Nba: James da 44 punti è nella storia, Portland ko ed è il quinto marcatore di sempre

Vittoria dei Lakers e LeBron supera Wilt Chamberlain nella classifica di tutti i tempi per punti segnati. Belinelli non basta agli Spurs, successo dei Suns.

Nba: James da 44 punti è nella storia, Portland ko ed è il quinto marcatore di sempre

Nella notte Nba LeBron James fa altri passi nella storia: decisivo con 44 punti per la vittoria dei Lakers su Portland (126-117), nella classifica dei marcatori di sempre supera Chamberlain e raggiunge il quinto posto con 31.425 punti. Secondo ko di fila per San Antonio, nonostante i 10 punti di Belinelli: vincono i Suns (116-96). Successi per Orlando, Washington, Boston, Miami, Detroit, Memphis, Minnesota, Oklahoma e Dallas.

Portland Trail Blazers-Los Angeles Lakers 117-126
Partita che entra nella storia grazie a LeBron che entra nei migliori cinque giocatori di sempre per punti realizzati (31.425) nella storia dell'Nba, superando l'eterno Wilt Chamberlain (31.419). James in particolare forma realizza ben 44 punti e 10 rimbalzi, sfiorando la tripla doppia con 9 assist. Nei Blazers ottima partita da parte di Lillard (31 punti e 11 assist), Nurkic (21 punti e 14 rimbalzi) e McCollum (23) che però devono arrendersi alla storica notte del “Re".

San Antonio Spurs-Phoenix Suns 96-116
Sconfitta a sorpresa quella degli Spurs, che vengono sconfitti dai giovani Suns. Warren (27), Ayton (17 punti e 10 rimbalzi) e Canaan (19) riescono nell'impresa di sconfiggere i ben più esperti Spurs. Nella franchigia texana, molto bene DeRozan con 24 punti. La partita dell'azzurro Marco Belinelli fa registrare 10 punti, 3 rimbalzi e un assist con 4/12 al tiro e 2/6 da oltre l'arco in 25' di partita.

Philadelphia 76ers-Orlando Magic 106-111

La prima partita con i Sixers per Jimmy Butler (scambiato da Minnesota per Saric, Bayless e Covington) non è andata nel migliore dei modi, infatti Philadelphia viene battuta da Orlando grazie sopratutto a Vucevic autore di 30 punti. Philadelphia si consola con Embiid che realizza una tripla doppia da 19 punti, 13 rimbalzi e 10 assist. Jimmy Butler all’esordio si ferma a 14 punti.

Cleveland Cavaliers-Washington Wizards 95-119
Dopo la vittoria contro Charlotte, i Cavs sono andati alla ricerca di un altro successo contro i Wizards (autori di un inizio stagione pessimo) ma hanno dovuto dovuto vedersela con un Beal da 20 punti supportato da Porter (15), male invece Wall che si ferma a soli 8 punti con il 30% al tiro (3-10). Nei Cavs ottima prestazione di Sexton (24 punti), il rookie che sta ben impressionando.

Chicago Bulls-Boston Celtics 82-111
Nessun problema per Boston che riesce facilmente a difendere il Td Garden. I Celtics sembrerebbero pian piano aver ritrovato la forma. Nella notte Brown (18), Irving (17) e Tatum (14) trascinano i biancoverdi alla vittoria. Nei Bulls termina la striscia di ventelli da parte di Lavine (fino ad oggi sempre autore di almeno 20 punti) che si ferma a soli 10 punti condannando anche i suoi ad una sonora sconfitta.

Miami Heat-Brooklyn Nets 120-107

Sesta vittoria stagionale per gli Heat, importante contributo dello sloveno Goran Dragic autore di 21 punti, ottima prestazione anche da parte di Tyler Johnson che con i suoi 24 punti guida la sua squadra alla vittoria. Nei Nets privi di LeVert (fermo a causa di un tremendo infortunio che lo terrà fuori per la maggior parte della stagione) Dinwiddie (18) male non fa ma nulla può per evitare la sconfitta.

Detroit Pistons-Toronto Raptors 106-104
Prima partita da ex per Dwane Casey (allenatore dei Raptors fino alla stagione precedente, per poi esser stato licenziato da Toronto) ed è proprio l'allenatore a risolvere la partita, progettando un perfetto schema per il canestro della vittoria. Griffin top scorer della partita realizza ben 30 punti con 12 rimbalzi. Nei Raptors il solito Leonard realizza 26 punti ma non è sufficiente per evitare la sconfitta.

Memphis Grizzlies-Milwaukee Bucks 116-113
Sorpresa in quel di Milwaukee dove i Bucks vengono sconfitti dai Grizzlies, causando la quarta sconfitta stagionale per i “Dears”. Giannis Antetokounmpo realizza ben 31 punti ma nonostante il supporto da parte di Middleton (25) non riesce a fermare i Grizzlies di un Gasol e un Conley rispettivamente da 29 e 26 punti. Memphis dopo un inizio brutto si sta pian piano riprendendo.

New Orleans Pelicans-Minnesota Timberwolves 100-107
La prima partita senza Butler termina con una vittoria contro i temibili Pelicans. Minnesota riesce a portare a casa un gran bel risultato, Karl Anthony-Towns realizza una bella doppia doppia da ben 25 punti e 16 rimbalzi, ma con l'aiuto da parte di Wiggins (23) tutto ciò diventa ancor più bello con una vittoria. Nei Pelicans, Davis si ferma “solamente” con una doppia doppia da 29 punti e 11 rimbalzi. Il miglior marcatore è Moore (31 punti).  

New York Knicks-Oklahoma City Thunder 103-128
Ennesima partita senza Westbrook (fermo ai box per un infortunio alla caviglia), ed ennesima vittoria per i Thunder che asfaltano i Knicks con ben 25 punti di distacco. Inarrestabile Paul George, autore di una prestazione da ben 35 punti. I Knicks senza speranze provano ad affidarsi a Kanter (19) e Hardaway Jr. (20) che male non hanno fatto ma nulla hanno potuto per evitare la disfatta.

Utah Jazz-Dallas Mavericks 68-118
Pessima partita da parte di Utah che si ferma a soli 68 punti. I Mavs approfittando della terribile partita dei Jazz mettono a segno un'ulteriore vittoria, questa volta con ben 50 punti di scarto. Partita a senso più che unico che ha visto protagonista Barnes con 19 punti. Nei Jazz unico a salvarsi Gobert con 10 punti e 10 rimbalzi.

TAGS:
Nba
LeBron James
Chamberlain
Basket

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X