Nazionale, Grifo sarà il numero 10 contro gli Stati Uniti

Nell'amichevole di martedì a Genk, il centrocampista offensivo erediterà la maglia indossata per l'ultima volta da Lorenzo Insigne

  • A
  • A
  • A

Non si sa ancora se lo farà dal primo minuto nell'amichevole di martedì sera a Genk contro gli Stati Uniti, ma Vincenzo Grifo scenderà in campo con la maglia numero 10. Dopo averlo convocato a sorpresa per la prima volta, Roberto Mancini è pronto ad affidare al siciliano di Germania una responsabilità piuttosto importante: deve averlo visto pronto e convinto a non far rimpiangere Lorenzo Insigne, che ha lasciato il ritiro della Nazionale.

Il ct ha scelto lui e non Marco Verratti, che ha certamente più esperienza in azzurro e proprio con quella maglia sulle spalle rispetto al centrocampista offensivo classe '93 di proprietà dell'Hoffenheim. Grifo ha vinto anche la "concorrenza" di Domenico Berardi che era il 10 dell'Under 21 allenata da Gigi Di Biagio fino all'Europeo del 2017 in Polonia, ma come ruolo il ragazzo di origini siciliane e salentine è l'unico che ha fatto il trequartista puro in carriera e quindi quello più "adatto", poi come Hakan Calhanoglu si è spostato a giocare sulla fascia sinistra per poter rientrare e calciare col suo destro.

Ed è proprio nel ruolo di esterno alto nel 4-3-3 di Mancini che dovrebbe essere utilizzato, così gli occhi del pubblico italiano alla Luminus Arena saranno tutti su di lui, che rappresenterà gli italiani emigrati nel mondo (come la stragrande maggioranza degli azzurri che saranno presenti allo stadio) con quella maglia tanto ambita e indossata da fenomeni del calibro di Gianni Rivera, Giancarlo Antognoni, Roberto BaggioAlessandro Del Piero e Francesco Totti, ma anche da Antonio Di Natale, Antonio Cassano, Nicola Berti, Demetrio Albertini, Romeo Benetti, Giacinto FacchettiSalvatore Bagni e recentemente da due "oriundi", cioè Thiago Motta e Pablo Daniel Osvaldo.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments