SASSUOLO-ATALANTA 1-1

Serie A, Sassuolo-Atalanta 1-1: Muriel stecca e consegna lo scudetto all'Inter

Al Mapei Stadium la Dea frena la corsa Champions. Gosens sblocca dopo l'espulsione di Gollini, poi Berardi pareggia dal dischetto. Muriel sbaglia un rigore, rosso anche per Marlon

di
  • A
  • A
  • A

L'Atalanta frena la corsa Champions, l'Inter festeggia lo scudetto. Nella 34.ma giornata di Serie A la Dea pareggia 1-1 col Sassuolo e consegna  aritmeticamente il titolo alla squadra di Conte. Al Mapei Stadium nel primo tempo Gollini ferma Boga e si fa espellere (22'), ma la Dea passa in vantaggio grazie a Gosens (32'). Nelle ripresa poi Berardi (51') pareggia su rigore (51') e Muriel (76') fallisce dal dischetto il colpo del ko. Espulso anche Marlon

LA PARTITA
L'Atalanta rallenta il passo Champions e fa esplodere la festa dell'Inter. Al Mapei Stadium la banda di Gasperini spreca un'occasione per allungare sulle rivali e torna da Reggio Emilia con qualche rimpianto. Nonostante l'inferiorità numerica, infatti, al Mapei Stadium la Dea ha avuto una grande chance per portare a casa tre punti e puntellare il secondo posto. Ma Muriel ha tradito Gasp e ora ogni punto potrebbe pesare come un macigno da qui alla fine del campionato. Come per il Sassuolo, che resta ancora aggrappato al sogno europeo in vista di un finale di stagione ancora tutto da giocare.

Dopo la cinquina rifilata al Bologna, Gasperini si presenta al Mapei Stadium con Pessina e Malinovskyi alle spalle di Zapata e Hateboer e Gosens sugli esterni. In fiducia, De Zerbi risponde invece con Defrel punta centrale e Berardi, Traore e Boga in appoggio. Scelte che segnano subito il tema tattico del match, lasciando spazio al ritmo e allo spettacolo. Alta e aggressiva, l'Atalanta pressa e cerca di recuperare palla rapidamente nella metà campo neroverde. Il Sassuolo invece manovra da dietro affidandosi al palleggio basso e allargando il gioco. Con le squadre corte gli spazi però sono pochi e la gara si gioca tutta in mediana con tanti duelli, anticipi e colpi proibiti. Consigli neutralizza una punizione velenosa di Malinovskyi, poi Zapata protesta per una trattenuta in area di Chiriches. In pressione, la Dea aumenta i giri, ma a ritmo alto c'è poco tempo per pensare e non è facile trovare il varco giusto per sfondare. Da una parte Hateboer non trova il tempo giusto dopo un bel giropalla nerazzurro, dall'altra Traore non riesce invece a girarsi in area. Per venti minuti regna l'equilibrio, poi Gollini ferma Boga lanciato a rete e Pairetto lo espelle. Rosso che lascia la Dea in inferiorità numerica e costringe Gasperini a sostituire Pessina con Sportiello. Più alta, la squadra di De Zerbi guadagna metri, ma presta anche il fianco alle verticalizzazioni micidiali dell'Atalanta. Zapata ci prova dal limite, poi Gosens beffa Consigli di sinistro dopo un assist col contagiri di Malinovskyi. Gol che sblocca la gara e concretizza la maggiore qualità nerazzurra negli ultimi trenta metri. Dopo un errore di Freuler, Berardi non trova lo specchio della porta. Zapata invece non sbaglia di testa sugli sviluppi di una punizione, ma Pairetto annulla il raddoppio per una posizione irregolare di Hateboer. Occasione che insieme a un sinistro murato di Gosens chiude il primo tempo. 

La ripresa si apre con due cambi. De Zerbi leva un impalpabile Defrel e l'ammonito Chiriches e fa entrare Raspadori e Ferrari. Sostituzioni che danno più dinamismo e portano subito al pareggio neroverde. Toloi tocca Traore in area e Berardi non trema dal dischetto. Rete che rimette tutto in equilibrio e costringe la Dea a ripartre da zero. In palla, Malinovskyi è ovunque e Hateboer costringe Consigli al miracolo dopo una bella giocata in contropiede. Guizzo che riaccende l'Atalanta e infiamma il match. A caccia di rapidità e gol, Gasperini leva Zapata e getta Muriel nella mischia. Locatelli segna, ma Pairetto annulla con l'aiuto del Var per un fuorigioco di Raspadori. Poi è proprio il nuovo entrato dell'Atalanta a prendersi la scena. Nel bene e nel male. Prima si procura un rigore approfittando di una dormita di Marlon (espulso per doppio giallo), poi fallisce dal dischetto il colpo del ko, spegnendo le speranze nerazzurre. Con poche energie e le squadre in dieci contro dieci, nel finale c'è spazio soltanto per un tentativo da lontano di De Roon, un destro alle stelle di Berardi e una mischia in area del Sassuolo. L'Atalanta frena ma resta in corsa per la Champions. Il Sassuolo invece rimane a ridosso della zona Europa League.
 

