sciupa a porta vuota un tap-in solo da appoggiare in rete, poi con lo schema da corner che vale l'1-0 dopo 6': soluzione rasoterra, velo che favorisce Ansaldi, il tiro dell'esterno viene deviato da Pulgar in rete. Per la Lega è autogol del cileno. Il Bologna pressa e trova il gol del pareggio al 29': Poli prende posizione su Ansaldi e capitalizza un cross dalla destra di Palacio, Sirigu raccoglie il pallone dalla rete e lo scaraventa in aria per la rabbia. Dopo cinque minuti, una clamorosa ingenuità di Meité (mano alzata a fermare la traiettoria di un corner bolognese) regala il rigore agli ospiti: Pulgar si rifà e spiazza Sirigu con freddezza. Si va all'intervallo sul 2-1 per gli uomini di Mihajlovic.

La ripresa vede il Torino arrembante dalle parti di Skorupski. Dopo dieci minuti è Rincon a impegnare severamente l'ex portiere dell'Empoli, che respinge sui piedi di Belotti. Ma il Gallo non canta stavolta, e tarda la conclusione. Il 4-2-3-1 disegnato da Mihajlovic esalta le qualità di Palacio, falso nove che spazia su tutto il fronte d'attacco. Non può correre come ai vecchi tempi, ma il piede e la testa rimangono quelli. Su un suo cross, Sansone farebbe il 3-1, ma la rete è annullata dalla Var per fuorigioco. Poi, al 65', guida un tre contro due, chiuso magistralmente da Orsolini, con un esterno sinistro delicato. Mazzarri si appoggia senza forze alla panchina: quasi non vuole guardare il campo, dopo che Rincon ha perso una palla sanguinosa a centrocampo regalando il contropiede letale degli emiliani. Anche i cambi non danno frutti: Falque, Berenguer e Lukic per Baselli, Djidji e Meité, per un Toro a netta trazione offensiva, con quattro punte. Tant'è che il gol del 3-2 arriva in undici contro dieci (Lyanco espulso all'88') e su errore di Skorupski, che non trattiene un colpo di testa di Izzo all'89'. Nel finale cartellino rosso anche Ola Aina. Il Torino resta sesto a 44 punti e fallisce l'aggancio alla Roma, il Bologna va a 24 e supera l'Empoli terz'ultimo.

Belotti 4.5: si sbatte come al solito, ma a un attaccante è comunque richiesto il gol. E il Gallo ne spreca tre: clamoroso addirittura il primo, a porta vuota in apertura. Che la mancata convocazione in Nazionale abbia inciso?
Meité 5: parte bene, impegnando Skorupski in una gran parata, ma commette una clamorosa ingenuità in occasione del rigore del 2-1, e non si riprende più. Sembra un altro giocatore rispetto a quello ammirato nel girone di andata.

Palacio 7.5: 37 anni e non sentirli. Schierato riferimento avanzato nel 4-2-3-1, l'ex attaccante dell'Inter dosa corse ed energie e mette tecnica ed esperienza al servizio della squadra. Che ne giova: due assist per Poli e Orsolini, ne farebbe anche un terzo ma la Var annulla per fuorigioco di Sansone.
Poli 7: il suo ingresso cambia volto alla partita. Dzemaili garantiva tanto ordine ma poca corsa, a Mihajlovic servivano più inserimenti e il centrocampista trevigiano lo ha premiato con il gol dell'1-1 e garantendo copertura e leadership.

TORINO-BOLOGNA 2-3
Torino (3-5-2): Sirigu 6.5; Izzo 6.5, N'Koulou 5.5, Djidji 5.5 (27' st Berenguer 6.5); Aina 5, Baselli 5.5 (10' st Iago Falque 5.5), Rincon 5, Meité 5 (32' st Lukic sv), Ansaldi 6; Zaza 5, Belotti 4.5. A disposizione: Ichazo, Rosati, De Silvestri, Moretti, Bremer, Parigini. All. Mazzarri 5.5.
Bologna (4-2-3-1): Skorupski 6; Mbaye 5.5, Lyanco 5.5, Danilo 6.5, Dijks 6.5; Dzemaili 6 (22' Poli 7), Pulgar 6.5; Orsolini 7 (41' Mattiello sv), Soriano 7, Sansone 6.5 (37' st Svanberg sv); Palacio 7.5. A disposizione: Da Costa, Calabresi, Gonzalez, Paz, Donsah, Edera, Krejci, Destro, Falcinelli. All. Mihajlovic 7.
Arbitro: Mariani.
Marcatori: 6' aut. Pulgar (T), 29' Poli (B), 34' rig. Pulgar (B), 20' st Orsolini (B), 44' st Izzo (T)
Ammoniti: 11' Baselli (T), 41' Soriano (B), 5' st Sansone (B), 11' st Lyanco (B), 30' st N'Koulou (T), 47' st Ola Aina (T)
Espulsi: 43' st Lyanco (B) per doppia ammonizione, 47' st Ola Aina (T) per doppia ammonizione

• Il Bologna ha vinto due match di fila in Serie A per la prima volta dal febbraio 2018.
• Il Torino non perdeva un match di campionato dopo essere andato in vantaggio di un gol dalla sfida contro la Juventus del dicembre 2016.
• Il Bologna non vinceva una partita di Serie A dopo essere andato sotto nel punteggio di una rete dallo scorso settembre contro l'Udinese, anche in quell'occasione segnò Riccardo Orsolini.
• Prima di Erick Pulgar, l'ultimo giocatore che aveva sia realizzato un autogol che segnato su rigore nel corso dello stesso match di Serie A era stato Giuseppe Pancaro in Cagliari vs Reggiana nel dicembre 1996.
• Terza rete per Riccardo Orsolini in Serie A, le due precedenti erano sempre arrivate da subentrato.
• Andrea Poli ha preso parte attiva a quattro gol in questo campionato (tre gol ed un assist), un record per lui in una singola stagione di Serie A.
• Il Torino ha interrotto una striscia di cinque successi casalinghi di fila in Serie A nella quale aveva sempre mantenuto la porta inviolata.
• La rete al minuto 6 del Torino in questo match è stata la più rapida messa a segno dai granata ma anche la più veloce incassata dal Bologna in questa Serie A.
• Erick Pulgar ha segnato in due match consecutivi per la prima volta in carriera in Serie A (entrambi i gol su rigore).
• Tra i difensori di questo campionato solo Kolarov (sette) e Mancini (cinque) hanno segnato più di Armando Izzo (quattro gol).
• Presenza numero 100 in Serie A sia per Lukasz Skorupski che per Ibrahima Mbaye.
• Prima espulsione in Serie A sia per Lyanco che per Ola Aina.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments