Serie A: Bologna-Parma 4-1, Mihajlovic a un passo dalla salvezza

Con le reti di Orsolini e Lyanco e due autogol i rossoblu vanno a 40 punti e sono vicini alla permanenza in A. La squadra di D'Aversa adesso vede le streghe

  • A
  • A
  • A

Il derby dell'Emilia va al Bologna che batte 4-1 il Parma. Una vittoria pesante in chiave salvezza, perché la squadra di Mihajlovic vola a 40 punti, a -2 dalla permanenza matematica in A. Le reti arrivano nella ripresa: al 52' segna Orsolini, poi l'autorete di Sepe (59') e il tris di Lyanco (72'). Il Parma resta in 10 per il rosso a Bruno Alves e accorcia con Inglese (81'). Chiude i conti l'autorete di Sierralta (86'). I gialloblu restano a 38 punti: l'Empoli è solo a -3.

LA PARTITA
Il protagonista del primo quarto d'ora di match è solo uno, e indossa i guanti: Marco Sepe tiene a galla il Parma con tre interventi spettacolari ed evita un inizio ad handicap. La difesa di D'Aversa sbanda pericolosamente sotto i colpi del 4-2-3-1 orchestrato da Mihajlovic. Le maglie sono larghe e i trequartisti del Bologna vanno a nozze: Soriano e Pulgar inventano, Orsolini, Krejci e Destro assaporano il gol ma sbattono contro il muro alzato dall'ex portiere dell'Empoli. È il Bologna a fare la partita, mentre il Parma si affida come sempre al contropiede di Gervinho, supportato da Ceravolo e Sprocati. Un'arma che ha reso pericolosi i gialloblu in molte trasferte del campionato, ma che al "Dall'Ara" viene bloccata da una linea a quattro che con Mihajlovic ha imparato a difendere sia alta che bassa. Quantomeno gli ospiti riescono a sistemarsi in difesa e contengono le iniziative avversarie fino alla fine del primo tempo.
Gli argini si rompono nella ripresa, perché il Bologna passa al primo affondo pericoloso. È il 52' quando una combinazione sull'asse Pulgar-Dzemaili-Orsolini libera il sinistro di quest'ultimo. Il numero 7 del Bologna ha troppo spazio e tempo per calciare, il suo rasoterra non dà scampo a Sepe, che stavolta cade a terra lentamente e riesce solo a deviare inutilmente il pallone. Per Orsolini è il settimo gol in campionato, il quinto sotto la gestione Mihajlovic. Il Bologna raddoppia sette minuti più tardi, grazie a un po' di fortuna: la punizione di Pulgar prende il palo, poi il pallone carambola sulla schiena di Sepe e si deposita in rete. È autogol del portiere, è soprattutto 2-0. Un risultato non destinato a durare, perché Bruno Alves pensa bene di farsi espellere al 62', dopo essere entrato con il piede a martello su Orsolini e avergli messo le mani addosso. Dopo il rosso al capitano, per il Parma si spegne la luce: al 72' arriva il tris di Lyanco su calcio d'angolo battuto ancora da Orsolini, a quattro minuti dalla fine Sierralta realizza l'autorete del poker. In mezzo, il 3-1 di Inglese al minuto 81, propiziato da un assist di Gervinho: la squadra di D'Aversa resta a 38 punti e viene risucchiata ancor più nella zona salvezza. Il Bologna, invece, vola a 40: la permanenza matematica in Serie A dista solo due punti, ma razionalmente devono verificarsi molti, forse troppi, risultati sfavorevoli ai felsinei affinché questi retrocedano. A fine gara il pubblico osanna Mihajlovic: sotto la sua gestione sono arrivati 26 punti in 15 giornate, frutto di otto vittorie e due pareggi. "Sinisa resta con noi", cantano i tifosi. La (quasi) salvezza è soprattutto sua.