LE PAGELLE
Berardi 6,5: dalle sue parti il Sassuolo manovra poco e la spinta di Gosens si sente. Nel primo non trova la porta da ottima posizione, nella ripresa pareggia dal dischetto con freddezza
Defrel 5: gioca solo un tempo e non la vede mai. Toloi, Romero e Djimsiti non gli concedono nulla. De Zerbi lo leva nell'intervallo
Raspadori 6,5: entra nella ripresa e il Sassuolo cambia faccia. Dà profondità alla manovra e si muove con intelligenza sulla linea della difesa nerazzurra lavorando bene spalle alla porta
Chiriches 5: dalle sue parti c'è Zapata e il colombiano è un osso duro da marcare. Fatica e rimedia un giallo dopo mezz'ora. Sostituito nell'intervallo
Consigli 7: attento e preciso tra i pali. Si prende la scena parando il rigore a Muriel nella ripresa
Gollini 5: normale amministrazione per venti minuti, poi ferma Boga lanciato a rete e lascia l'Atalanta in dieci. 
Malinovskyi 6,5: tocca tanti palloni e sbaglia pochissimo. La squadra lo cerca con continuità e si fa sempre trovare tra le linee. Delizioso l'assist per Gosens, poi tanta altre buone giocate. Prezioso anche sui calci piazzati
Gosens 6,5: spinge e copre tutta la fascia. Si fa sempre trovare pronto quando c'è da puntare la porta. Sblocca la gara di sinistro con la complicità di Consigli
Muriel 4,5: entra per dare più peso all'attacco nella ripresa. Si procura il rigore, ma poi lo calcia male e Consigli ringrazia. Errore pesante
 

IL TABELLINO
SASSUOLO-ATALANTA 1-1
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli 7; Muldur 6 (42' st Toljan sv), Chiriches 5 (1' st Ferrari 6), Marlon 5, Kyriakopoulos 6; Obiang 5,5 (15' st Bourabia 5,5), Locatelli 6; Berardi 6,5, Traore 6,5 (33' st Ayhan sv), Boga 6; Defrel 5 (1' st Raspadori 6,5).
A disp.: Pegolo, Rogerio, Lopez, Djuricic, Peluso, Haraslin. All.: De Zerbi 6
Atalanta (3-4-2-1): Gollini 5; Toloi 6 (34' st Palomino sv), Romero 6,5, Djimsiti 6; Hateboer 6, De Roon 6, Freuler 5,5, Gosens 6,5; Pessina 6 (26' Sportiello 6), Malinovskyi 6,5; Zapata 5,5 (15' st Muriel 4,5).
A disp.: Rossi, Maehle, Sutalo, Lammers, Caldara, Kovalenko, Miranchuk, Ilicic, Pasalic. All.: Gasperini 5,5
Arbitro: Pairetto
Marcatori: 32' Gosens (A), 6' st rig. Berardi (S)
Ammoniti: Chiriches, Locatelli, Obiang, Ferrari (S); Djimsiti (A)
Espulsi: 22' Gollini (A) - interruzione chiara occasione da gol, 30' st Marlon (S) - doppia ammonizione
Note: 31' st Consigli (S) para un rigore a Muriel (A)


LE STATISTICHE
•    Due pareggi nelle ultime tre giornate di Serie A per l’Atalanta (1V), tanti quanti nelle precedenti 14.
•    Il Sassuolo è rimasto imbattuto per 7 partite interne consecutive in Serie A (3V, 4N) all'interno di un singolo campionato per la prima volta dal gennaio 2016 (12 in quel caso).
•    Da quando gioca in Serie A (2008/09) Andrea Consigli ha parato 19 rigori in Serie A: solo Handanovic (23) ha fatto meglio nel periodo nel massimo campionato italiano.
•    Secondo rigore sbagliato da Muriel sui 16 calciati in Serie A: contro l'Inter a gennaio 2020 e oggi.
•    Con 11 rigori a favore il Sassuolo ha stabilito il suo nuovo record di rigori in un singolo campionato di Serie A (in precendenza 10 nel 2017/18).
•    11 rigori guadagnati dal Sassuolo in questo campionato: solo il Milan (16) ne ha ricevuti di piú in questa Serie A.
•    Dal 2013/14 Berardi ha realizzato almeno 15 gol in 3 distinti campionati di Serie A: nello stesso periodo hanno fatto meglio solo Immobile (6), Higuain (5), Icardi (4).
•    15 gol per Berardi in questo campionato: solo nel 2013/14 (la sua prima stagione in A) con 16 centri ha fatto meglio.
•    Solo Mkhitaryan e Milinkovic-Savic (17 ognuno) hanno preso parte a piú gol di Malinovskyi (16 grazie a 10 assist e 6 gol) tra i centrocampisti di questa Serie A.
•    Con quello odierno Ruslan Malinovskyi é arrivato a quota 10 assist in questa Serie A: l'ucraino é diventato quindi primatista in questa statistica nella Serie A in corso, insieme a Cuadrado e Lukaku.
•    Robin Gosens é il primo difensore nella storia dell'Atalanta ad andare in doppia cifra di reti in un singolo campionato di Serie A; l'ultimo difensore in generale a riuscirci nel massimo campionato fu Marco Materazzi (Inter 2006/07).
•    Robin Gosens è il difensore che ha preso parte a più gol (10 reti, sei assist) nei Top-5 campionati europei in corso.
•    L'Atalanta ha subito due espulsioni nelle ultime tre giornate (contro Roma e oggi) di Serie A, dopo non averne incassata nessuna nelle prime 31 giornate di questo campionato.
•    300ª gara in Serie A del Sassuolo, che diventa la sesta squadra emiliana a raggiungere questo traguardo – anche la Lombardia è a sei: nessuna regione ne conta di più.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments