BASKET

Basket, Serie A: buona la prima per Virtus e Venezia

Gli emiliani vincono 102-88 con Trento, i veneti schiacciano Cremona 88-71. Caos Fortitudo: perde il derby con Reggiana e Repesa si dimette

  • A
  • A
  • A

Inizia bene il campionato di Virtus Bologna e Umana Reyer Venezia. Gli emiliani battono Trento 102-88, i veneti sconfiggono Cremona con un comodo 88-71. Sorpresa in casa Fortitudo Bologna: il coach Repesa (espulso nell’ultimo quarto) si dimette dopo la sconfitta 81-80 nel derby con Reggiana. Trieste supera Brindisi 84-82 all’overtime, Varese piega Brescia 75-72, Sassari spegne Pesaro 75-73. Successo netto per Treviso su Tortona, 92-77.

ALLIANZ TRIESTE – HAPPY CASA BRINDISI 84-82 d.t.s.
Servono i supplementari a Trieste per conquistare una partita di grande intensità ed equilibrio contro Brindisi, con un 84-82 finale. Tanti rimpianti per i pugliesi, che prima falliscono il tiro della vittoria ai regolamentari con Josh Perkins (70-70 alla fine dei 40’) e poi non mettono i due liberi di Adrian che avrebbero portato a un secondo overtime. Per Allianz Trieste ottima prova di Konate, 15 punti, 5 rimbalzi e una stoppata in 14’, e degli assistman Banks e Sanders, sei passaggi decisivi a testa. A Happy Casa non basta un Redivo in grande spolvero in quest’inizio di stagione, con 20 punti e 7/10 dal campo.

OPENJOBMETIS VARESE – GERMANI BRESCIA 75-72
Varese inizia il proprio campionato con il piede giusto, battendo Brescia 75-72. Openjobmetis scende in campo nel migliore dei modi e chiude il primo quarto 27-12, ma gli ospiti rimontano nel successivo e arrivano all’intervallo lungo a una sola lunghezza. Il finale è incandescente: i padroni di casa scappano più volte a +6 ma commettono qualche errore di troppo. I liberi di Della Valle, top scorer dei suoi, e la tripla di Gabriel a 16” della fine avvicinano Brescia, ma Sorokas in lunetta scrive il 75-72 finale. Varese si gode un Gentile già leader (18 punti, 7 assist e 7 rimbalzi) e la doppia doppia di Egbunu (12 punti e 13 rimbalzi).

BANCO DI SARDEGNA SASSARI – CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO 75-73
La sorpresa dei gironi di Supercoppa Italiana Pesaro comincia la Serie A con un’onorevole sconfitta, 75-73, sul campo di Sassari. Si gioca punto a punto per buona parte del match, con Carpegna Prosciutto avanti 38-36 all’intervallo lungo. I sardi rimangono in scia per tutta la partita e allungano nel finale con un mini-break di 10-0, anche sfruttando la maggiore esperienza (soprattutto di Logan e Gentile). I marchigiani avrebbero la tripla del sorpasso in extremis, ma Sanford (migliore in campo dei suoi, con 22 punti) non trova la retina e Sassari vince 75-73.

FORTITUDO KIGILI BOLOGNA-UNAHOTELS REGGIO EMILIA 80-81
Prosegue il momento difficile in quest’avvio di stagione in casa Fortitudo Bologna. Gli emiliani perdono 80-81 il derby contro Reggio Emilia e devono ora affrontare la scelta di coach Repesa (espulso nell’ultimo quarto) di dare le dimissioni, annunciate nella conferenza stampa del post partita. La Reggiana parte meglio e finisce 28-23 il primo quarto, per poi allungare ulteriormente con un 18-12 nel successivo. Fortitudo rientra e riesce nel sorpasso nell’ultimo parziale, andando a +4 a 3’ dalla fine. Cinciarini e Hopkins scrivono l’81-80 finale per Reggio Emilia, agevolato dagli errori di Gudmundsson prima ai liberi (0/2) e poi nella tripla della potenziale vittoria allo scadere.

BERTRAM DERTHONA TORTONA – NUTRIBULLET TREVISO 77-92
Successo abbastanza netto per Treviso, che espugna il campo di Tortona 92-77 allungando nel terzo quarto. I veneti, trascinati da un Dimsa incredibile dietro l’arco (28 punti con 8/10 da tre, a cui vanno aggiunti 3 rimbalzi e 5 assist), giocano in vantaggio buona parte del primo tempo, concluso 40-35. Nel terzo periodo arriva l’allungo decisivo, prima con un break di 10-0 e poi con un paio di triple che tagliano le gambe ai piemontesi. L’ultimo quarto, iniziato con 17 punti di scarto, viene controllato dagli ospiti fino al 92-77 finale, figlio anche di percentuali clamorose da tre (Sokolowski trova il 4/4, la squadra chiude con il 53%).

UMANA REYER VENEZIA – VANOLI CREMONA 88-71
Nessun problema per Venezia, che debutta in campionato con un convincente successo 88-71 contro Cremona. L’Umana Reyer controlla la sfida nonostante percentuali al tiro poco brillanti, concedendo tanti tiri difficili all’attacco avversario e mostrando un’ottima circolazione di palla. Dopo il 27-24 del primo quarto, i veneti piazzano un netto 25-12 nel secondo e vanno all’intervallo lungo con 15 punti di vantaggio. I lombardi non arrivano mai a spaventare gli avversari, crollando anche a -24 a metà del terzo periodo. Per Venezia è quindi facile tenere fino all’88-71 finale, risultato di un’ottima prestazione corale: 15 punti per Brooks e Sanders, 13 per Tonut e 10 per Watt.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 88-102
Forte della vittoria in supercoppa, la Virtus Bologna dimostra il proprio valore anche all’esordio di campionato, battendo 102-88 Trento. Gli emiliani fanno vedere la differenza di qualità già nel primo quarto, chiuso 30-17 con un’ottima costruzione dell’attacco. Trento cerca di rimanere in partita e si riporta anche a -4 a metà del secondo quarto. La reazione della Virtus è rabbiosa, fino al 56-43 dell’intervallo lungo. Nel terzo parziale gli ospiti dilagano e chiudono a +20, controllando la partita fino alla sirena per il 102-88 finale. Scariolo si gode le prestazioni di Hervey, 21 punti con 8/12 dal campo, e Weems, 15 punti con 3 su 4 da tre impreziositi da 3 assist e 4 rimbalzi. Bene anche Belinelli, con 19 punti (5/5 in lunetta ma 2/6 da dietro l’arco). Trento affida il suo attacco a Reynolds, che mette a referto 24 punti ma anche un 8/15 dal campo e 4/7 in lunetta. 

Vedi anche ettore messina Basket Basket, Serie A: Milano parte bene, sconfitta Napoli all’esordio

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments