Gasp: "Qualificazione? Fiduciosi"

"Chiudiamo il discorso per pensare solo al campionato"

  • A
  • A
  • A

Gian Piero Gasperini vede a un passo il traguardo qualificazione e non vuole lasciarselo sfuggire già contro l'Apollon. "Ci aspetta una partita importante per la qualificazione - ha detto l'allenatore dell'Atalanta - abbiamo il primo match-ball per chiudere il discorso, ma siamo venuti qui per giocare la nostra partita. E' importante qualificarci per pensare solo al campionato". Sulla formazione: "Gomez è out, Cornelius da valutare".

La sua Atalanta comanda il gruppo E di Europa League e in caso di vittoria staccherebbe il pass dei 16esimi con due giornate di anticipo. Una ghiotta occasione per tornare per un po' a concentrarsi solo sul campionato. "Ci aspetta una partita importante per la qualificazione. Quella di Gomez è un'assenza pesante, ma cercheremo di fare del nostro meglio. In questo periodo abbiamo giocato molte gare e fatto pochi allenamenti. Alcune situazioni si sono ripetute e ci sono costate il risultato, così ho ritenuto opportuno fare qualche allenamento in più per ritrovare alcuni concetti".

Il doppio impegno costa fatiche e punti in campionato. "Abbiamo ottenuto tre vittorie di fila e perso domenica, non è un momento negativo. Siamo venuti qui per giocare la nostra partita. Abbiamo rivisto la partita dell'andata, abbiamo giocato bene ma domani sarà diverso".

Di fronte la Dea si troverà una squadra all'ultima spiaggia che solo con una vittoria potrebbe rilanciare le sue ambizioni di qualificazione. "Dobbiamo interpretare la partita pensando a noi e all'avversario nei 90'. Rispettiamo l'avversario e dobbiamo stare attenti a non concedere opportunità come all'andata. È importante chiudere domani il discorso qualificazione per gestire al meglio le altre situazioni nelle prossime settimane".

In vista del sorteggio dei sedicesimi, il primo posto potrebbe regalare un avversario più morbido. "Col primo posto c'è più possibilità di trovare squadre meno forti, ma non è detto. Il sorteggio poi spesso non ci sorride, ma credo che la cosa più importante sia la qualificazione".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments