Coppa Italia: finale Atalanta-Lazio

Dopo il 3-3 dell'andata, i bergamaschi vincono in rimonta (Muriel, rigore di Ilicic e Zapata) e conquistano la quarta finale della loro storia

di
  • A
  • A
  • A

L'Atalanta batte 2-1 la Fiorentina e raggiunge la Lazio nella finale di Coppa Italia che si disputerà a Roma il 15 maggio. Dopo il 3-3 dell'andata, le due squadre danno spettacolo anche all'Atleti Azzurri d'Italia. Viola subito avanti con Muriel (3'), Veretout si fa murare da Gollini e al 14' la Dea pareggia con Ilicic su rigore (fallo di Ceccherini su Gomez). Il gol-vittoria arriva al 69': sul rasoterra del Papu la papera di Lafont è colossale.

LA PARTITA E' l'Atalanta la seconda finalista della Coppa Italia 2019. La Dea, un successo nella stagione 1962-63 e altre due finali perse (1986-87 e 1995-96), raggiunge la Lazio per l'atto conclusivo e lo fa complessivamente con pieno merito, anche considerando il 3-3 dell'andata a Firenze, ma è stata tutt'altro che una passeggiata. A causa di un avvio di partita da incubo, con un Gasperini infuriato con la sua difesa, Gomez e compagni hanno rischiato di rovinare tutto. Il gol di Muriel, bravo a infilarsi nella difesa di butto atalantina dopo appena 3', ha infatti galvanizzato la Viola, che ha avuto il demerito di non sferrare subito dopo il colpo del probabile ko. Prima Chiesa ha fatto venire i brividi al popolo bergamasco (5'), poi Gollini è stato superbo nel murare Veretout arrivato al tiro probabilmente stanco dopo un incredibile coast to coast (11'). "Gol sbagliato, gol subito" recita un vecchio adagio del calcio e 2' dopo i toscani di fanno male da soli: ingenuo il fallo di Ceccherini su Gomeze dal dischetto Ilicic non sbaglia. E' l'episodio che spegne la furia viola e piano piano la Dea cresce anche se nel primo tempo Lafont non corre alcun pericolo serio perché la gara rallenta dopo l'inizio pirotecnico.

Come nel primo tempo, a partire meglio sono gli ospiti: Muriel mette Benassi davanti a Gollini, bravo in uscita a respingere. E' l'ultimo grande sussulto dei ragazzi di Montella. Gasperini toglie Freuler e inserisce Pasalic, per una squadra ancora più offensiva. Come in Champions League, anche in questo caso il coraggio viene premiato. Lafont è bravo su Gomez e sullo stesso croato, ma al minuto 69' la combina davvero grossa: il rasoterra del Papu è insidioso, ma nulla più e il portierino francese interviene male e se la butta alle spalle. Un'autentica mazzata per la Fiorentina, che non riesce più a reagire nonostante gli ingressi di Dabo, Simeone ed Edimilson. Gollini non rischia nulla e al triplice fischio di Calvarese esplode la festa dalle tinte nerazzurre.

LE PAGELLE Ilicic 7 - Non è al massimo della forma, ma questa Atalanta non può prescindere dai suoi piedi di velluto. Freddo sul rigore, è costretto a lasciare il campo nel finale per un problema al ginocchio.
Gollini 7 - Incolpevole sul gol, è bravissimo a murare Veretout ed evitare il tracollo ai suoi. Si ripete a inizio ripresa su Benassi.
Gomez 7 - Si procura il rigore e con la complicità di Lafont spegne le velleità della Fiorentina. Uomo squadra.

Muriel 7 - Il suo gol dopo 3' illude la Viola. A inizio ripresa serve l'assist a Benassi che poteva valere il 2-1. Tiene in apprensione la difesa bergamasca soprattutto nel primo tempo.
Chiesa 6,5 - Inizio spettacolare dell'azzurro, che manda in gol Muriel e mette in affanno Masiello e compagni. Quando cala lui, anche la Fiorentina si spegne.
Lafont 4,5 - E' bravo su Gomez e Pasalic, poi rovina la sua prestazione con la clamorosa papera che consente al Papu di ribaltare la gara.

IL TABELLINO ATALANTA-FIORENTINA 2-1
Atalanta (3-4-1-2): Gollini 7; Masiello 5,5, Djimsiti 6, Palomino 5,5; Castagne 6, Freuler 5,5 (13' st Pasalic 6), De Roon 6, Gosens 6 (48' st Pessina sv); Gomez 7; Ilicic 7 (40' st Mancini sv), Zapata 5,5. A disp.: Berisha, Rossi, Reca, Piccoli, Ibanez, Colpani, Delprato, Cambiaghi, Barrow. All.: Gasperini 6,5
Fiorentina (3-5-2): Lafont 4,5; Milenkovic 6, Pezzella 5,5, Ceccherini 5; Mirallas 6 (43' st Edimilson sv), Benassi 5,5 (34' st Simeone sv), Veretout 6, Gerson 5 (20' st Dabo 6), Biraghi 5,5; Chiesa 6,5, Muriel 7. A disp.: Brancolini, Ghidotti, Vitor Hugo, Laurini, Norgaard, Hancko, Beloko, Graiciar, Vlahovic. All.: Montella 6
Arbitro: Calvarese
Marcatori: 3' Muriel (F), 14' rig. Ilicic (A), 24' st Gomez (A)
Ammoniti: Ceccherini (F), Pezzella (F), Gosens (A), Mirallas (F)

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments