BASKET

Basket, Messina punge Bologna: "Noi non eravamo soli ma ci sentivamo in buona compagnia"

Il coach dell'Olimpia: "Non c'è stata storia, aiutati dal nostro grandissimo pubblico"

  • A
  • A
  • A

Non si placa la tensione tra Olimpia Milano e Virtus Bologna dopo le polemiche dei giorni scorsi, innescate dai bolognesi. Ettore Messina punge ancora gli avversari dopo aver conquistato il quinto scudetto della sua carriera, il 29° nella storia dei meneghini: "Noi non eravamo soli ma ci sentivamo in buona compagnia, con il nostro gruppo, con il nostro pubblico. Non bisogna mai festeggiare contro qualcuno ma festeggiare solo con chi ti vuole bene". Il riferimento del coach dell'Olimpia è a una dichiarazione del CEO della Virtus, Luca Baraldi, che aveva detto che la Virtus si sentiva sola contro tutti.

Messina non nasconde l'emozione: "Credo sia un grandissimo risultato. Abbiamo recuperato da infortuni e altri problemi, ci siamo compattati. Oggi non c’è stata storia, aiutati da questo grande pubblico - ha aggiunto il tecnico - Era il completamento del mio terzo anno, abbiamo vinto due volte la Coppa Italia, uno scudetto, siamo arrivati alle Final Four e terzi in stagione regolare quest’anno. Sono contento della possibilità che mi è stata data dal signor Armani. Terza stella? Ne manca uno. Adesso vediamo cosa ci dice il futuro".

Vedi anche Virtus - Olimpia, Zanetti: "È ora di smetterla con la sudditanza verso Milano e verso Messina" Basket Virtus - Olimpia, Zanetti: "È ora di smetterla con la sudditanza verso Milano e verso Messina"

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti