BASKET

Basket, Supercoppa italiana: la Virtus Bologna supera l'Olimpia e vola in finale contro Sassari

La squadra di Bucchi supera Tortona 84-83, i bolognesi piegano i campioni d'Italia 72-64 ai supplementari nell'altra semifinale

  • A
  • A
  • A
messina
© ipp

Saranno Virtus Bologna e Dinamo Sassari a giocarsi l'ultimo atto della Supercoppa italiana di basket. Nelle semifinali, i sardi battono Tortona 84-83 in una partita combattuta fino all’ultimo secondo. Fondamentali la tripla di Bendzius e la stoppata di Onuaku. La Virtus Bologna vince all’overtime con l’Olimpia Milano 72-64 trascinata da Cordinier e da Ojeleye. Domani alle 20.30 la finale per assegnare il primo trofeo della stagione.

BERTRAM YACHTS DERTHONA TORTONA-BANCO DI SARDEGNA SASSARI 83-84
È Sassari la prima finalista della Supercoppa 2022. La Dinamo, semifinalista agli scorsi playoff, supera la Bertram Yachts Derthona Tortona dopo una partita al cardiopalma al termine della prima semifinale. Al PalaLeonessa di Brescia parte meglio la squadra di Bucchi che si porta avanti con le triple di Robinson e Jones, prima del rientro dei “leoni” con un Daum in grande forma che mette avanti la sua squadra sul 12-10. La gara si accende: Bendzius porta Sassari avanti 19-18 ma una tripla di Radosevic fissa il punteggio sul 23-19 in favore di Tortona. Nella seconda frazione la Dinamo parte nuovamente bene in avvio di questo periodo, con un break di 0-6 che la riporta avanti sul 23-25. Daum e Christon continuano a fare male e portano i leoni sul 42-35. A questo punto arriva propria la reazione di Sassari, rientra a -1 e trova il pari con Onuaku. Si va all’intervallo lungo sul 44-44. Al ritorno in campo la squadra di Ramondino parte con due triple di Christon per il +6, ma Sassari risponde con Gentile e Robinson e si riporta avanti sul 53-54. Nel finale la tripla di Bendzius porta i sardi a -2. Il punteggio dice 63-61 in favore dei piemontesi. L’ultima frazione di gioco è quella più combattuta con la guida della partita che cambia in continuità. Robison firma il +1 Sassari (77-78), due liberi di Daum valgono il controsorpasso per Tortona. Sull’81-81 Onuaku spende un fallo: Harper dalla lunetta mette entrambi i tiri. Sull’83-84 per i piemontesi e a 15” dal termine Bucchi chiama timeout. Bendzius riceve palla e il lituano da tre va a bersaglio. Il finale è al cardiopalma: a 3.1 secondi dalla fine Christon trova il tiro ma non si accorge di Onuaku che stoppa e regala la vittoria alla Dinamo. Finisce 83-84 e Sassari vola finale. 

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO-VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 64-72
Nella rivincita della finale scudetto e della finale di Supercoppa della scorsa stagione ha la meglio la Virtus Segafredo Bologna di Sergio Scariolo per 72-64. Virtus che vola a giocarsi la finale per provare a conquistare per il secondo anno consecutivo la competizione. Una gara combattuta con l’Olimpia, anche se l’inizio del match è a rilento per entrambe. Dopo due minuti sblocca la partita a favore di Bologna Ojeleye schiacciando in contropiede. Milano che fatica e si sblocca dopo cinque minuti con Hines e con Thomas (4-5). Si accendono i campioni di’Italia con Hall che mette a segno una tripla. Messina cambia e inserisce Stefano Tonut, esordio in maglia Olimpia per lui, e proprio lui mette il +4. Milano termina il primo quarto avanti 12-8 e continua ad allungare nel periodo successivo, con l'ex Thunder Hall scatenato che mette a canestro nel giro di poco altre due triple per il 20-10. Bologna che fatica in fase offensiva, ma si riesce a sbloccare con due punti di Ojeleye. V-nere che rientrano trascinati anche da Belinelli: 22-18. Si va all’intervallo lungo con l’Olimpia che conduce 26-22. Al rientro, Milano trova subito l’allungo con l’americano Hall che parte con cinque punti e lombardi che volano sul +8 (32-24). I vincitori della scorsa edizione della Supercoppa si sbloccano con Ojeleye e Mickey. Virtus che ricuce lo strappo e va a -4. La palla persa da Mitrou-Long porta al contropiede di Mannion che segna due punti e riapre la gara. L’ultimo quarto è una lotta canestro su canestro, con la squadra di Scariolo che prima pareggia e poi sorpassa con Cordinier. Messina striglia i suoi, ma Milano fatica a trovare la reazione e i bolognesi allungano ancora con il francese 43-47. È però tutt’altro che finita: l’Olimpia torna a -1 con una tripla incredibile di Baron e il tap-in vincente di Hines. Hall sbaglia da tre, sul rimbalzo Pajola subisce fallo. 57-53 Bologna a 14 secondi dalla fine ma, ancora una volta, Billy Baron tiene in vita i lombardi. Nel finale Milano pareggia e manda la gara ai supplementari grazie ai due tiri liberi su tre messi a segno proprio dall’americano. 

All’overtime continua il momento positivo di Ojeleye che porta avanti la Virtus, che allunga sul +4 con i liberi. Lundberg chiude con una tripla incredibile portando le V nere sul +9, Baldasso risponde e segna da 3 ma Milano è a -6 Milano quando mancano 6” al termine. Pajola mette a segno dalla lunetta due tiri su due e al fischio finale Bologna vola in finale. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti