Nba: i Clippers di Gallinari frenano contro i Mavericks, San Antonio schianta Portland senza Belinelli

I Lakers vincono agevolmente contro Phoenix grazie al solito James, successo anche per Philadelphia su Memphis

  • A
  • A
  • A

LeBron James, con i suoi 22 punti, trascina i Lakers alla vittoria contro i Suns (che perdono Booker per infortunio) per 96-120. Non bastano 21 punti a Gallinari per i Clippers contro Dallas (110-114) che si è dimostrata una delle squadre più in forma del campionato. San Antonio, senza Belinelli infortunato, archivia la pratica Portland 118-131, Philadelphia non lascia scampo a Memphis. Vincono anche Miami e New Orleans.

PHOENIX SUNS-LOS ANGELES LAKERS 96-120 Vittoria schiacciante per i Lakers, che fanno registrare il terzo successo consecutivo in casa: a farne le spese è Phoenix, costretta anche a perdere Booker per infortunio. Eppure non era cominciata benissimo la gara per la squadra di Los Angeles, che ha saputo rimontare con una grande prestazione nel secondo quarto. Questa affermazione è arrivata ovviamente grazie a LeBron James, che ha messo a referto la bellezza di 22 punti, assieme a Kuzma, grande prestazione dall'alto dei suoi 23 punti, discreto Ingram (15). Per i Suns uno dei pochi a salvarsi è stato Holmes (15).

NEW ORLEANS PELICANS-CHARLOTTE HORNETS 119-109 Dodicesima vittoria stagionale per New Orleans, che ha dovuto faticare non poco contro Charlotte. Il migliore in campo, nonchè top scorer della gara e trascinatore dei Pelicans, è stato Davis, che ha fatto registrare una doppia doppia da 36 punti e ben 19 rimbalzi, non male anche Holiday (19) e Mirotic (16). Numeri bassi per i giocatori con la casacca degli Hornets, il migliore risulta alla fine Kaminsky (19), insufficiente invece Kemba Walker (13).

UTAH JAZZ-MIAMI HEAT 100-102 Tonfo di Utah contro Miami, che alla fine conquista il nono successo stagionale con due punti di vantaggio. Non bastano ai Jazz le prestazioni di Rubio, 23 punti, Mitchell (18), Crowder (19) e Gobert (12 punti con 16 rimbalzi). In grande spolvero invece dall'altra parte Whiteside (23 punti e ben 20 rimbalzi), bene Richardson (16) e Wade (15).

MEMPHIS GRIZZLIES-PHILADELPHIA 76ERS 95-103 Una delle partite più interessanti della notte di Nba: diciottesimo successo per la franchigia di Philadelphia, mentre Memphis fa registrare il nono ko in campionato. Grizzlies che come al solito si sono affidati al talento di Marc Gasol, risultato alla fine un po' fuori dal gioco in questa gara, avendo realizzato solo 12 punti, sugli scudi invece Conley (21) e Jackson Jr. (17). Statistiche molte alte invece per Butler (21), Redick (24) e Simmons (19-12), non male Embiid (15-14).

LOS ANGELES CLIPPERS-DALLAS MAVERICKS 110-114 Cadono i Clippers contro una delle squadre più in forma della stagionale, vale a dire Dallas. Una gara molto equilibrata, che alla fine ha visto emergere i Mavs grazie ai 30 punti di Barnes, ai 24 di Barea e alla doppia doppia di Jordan (16-23). Non bastano a Los Angeles i 21 punti di uno straripante Gallinari e di un ottimo Williams. Settima sconfitta stagionale dunque per la compagine del cestista italiano.

PORTLAND TRAIL BLAZERS-SAN ANTONIO SPURS 118-131 Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. San Antonio ritrova gioco e carattere, superando Portland in uno dei big match della notte di Nba. Gli Spurs hanno la meglio nonostante l'assenza di Belinelli infortunato. Strepitoso Lillard dall'alto dei suoi 37 punti, assieme a 10 assist, molto bene anche McCollum (24) e Aminu (20), ma tutto ciò non basta per evitare il ko numero dieci in stagione. Dall'altro lato però c'è DeRozan (36) che continua a migliorare partita dopo partita, grazie anche ad Aldridge (29).

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments