Basket: Reggio campione d'inverno

La Grissin Bon vince 77-67 e torna in vetta alla classifica insieme a Milano. Avellino alla Final Eight di Coppa Italia

  • A
  • A
  • A

Il derby della Via Emilia prende la strada di Reggio Emilia che alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno supera 77-67 Bologna e aggancia Milano in vetta laureandosi campione d'inverno. Alle "V Nere" di Giorgio Valli non basta un grandissimo Pittman, autore di 24 punti con 8 rimbalzi: la Grissin Bon di Menetti è squadra vera e tra i vari Polonara, Gentile e Della Valle spicca Lavrinovic che guida i suoi al successo con 17 punti e 8/19 dal campo.

Dura dunque giusto il tempo di una notte il primato in solitario di Milano, straripante ieri contro Sassari (87-50 il finale): nel lunch-match dell'ultimo giornata di Andata, la Grissin Bon Reggio Emilia si beve Bologna e torna al comando della classifica insieme alle scarpette rosse di Repesa. Alla Unipol Arena i ragazzi di Menetti faticano i primi due quarti dove Pittman, protagonista assoluto con 24 punti e 8 rimbalzi, manda in crisi la difesa reggiana che trova in Lavrinovic il suo miglior terminale offensivo. All'intervallo lungo sono appena due i punti che separano le "V Nere" di Valli dalla corazzata di Menetti: in attesa di vedere all'opera l'ultimo acquisto Golubovic, gigante montenegrino in grado di portare sostanza sotto canestro, la Reggiana trova l'allungo decisivo a cavallo tra il terzo e quarto quarto, quando Silins e Gentile bombardano dall'arco e con i canestri dall'area piccola di Lavrinovic si arriva fino al 50-70. Il resto è pure gestione fino al 77-67 finale che permette a Reggio Emilia di chiudere il girone d'andata davanti a tutti insieme a Milano.

Tra le gare del tardo pomeriggio spicca invece il successo di Avellino su Venezia, che consente alla squadra di Sacripanti di piazzarsi all'ottavo posto al termine del girone d'andata e di accedere alle Final Eight di Coppa Italia, dove i campani se la vedranno con Reggio Emilia. Al PalaDelMauro la Sidigas passa con un netto 88-76 (Buva 19, Green 14) e sfrutta al meglio le sconfitte di Brindisi, Caserta e Cantù per salire a 14 punti e qualificarsi all'evento di Assago. Opportunità sprecata per l'Acqua Vitasnella, che perde il derby con Varese. La Openjobmetis inizia infatti il suo 2016 nel migliore dei modi, sconfiggendo 79-66 (Wayns 19, Abass 19) gli eterni rivali e togliendo loro l'accesso alle Final Eight. Brindisi si arrende 76-81 (Reynolds 20, Washington 19) a Cremona, che mantiene il secondo posto in coabitazione con Pistoia (facile 103-75 su una Capo d'Orlando sempre più in crisi) e Trento (71-66 proprio su Caserta). Lunedì il posticipo per la salvezza tra Pesaro e Torino.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments