Warriors, Curry e Durant: "Teniamo unito questo gruppo"

I freschi campioni NBA attesi a decisioni importanti sul mercato: Steph e KD free agent dall'1 luglio

  • A
  • A
  • A

Il presente è il titolo NBA appena conquistato nelle Finals contro i Cleveland Cavs, il futuro è rappresentato dalla free agency visto che dall'1 luglio i Golden State Warriors dovranno fare scelte importanti sul mercato per mantenere intatto il loro nucleo. Al momento sotto contratto, fra i big, ci sono solo Draymond Green e Klay Thompson mentre Stephen Curry, Kevin Durant e tutti gli altri dovranno trattare il rinnovo.

"E' una squadra speciale, un gruppo speciale. Sono affari anche, è vero, ma penso che tutti potranno lavorare in modo da mantenere questo nucleo di giocatori anche l'anno prossimo. E' da un paio di giorni che ci penso. Io voglio restare qui, ho appena vinto il titolo e l'obiettivo è quello di riprovarci l'anno prossimo. E' una bella esperienza, voglio riprovarla", ha detto Kevin Durant nelle interviste di fine stagione, lui che ha la possibilità di uscire dall'attuale contratto e sembra disposto proprio a rinunciare a qualcosa, si parla di circa 5 milioni di dollari (un anno a 26 invece che 31), per permettere alla franchigia di rifirmare due pezzi importanti come Andre Iguodala e Shaun Livingston.

Anche Stephen Curry è intervenuto sull'argomento, lui che, dopo diverse stagioni incredibilmente sotto pagato (circa 8 milioni a stagione, l'80esimo salario della Lega), dovrebbe rifirmare al massimo possibile previsto dal nuovo salary cap, ovvero 205 milioni di dollari in 5 anni: "Si farà di tutto per restare assieme. Quello che abbiamo costruito è unico e speciale. Ci sono delle decisioni da prendere, sono affari, ma vogliamo che tutti i pezzi restino al loro posto per provare a vincere ogni anno. Non vogliamo che nessuno si senta obbligato a sacrificare qualcosa, ma sappiamo cosa dobbiamo fare per conservare questo nucleo. Io ho questa idea, Durant ha questa idea".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments