DOPO I CASI AL VALENCIA

Atalanta, tutti in isolamento ma nessun tampone effettuato

Niente allarmismi ma rispetto delle regole: al momento la ripresa degli allenamenti è fissata per martedì 24

  • A
  • A
  • A

Nessuna misura straordinaria, ma solo il rispetto rigido delle regole vigenti: la presenza di diversi casi di positività al coronavirus tra giocatori e staff del Valencia, ultimo avversario dei nerazzurri in Champions, non ha creato allarmismi in casa Atalanta. Il club bergamasco, subito dopo il rientro dalla trasferta spagnola di martedì scorso, ha imposto a tutti i suoi tesserati un periodo di 7/10 giorni almeno di isolamento totale, con l'obbligo di non assentarsi da casa, neppure, per intenderci,per fare la spesa.

La situazione è monitorata giorno per giorno dallo staff sanitario e non si è per ora provveduto a effettuare alcun tampone. Solo qualora si presentassero sintomi evidenti, cosa sinora non accaduta, verranno svolti gli accertamenti del caso. La ripresa degli allenamenti è al momento prevista per martedì 24: una data che però potrebbe essere posticipata. I giocatori hanno comunque ricevuto un programma di lavoro da svolgere a casa.

IL COMUNICATO
A seguito della positività di più tesserati del Valencia CF, Atalanta B.C. comunica che sono stati confermati la forma dell’isolamento domiciliare e il rispetto delle norme igieniche come da indicazioni dell’istituto Superiore di Sanità, prassi già messa in atto dal Club sin dal rientro dalla trasferta di Valencia.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments