NBA

Nba: Lakers ancora vincenti in trasferta, Dallas ok contro Charlotte    

Super LeBron e Doncic rispettivamente contro OKC e Hornets, vincono ancora Clippers e Bucks  

  • A
  • A
  • A

Per i Los Angeles Lakers arriva il settimo successo in altrettante gare fuori casa dopo avere steso Oklahoma grazie ai 26 punti di LeBron James. Luka Doncic trascina Dallas nella sfida contro Charlotte; bene anche i Clippers, che battono New Orleans. Altra vittoria per Milwaukee con la tripla doppia di Giannis Antetokounmpo contro Detroit. Brooklyn si aggiudica il derby di New York contro i Knicks affidandosi a Kevin Durant. Portland ok.

OKLAHOMA CITY THUNDER-LOS ANGELES LAKERS 99-128
I Los Angeles Lakers ottengono la settima vittoria in trasferta su sette partite disputate fuori casa: evento mai accaduto nella loro storia. LeBron James guida tutte le stelle schierate con 26 punti, 6 rimbalzi e 7 assist, seguito dai 21 di Montrezl Harrell e i 18 di Anthony Davis. Per i gialloviola un ottimo 17/37 di squadra da tre punti (5/8 per James) per la quarta vittoria consecutiva, diventando la prima squadra a toccare quota 10 successi in questa stagione. Niente da fare ancora una volta per OKC in casa (cinque sconfitte e zero vittorie alla Chesapeake Arena). Senza il veterano Al Horford tenuto a riposo, il quintetto giovanissimo è guidato come sempre da Shai Gilgeous-Alexander con 17 punti, in una serata in cui i Thunder sono andati sotto anche di 31 lunghezze.

CHARLOTTE HORNETS-DALLAS MAVERICKS 93-104
Successo di Dallas su Charlotte, che l’aveva battuta in casa poche settimane fa. Dopo un primo quarto dominato per 32-16, i Mavericks festeggiano al meglio il ritorno in campo di un Kristaps Porzingis da 16 punti (6/16 al tiro con 4/9 da tre). Luka Doncic torna a brillare: per lui ci sono 34 punti in 35 minuti con 13 rimbalzi, 9 assist, 2 recuperi e il suo massimo in carriera da 4 stoppate. A seguirlo ci sono i 18 punti di Tim Hardaway Jr. per la quarta vittoria in fila dei texani. Oltre alla sconfitta, per gli Hornets arriva anche la brutta notizia dell’infortunio all’anca di Gordon Hayward, uscito nel quarto periodo senza più rientrare in campo. Terry Rozier è il migliore marcatore con 18 punti, seguito dai 16+10+6 di PJ Washington e i 16 di Hayward.

LOS ANGELES CLIPPERS-NEW ORLEANS PELICANS 111-106
Quarta sconfitta consecutiva per New Orleans, complice un secondo quarto in cui perde 33-15 e non riesce più a riportarsi in avanti, pur arrivando a -4 nell’ultimo quarto. Kawhi Leonard (28 punti) e Paul George (27) segnano i successivi 16 punti, regalando ai Clippers l’ottava vittoria in questa stagione. I Pelicans erano privi di tre titolari come Lonzo Ball (tendinopatia al ginocchio), Eric Bledsoe (irritazione all’occhio) e soprattutto Zion Williamson, il cui tampone prima della partita ha dato esito inconcludente ed è stato isolato dal resto della squadra. Oltre ai 22 punti di Brandon Ingram, arriva il massimo in carriera da 37 punti con 8 rimbalzi di Nickeil Alexander-Walker. Per Nicolò Melli ci sono 3 punti in 19 minuti, con 1/4 da tre.

DETROIT PISTONS-MILWAUKEE BUCKS 101-110
Tutto molto semplice per Milwaukee: dopo avere chiuso il primo quarto sul 27-13, i Bucks non si voltano più indietro, vincendo per la terza volta contro Detroit nel mese di gennaio. Pur rientrando a -11 all’intervallo, i Pistons non sono mai stata una minaccia, nonostante i 22 punti di Jerami Grant e i 18 di Svi Mykhailiuk. Giannis Antetokounmpo realizza la 20esima tripla doppia della sua carriera con 22 punti, 10 rimbalzi e 10 assist, sostenuto dai 21 di Jrue Holiday e capitalizzando su un’altra eccellente serata al tiro con 19/43 dalla lunga distanza di squadra. Bene anche Forbers (13 punti) e Middleton (12) per gli ospiti. Terza vittoria consecutiva per Milwaukee, che tallona la capolista Boston a Est.

NEW YORK KNICKS-BROOKLYN NETS 109-116
Brooklyn si aggiudica il derby contro i New York Knicks, pur con soli nove giocatori a disposizione, scappando via in chiusura di primo tempo con un parziale di 15-2. Sono ben sette i giocatori in doppia cifra, in attesa dell’ufficialità dello scambio per James Harden. Kevin Durant è protagonista con 26 punti e 6 assist, tirando 10/18 dal campo, seguito dai 15 a testa di Joe Harris e Bruce Brown (anche 14 rimbalzi per la guardia), i 13 dalla panchina di Landry Shamet e Timothe Luwawu-Cabarrot e gli 11 del rookie Reggie Perry. Quarta sconfitta consecutiva per i Knicks: Julius Randle continua a segnare (30 punti anche stanotte) e RJ Barrett ritorna a quota 20.

SACRAMENTO KINGS-PORTLAND TRAIL BLAZERS 126-132
Portland scappa via in un ultimo quarto da 32-21, al termine di una gara molto combattuta in cui erano finiti sotto anche di 20 lunghezze nel secondo quarto, e ottengono la loro quarta vittoria consecutiva. A Sacramento non sono bastati i 29 punti di De’Aaron Fox e i 26 di Buddy Hield in contrapposizione alle 23 triple di squadra degli avversari. Damian Lillard si riprende il ruolo di protagonista chiudendo con una doppia doppia da 40 punti e 13 assist con zero palle perse (prima prestazione del genere nella storia Nba). Insieme a lui, ci sono un Jusuf Nurkic finalmente produttivo (18+12) e i 16 dalla panchina di Gary Trent Jr.

MINNESOTA TIMBERWOLVES-MEMPHIS GRIZZLIES 107-118
Vittoria in rimonta per i Memphis Grizzlies, che ribaltano il match di Minneapolis con un ultimo quarto da 38-17 e ottengono il terzo successo di fila. Doppia doppia da 24+16 di Jonas Valanciunas, massimo stagionale da 20 punti di Grayson Allen e 19 punti per Brandon Clarke, con una panchina che batte quella dei padroni di casa per 50-21, I Timberwolves concedono ben 80 punti in area. I 25 punti con 14 rimbalzi di Karl-Anthony Towns non sono bastati per evitare il ko, così come i 28 di Malik Beasley e i 25 con 8 assist di D’Angelo Russell, con tutti gli altri compagni che non sono arrivati alla doppia cifra.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments