Calcio ora per ora

"DIEGO VIVE": A NAPOLI LA PRIMA DEL PARCO TECNOLOGICO SU MARADONA

  • A
  • A
  • A
Ora per ora placeholder

Un parco tematico tra i ricordi e la tecnologia che dal 30 maggio apre all'ex base Nato di Napoli, creata dalla Taja Prducciones con il consenso di tutti i figli ed eredi di Diego Armando Maradona. E' questo "Diego vive" l'evento fatto dalla mostra che racconta, dallo show che emoziona, dall'esperienza digitale che coinvolge il pubblico in uno storytelling originale, basato sulla storia del calciatore immerso nelle tecnologie innovative come la rappresentazione digitale immersiva, l'intelligenza artificiale e la realta' virtuale per il racconto della vita di un uomo sopra le righe e di un calciatore ineguagliabile, Diego Armando Maradona. Napoli apre un tour mondiale delle citta' legate a Diego, che proseguira' a Barcellona, Buenos Aires, Riad e altre citta'. "Diego vive" si svolgera' in ambienti diversi, ognuno con una propria esperienza tra aree di allestimenti multimediali e installazioni, ma anche spazi di intrattenimento per la famiglia in un luogo pensato per far capire ai ragazzi di oggi perche' Diego resti considerato un eroe dello sport, una figura iconica e leggendaria. La visita propone anche un'avventura 3D, che rende possibile sentirsi Maradona per un giorno. Tutto e' nato, spiegano gli organizzatori, dall'attenta ricerca e selezione da parte dei curatori dei contenuti storici e delle immagini, celebri o inedite, della vita sportiva e privata di Diego che rendono "Diego vive" non un museo, ne' uno show ma un parco a tema. Tra gli spazi c'e' il lungo tunnel di immagini, proiettate ad alta definizione, che si guardano percorrendo un pavimento rivestito di lastre specchianti, in grado di restituire una forte suggestione visiva, e si arriva a incontrare una ricostruzione olografica di Maradona che con l'ausilio dell'intelligenza artificiale accoglie il pubblico, raccontando della sua infanzia, dei suoi esordi, del sogno di diventare una stella del calcio mondiale, dei successi. Si passa poi alla ricostruzione della casa d'infanzia di Maradona, per poi passare alle due sale della storia in mostra con l'esposizione dei memorabilia, allestite con gigantografie del campione e pannelli di infografica, oltre alle maglie delle squadre in cui ha militato. Il percorso prosegue con le icone di Diego conosciuto anche come ribelle, narrando come numerose celebrita' e potenti della Terra si sono contesi la sua presenza e, talvolta, la sua amicizia: tutto narrato con foto, interviste, video documenti per ricordare grandi incontri e addii, amori, amicizie e litigi, avventure di un protagonista dell'epoca a cavallo tra la fine del XX e l'inizio del XXI secolo. Poi si entra nello show immersivo in una sala di oltre 400 mq, che ospita l'opera di videoarte che raccoglie tutti i momenti salienti della vita e della carriera di Maradona. Ma c'e' poi una vasta galleria fotografica e la proiezione di un video inedito per testimoniare l'indissolubile legame tra Maradona e Napoli da dove parte il tour della mostra: "Per i napoletani -spiegano gli organizzatori - Diego Armando Maradona non e' solo l'atleta dal formidabile talento calcistico che tutti conoscono, ma ha incarnato, e incarna, il ruolo dell'uomo che ha regalato a tutti, nessuno escluso, una storica opportunita' di riscatto sociale e morale. La sua immagine, il suo numero di maglia, il 10, sono visibili ovunque, dai quartieri del centro, alle zone residenziali e alle periferie, rappresentano il trait d'union che accomuna le mille anime della citta'. A Napoli, Maradona e' tuttora venerato come un santo e probabilmente molti pensano che sia stata un'entita' divina a volere che scegliesse Napoli come suo luogo d'elezione e riconoscesse nei napoletani suoi fratelli". Il parco ha anche 20 postazioni allestite con i visori per godersi i momenti piu' celebri ed esaltanti della carriera sportiva di Maradona prima della fine della mostra ancora con l'ologramma di Diego che saluta. Il parco resta aperto dal lunedi' al giovedi' dalle 15 alle 21, mentre da venerdi' a domenica dalle 10.30 alle 21.30. Il biglietto costa 23 euro per adulto e 18 per ragazzi dai 12 e 18 anni, mentre e' gratuito a bimbi fino agli 11 anni. 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti