serie a

Basket, Serie A: vincono Olimpia e Virtus, sorride anche Tortona

Continua il testa a testa tra Milano e Bologna, che superano Varese e Reggio Emilia. La Bertram Derthona batte Trieste

  • A
  • A
  • A
Basket, Serie A: vincono Olimpia e Virtus, sorride anche Tortona - foto 1
© italyphotopress

Nella Serie A di basket, continua il testa a testa tra Olimpia e Virtus in vetta: Milano batte 87-75 Varese grazie ad un ottimo secondo tempo, mentre Bologna passa 74-63 a Reggio Emilia contro l'Unahotels. Sorride anche la terza in classifica: Tortona stende 80-69 Trieste ed è a -2 da Messina e Scariolo. Torna a vincere la Reyer Venezia, che dopo quattro ko di fila supera 93-77 Pesaro, mentre Trento si impone 79-74 a Scafati.

OPENJOBMETIS VARESE-OLIMPIA MILANO 75-87
Milano non sbaglia e resta prima in classifica a pochi giorni dalle Final Eight di Coppa Italia. La formazione di Messina vince il derby lombardo con Varese imponendosi 87-75 in casa dell'Openjobmetis. Decisivo il secondo tempo: all'intervallo lungo, infatti, è perfetta parità, con il tabellone che recita 45-45. Decisivo, allora, il 42-30 della ripresa, con gli ospiti che alzano il muro e concedono poco ai padroni di casa. Per l'Olimpia sono decisivi i tre giocatori in doppia cifra: Davies (17), Luwawu-Cabarrot (16) e Napier (12), mentre non bastano i 16 di Ross e i 13 di Owens e Johnson per la formazione di Brase. Per Varese è il terzo ko nelle ultime quattro partite: niente aggancio a Pesaro. Milano, invece, centra il terzo successo consecutivo e il quindicesimo in totale su diciannove partite.

UNAHOTELS REGGIO EMILIA-VIRTUS BOLOGNA 63-74
Bologna rischia fino a metà quarto, poi allunga e stende 74-63 Reggio Emilia, sempre più ultima in classifica. La formazione di Scariolo parte anche bene, rifilando subito 9 punti agli avversari (26-17), ma si fa recuperare e a fine terzo quarto il vantaggio si riduce a soli due punti (57-55). Serve allora un super ultimo periodo da 17-8 per avere definitivamente ragione dell'Unahotels. Un super Sacar Anim per i padroni di casa non bastano: 24 punti che non evitano il ko al fanalino di coda, mentre la Virtus sorride grazie ai 13 punti di Jaiteh, ai 12 di Mannion e Weems, agli 11 di Teodosic e ai 10 di Mickey, per un quintetto in doppia cifra. Milano chiama, Bologna risponde: è vetta condivisa alla vigilia della Coppa Italia.

BERTRAM YACHTS DERTHONA TORTONA-PALLACANESTRO TRIESTE 80-69
Tortona si conferma alle spalle di Milano e Bologna vincendo 80-69 contro Trieste. In Piemonte, sono decisivi due parziali: il 25-16 del primo quarto e il 18-11 del terzo. A 10 minuti dalla fine, così, la formazione di Ramondino è avanti di 16 punti: inutile il 17-12 in favore degli ospiti. Tortona si gode ben cinque giocatori in doppia cifra: Landi (16), Daum (14), Cain e Radosevic, entrambi a quota 12, e Filloy (11). I 23 punti di un super Frank Bartley (3/9 dall'arco e 4/4 ai liberi) non salvano invece Legovich. Tortona resta ad una vittoria di distanza da Olimpia e Virtus, mentre per Trieste è il secondo ok: otto vittorie e un dici sconfitte, stessa marcia di Treviso.

UMANA REYER VENEZIA-CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO 93-77
Risorge la Reyer Venezia, che dopo quattro sconfitte di fila domina e vince 93-77 contro Pesaro. Desiderosa di evitare il quinto ko di fila, la formazione di casa parte forte e concede appena 7 punti, mettendone a referto 23. All'intervallo lungo è invece 48-37, così il 29-23 del terzo periodo pone fine ai sogni di rimonta della Carpegna Prosciutto. La formazione di Tucci sorride grazie alla scatenata coppia composta da Jordan Parks e Jayson Granger, rispettivamente a quota 23 e 20 punti, ma anche Derek Willis (20 con 4/5 dall'arco) contribuisce al successo. Non bastano, invece, i 20 di Abdur-Rahkman agli uomini di Repesa, che nonostante l'ottavo ko in campionato restano quarti in classifica.

GIVOVA SCAFATI-DOLOMITI ENERGIA TRENTINO 74-79
Vittoria esterna per Trento, che passa 79-74 in casa di Scafati vincendo un match fondamentale per agganciare Varese a 10-9 di record. Decisivo l'ultimo quarto per la Dolomiti Energia, visto che il +5 finale arriva grazie al 24-18 dei 10 minuti conclusivi, con la Givova avanti di un punto (76-75). I campani crollano nonostante i 22 punti di David Logan, che non evita il ko alla formazione di Caja. Sono invece i 17 di Grazulis, i 15 di Spagnolo e gli 11 di Atkins a regalare la vittoria all'Aquila Basket. Scafati resta comunque a quota 14, ma incassa il secondo ko di fila. Per Trento, invece, è vittoria dopo le sconfitte con Olimpia e Sassari.

HAPPY CASA BRINDISI-TEZENIS VERONA 102-68
Brindisi esagera e travolge 102-68 Verona in un match già indirizzato dopo 30 minuti. Ad un quarto dalla sirena finale, infatti, è 70-59, ma il clamoroso +23 (32-9) dell'ultimo periodo chiude definitivamente i giochi. L'Happy Casa centra così il quarto successo di fila e aggancia Trento, Sassari e Varese a 20 punti, con 10 vittorie in campionato. Sono ben 6 i giocatori in doppia cifra tra le fila dei pugliesi: il migliore è Reed con 17 punti, mentre il top scorer della formazione di Ramagli è Devin Davis, a quota 14. Verona resta così penultima con 12 punti: pegigo ha fatto soltanto Reggio Emilia, ma Scafati, Brescia e Napoli non sono lontane.

GERMANI BRESCIA-BANCO DI SARDEGNA SASSARI 80-93
Colpo esterno di Sassari, che parte meglio nel primo tempo e si impone 93-80 a Brescia. Il Banco di Sardegna chiude il primo tempo del PalaLeonessa sul +10 (46-36), poi nella ripresa resiste al tentativo di rimonta della Germani, che riesce a portarsi anche ad un possesso di distanza (80-77). Brescia resta così a 14 punti insieme a Scafati e Napoli: è la sesta sconfitta di fila. I sardi, invece, salgono a quota 20 agganciando Trento, Varese e Brindisi e staccando Venezia grazie ai 22 punti di Dowe, inutili i 23 di uno scatenato Amedeo Della Valle.

RISULTATI E CLASSIFICA

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti