NBA

Nba: ai Clippers il derby di Los Angeles, Milwaukee supera Philadelphia  

I Lakers di James ancora ko: 103-97. I Bucks passano 90-88 in casa dei 76ers

  • A
  • A
  • A
© Getty Images

La notte Nba vede i Clippers imporsi nel derby di Los Angeles contro i Lakers, al secondo ko in altrettante partite in questo avvio di Regular Season: 103-97 nonostante la doppia doppia di LeBron James (20 punti e 10 rimbalzi) e i 25 di Davis. Perde anche Philadelphia, ancora a caccia del primo successo stagionale: i 76ers si fanno battere in casa da Milwaukee, che nel giorno del suo esordio vince 90-88 grazie a 21 punti di Antetokounmpo.

LOS ANGELES LAKERS-LOS ANGELES CLIPPERS 97-103
Seconda partita e secondo ko per i Lakers. Dopo il primo nel debutto contro Golden State, ne arriva uno che fa ancora più male: quello nel derby di Los Angeles contro i Clippers, che invece vincono il loro primo match di Regular Season. L'avvio di gara vede partire meglio la formazione di Lue, avanti 35-23 dopo i primi 12 minuti, ma all'intervallo lungo è perfetta parità: 56-56 con i gialloviola che recuperano lo svantaggio. A conti fatti, a risultare decisivi sono allora il 29-21 del terzo periodo e il 14-8 di parziale dopo l'89-89 dell'ultimo quarto. Le statistiche raccontano di una squadra, i Clippers, capace di fare del collettivo la propria forza: sei giocatori in doppia cifra, con Paul George che mette a referto 15 punti e Zubac e Morris a quota 14, ma dalla panchina arrivano i 14 di Kawhi Leonard, i 15 di John Wall e gli 11 di Kennard, autore di una fondamentale tripla per passare dal 92-91 al 95-91. I Lakers, invece, sono tutti nel trio composto da Lonnie Walker (26 punti), Anthony Davis (25 ma con un altro infortunio a gara in corso) e LeBron James (20 con 10 rimbalzi). Partita da dimenticare, invece, quella di Russell Westbrook: appena 2 punti (che oltretutto arrivano ai liberi), 3 rimbalzi e 4 assist in 27 minuti nei quali totalizza un disastroso 0/11 dal campo. Vittoria all'esordio per i Clippers, mentre i gialloviola sono già a 0-2 di record.

PHILADELPHIA 76ERS-MILWAUKEE BUCKS 88-90
Come i Lakers ad Ovest, c'è un'altra squadra, ma ad Est, con due ko in due partite: è Philadelphia, che crolla in casa contro Milwaukee, che invece sorride al debutto. Harden prova ancora a trascinare i 76ers, che però perdono 90-88 arrendendosi alla tripla di Matthews. A partire meglio sono i Bucks, avanti sia dopo i primi 12 minuti (30-24) che all'intervallo lungo (47-45). Il parziale decisivo è il terzo: 26-18, che regala un discreto vantaggio agli ospiti. Trascinati soprattutto da Harden (come contro Boston), Philadelphia riesce tuttavia a ricucire lo strappo e a portarsi anche in vantaggio (88-86). Negli ultimi 25 secondi, però, arrivano la conclusione dall'arco di Matthews e il libero di Lopez che poi si prende i rimbalzi decisivi per chiudere la partita 90-88. I vincitori del titolo nel 2021 vincono così al debutto: Giannis Antetokounmpo mette a referto 21 punti e 13 rimbalzi con 9/16 dal campo, mentre sono 17 per Lopez, 12 per Allen e 11 per Portis, Philadelphia, invece, cade nonostante i 31 punti con 8 rimbalzi e 9 assist di James Harden, che va ad un passo dalla tripla doppia. I Sixers, allora, pagano la serata storta al tiro di Joel Embiid (6/21 nonostante 15 punti e i 12 rimbalzi) e il pessimo apporto dalla panchina: appena 13 punti, che sono i 9 di Melton e i 4 di House. 0-2 anche per Philadelphia, battuta tuttavia in due big match, buona la prima invece per Milwaukee.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti