Basket, Sassari vede la finale

La Dinamo sbanca ancora il Forum con un supplementare da urlo: 112-101 il finale. Pozzecco, alla 21.a vittoria di fila, va sul 2-0 nella serie

  • A
  • A
  • A

Grande spettacolo al Forum di Milano, per la gara-2 tra l'Olimpia e Sassari. Il Banco vince 112-101, sbanca per la seconda volta consecutiva il fortino dei campioni in carica e soprattutto va sul 2-0 nella semifinale di playoff, a un successo dalla finale. Punteggi alti, con protagonisti il rientrante Mike James (32 punti) da una parte e Achille Polonara (29) dall'altra. Non bastano 40': si va all'overtime, dominato da Sassari, che trova la 21esima vittoria consecutiva.

L'orgoglio di Milano contro la forma di Sassari. La voglia di riscatto della AX contro la tentazione di ipotecare la finale della Dinamo. Al Forum la gara-2 di semifinale è giocata su livelli di intensità ancora superiori rispetto a quelli del primo appuntamento della serie. Si parte forte sin dal primo quarto, con Milano che mette subito il naso avanti alla prima sirena: 21-16, grazie a un parziale di 10-4 in cui è protagonista Vladimir Micov. Il "Professore" ne mette 11 dopo 10', uno in più di Jack Cooley, che come al solito fa la voce grossa nel pitturato (catturerà nove rimbalzi a fine gara). Nel secondo quarto si sparano i fuochi d'artificio. Mike James, tornato dall'infortunio, sale in cattedra e diventa una mitraglia umana di triple: quattro bombe consecutive affondano Sassari a -10 (45-35). Il numero 2 di Milano (che sbaglierà la prima "bomba" dopo 29') segna 15 punti in sette minuti e costringe Gianmarco Pozzecco al timeout. Una pausa che fa bene al Banco, guidato da Achille Polonara e Stefano Gentile addirittura sul +5 (52-47), prima che Milano si risvegli e chiuda il primo tempo con un parziale di 6-0 grazie alle triple di James (in step-back da lontanissimo) e Nemanja Nedovic. Il punteggio del secondo quarto è un incredibile 32-32: spettacolo puro, con Sassari che raggiunge la perfezione dal campo (10/10). Si va al riposo sul 53-52 per i padroni di casa.

Dopo l'intervallo è ancora Micov il migliore di Milano ad approcciare la gara, con cinque punti consecutivi che aprono un terzo parziale in cui l'Olimpia sembra mettere in ghiaccio gara-2. La Dinamo va anche a -14 (81-67), ma ha il merito di non mollare mai, nemmeno quando dall'arco James, Nedovic e Nunnally segnano a occhi chiusi. Gli ospiti come sempre mostrano i muscoli a rimbalzo (58, contro i 38 della banda Pianigiani) e con pazienza recuperano lo svantaggio. È ancora una volta il tiro da tre la chiave della partita: rispondono presente Rashawn Thomas, Marco Spissu e il solito Achille Polonara. In un battito di ciglia gli ospiti si riportano a -5 (88-83), poi portano il match su un piano ancora più fisico, in cui è la grinta sotto canestro di Polonara e Thomas a fare la differenza. La macchina-James si rompe nel momento meno opportuno, dopo un 8/9 dall'arco: tre triple forzate e qualche mugugno che arriva dagli spalti. Presagi sinistri ma veritieri, perché Dyshawn Pierre trova a 9" dalla fine la tripla che vale il 95-95. Nedovic non sfrutta l'ultimo possesso e si va al supplementare, in cui Sassari sembra giocare in sette contro cinque, tanta è la superiorità messa sul parquet. Milano è un pugile suonato, la Dinamo vola sulle ali dell'entusiasmo e sulle spalle di un monumentale Polonara: 14-0 il parziale nel supplementare per Sassari, utili solo ai fini delle statistiche i punti di James. Pozzecco ripete l'impresa e trova la 21esima vittoria consecutiva. I campioni in carica, sotto 2-0, sono con le spalle al muro: al PalaSerradimigni servirà un doppio successo, altrimenti sul trono si siederà qualcun altro.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments