Basket, i club ribelli rinunciano all'Eurocup: salvo il Preolimpico

Passo indietro di Reggio Emilia, Sassari e Trento. Petrucci: "Un risultato di buonsenso"

Trento-Sassari, foto Lapresse

Reggio Emilia, Sassari e Trento fanno un passo indietro, decidono di non partecipare all'Eurocup e salvano il torneo Preolimpico che assegnerà gli ultimi pass per Rio 2016 ma anche per gli Europei 2017. Soddisfazione della Fiba, che aveva minacciato di sospendere la Fip, e di Malagò: "Scelta di buon senso, le squadre in questione, per le quali erano pronte a ricorrere a sanzioni, giocheranno il campionato al 100%".

La polemica era nata dall'adesione dei tre club "ribelli" alla manifestazione organizzata dall'Uleb al posto della Basketball Champions League, torneo della Federazione internazionale. Per questo motivo la Fiba aveva minacciato di sospendere la federbasket italiana che, a sua volta, aveva minacciato sanzioni alle squadre.

Tutto rientrato con la scelta di Reggio Emilia, Sassari e Trento, al termine di una riunione al Foro Italico assieme a Coni, Fip, Lega Basket. "Una riunione cordiale e collaborativa, le società hanno convenuto di procedere nel rispetto dei regolamenti nazionali e internazionali che sono alla base dell'ordinamento sportivo" recita il comunicato congiunto.

Salva la partecipazione dei club al prossimo campionato, salvo il torneo Preolimpico per la nazionale italiana resta ancora aperta la questione delle multe: Reggio Emilia, Sassari e Trento (che pare non vogliano rilasciare altre dichiarazioni) rischiano ancora una sanzione economica.

TAGS:
Basket
Fiba
Europeo
Italia
Preolimpico