LE PAGELLE
Pulgar 7: dal centrocampista cileno passa ogni manovra del Bologna. Nel primo tempo manda in porta Krejci e si rende pericoloso addirittura da calcio d'angolo, nella ripresa avvia l'azione del vantaggio e provoca le due autoreti del Parma.
Orsolini 7: tanto movimento nel primo tempo, solo Sepe gli nega la gioia del gol. Si rifà nel secondo tempo, trovando il settimo sigillo del campionato e l'assist per il 3-0 di Lyanco. Con la cura Mihajlovic sembra un altro giocatore.
Sepe 6,5: il voto è la media tra l'8 del primo tempo e il 5 della ripresa. Nei primi 45' è un muro che respinge i gol quasi fatti di Orsolini, Krejci e Destro. Va peggio nel secondo tempo: cade lentamente a terra sul vantaggio di Orsolini, mentre è sfortunato nel rimpallo che porta al raddoppio di Pulgar. Evita un parziale ancora peggiore con tre belle parate.
Bruno Alves 4: macchia una prestazione già poco lucida con un intervento con il piede a martello su Orsolini, poi fa di tutto per farsi espellere, prima mandando a quel paese l'arbitro, poi mettendo le mani addosso all'attaccante del Bologna. Probabilmente ha terminato il campionato: per D'Aversa una pessima notizia in vista della lotta salvezza.

IL TABELLINO
BOLOGNA-PARMA 4-1

Bologna (4-2-3-1): Skorupski 6; Mbaye 6,5, Danilo 6,5 (41' st Corbo sv), Lyanco 6,5, Krejci 6,5; Dzemaili 5,5, Pulgar 7; Orsolini 7, Soriano 6 (30' st Svanberg sv), Palacio 6,5; Destro 6 (21' st Santander 5,5). A disp.: Da Costa, Santurro, Paz, Nagy, Donsah, Helander, Edera, Calabresi, Falcinelli. All.: Mihajlovic 7.
Parma (3-4-3): Sepe 6,5; Iacoponi 5,5, Alves 4, Bastoni 5,5; Gazzola 5 (16' st Siligardi 5,5), Rigoni 5, Scozzarella 5, Dimarco 6; Gervinho 6, Ceravolo 5 (16' st Inglese 6,5), Sprocati 5 (20' st Sierralta 4,5). A disp.: Frattali, Brazao, Stulac, Machin, Gobbi, Gagliolo, Dezi, Grassi. All.: D'Aversa.
Arbitro: Pairetto
Reti: 7' st Orsolini (B) 14' st aut. Sepe (B), 27' st Lyanco (B), 36' st Inglese (P), 39' st aut. Sierralta (B)
Ammoniti: Dimarco (P), Rigoni (P), Soriano (B), Gervinho (P), Scozzarella (P)
Espulsi: Bruno Alves (P) per doppia ammonizione

LE STATISTICHE •    Da inizio marzo, il Bologna è, con il Barcellona, una delle due squadre ad aver vinto più partite interne nei Top-5 campionati europei (sei successi su sei).
•    Era da dicembre 2002 che il Bologna non vinceva sei partite casalinghe di fila in Serie A.
•    Il Bologna non realizzava quattro gol in campionato dall'aprile 2017 (4-0 vs Udinese).
•    Tutti gli ultimi 17 gol realizzati dal Bologna in questa Serie A sono arrivati nel corso dei secondi tempi di gioco.
•    Da marzo, il Bologna è la squadra che ha segnato più gol in questo campionato: 19, almeno cinque in più di qualsiasi altra squadra.
•    Nessuna squadra ha realizzato più reti del Bologna su sviluppi di calcio da fermo nel 2019: 14, compresi gli ultimi due.
•    La sconfitta del Parma ha interrotto una serie di cinque pareggi consecutivi in Serie A.
•    Tutti i sette gol segnati da Riccardo Orsolini in questo campionato sono arrivati nei secondi tempi, gli ultimi tre al Dall'Ara.
•    Per la prima volta nella sua carriera in Serie A, Riccardo Orsolini ha sia segnato che fornito un assist nello stesso match.
•    Roberto Inglese è tornato al gol in Serie A dopo un'astinenza di 661 minuti.
•    Primo gol per Lyanco alla presenza numero 17 nel massimo campionato.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments