NBA PLAYOFF

Nba: un super Paul George tiene in vita i Clippers, Phoenix ko

Suns battuti 116-102 in casa da Los Angeles, che annulla il primo match point: è 3-2 nella serie. 41 punti per l'ex Oklahoma

  • A
  • A
  • A

Nella notte Nba, Phoenix fallisce il primo match point per aggiudicarsi la vittoria della Western Conference e per volare alle Finals: Los Angeles, infatti, trionfa in gara-5 con il risultato di 116-102 e accorcia le distanze nella serie, ora sul 3-2. A trascinare i Clippers è un super Paul George, autore di 41 punti, 13 rimbalzi e 6 assist con un clamoroso 15/20 al tiro, mentre i Suns crollano nonostante i 31 punti di Devin Booker.

Getty Images

Questi playoff non smettono di ribadire un concetto: i Clippers non mollano mai. Nella decisiva gara-5 a Phoenix, Los Angeles riesce ad annullare il primo match point in favore dei Suns vincendo 116-102 e accorciando le distanze nella serie, ora sul 3-2 in favore di Booker e compagni. Paul George e i suoi trovano una vittoria fondamentale grazie soprattutto ad un ottimo avvio, nel quale Phoenix finisce addirittura a -15 (20-5), e al 10-0 di parziale nel corso del terzo quarto che arriva dopo la rimonta dei Suns, che sembrano annullare totalmente lo svantaggio. I Clippers, invece, resistono e alla sirena finale possono tirare un sospiro di sollievo: avranno gara-6 a disposizione per pareggiare la serie e prolungarla clamorosamente al settimo e decisivo match.

A spiccare su tutti è Paul George, autore di una prestazione a dir poco clamorosa. Nei 41 minuti in campo, l'ex Oklahoma mette a referto 41 punti (massimo in carriera ai playoff), 13 rimbalzi e 6 assist, ma sono le sue ottime percentuali a rendere la sua serata ancora più determinante: 75% al tiro (15/20), con 3 triple sulle 6 tentate e un perfetto 8/8 ai liberi. George, però, è ben aiutato dai suoi compagni di quintetto: Reggie Jackson, infatti, realizza 23 punti, 5 rimbalzi e 3 assist, con Marcus Morris a 22 e DeMarcus Cousins a 15. Tra le fila di Phoenix, invece, a brillare è Devin Booker, che realizza 31 punti, 4 rimbalzi e 3 assist, seppur con un non brillante 9/22 al tiro. Serata da rivedere in fase di conclusione anche per Chris Paul: 22 punti, ma con un 8/19 al tiro e un 0/6 dall'arco. Numeri che giustificano la sconfitta di Phoenix, che avrà comunque l'occasione di chiudere i giochi a Los Angeles. In caso di ulteriore ko, servirà gara-7, a Phoenix, per decretare chi si aggiudicherà in un colpo solo la Western Conference e la qualificazione alle Finals.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments