BASKET EUROLEGA

Basket, Eurolega: l’Olimpia Milano cade a Tel Aviv, vince il Maccabi 69-63

Gli uomini di Ettore Messina perdono di nuovo dopo la sconfitta con l'Efes, Wilbekin protagonista con 22 punti

  • A
  • A
  • A

Alla Menora Mivtachim Arena di Tel Aviv l’Olimpia Milano perde 69-63 contro il Maccabi. La squadra di Messina inizia forte e sorprende i padroni di casa con un convincente primo quarto, ma arriva all’intervallo lungo con un solo punto di vantaggio e nel finale subisce la soffocante difesa degli israeliani. Scatenato Scottie Wilbekin, la guardia 26enne segna 22 punti ed è il miglior realizzatore del match. Per Milano il migliore è Keifer Sykes con 11 punti.

Nella sfida di Eurolega contro il Maccabi Tel Aviv terzo in classifica l’A|X Armani Exchange Milano cade 69-63, seconda sconfitta in due trasferte dopo il k.o. a Istanbul con l’Efes capolista. Alla Menora Mivtachim Arena di Tel Aviv l’Olimpia parte forte con un parziale di 8-0 propiziato dalle due triple di Nemanja Nedovic, poi i canestri di Scottie Wilbekin e Othello Hunter riportano sotto i padroni di casa. Un primo quarto dal ritmo altissimo termina 21-15 per gli ospiti grazie alla conclusione allo scadere di Sergio Rodriguez, che mette a referto due punti importanti che danno fiducia ai suoi. Nella seconda frazione si sveglia l’ex Memphis Grizzlies Tyler Dorsey che riporta gli uomini di coach Ioannis Sfairopoulos a un possesso di distanza. Dopo la scossa positiva sale di livello la difesa del Maccabi e si va all’intervallo lungo sul 32-31 per l’Olimpia, che paga le otto palle perse. Nel terzo periodo la squadra di Sfairopoulos comincia con il piede giusto in attacco grazie al gioco da quattro punti di Wilbekin, poi colpiscono ancora dall’arco lui e Dorsey. Il terzo quarto finisce 52-48 per gli israeliani trascinati dallo scatenato Wilbekin. Nel quarto periodo la guardia 26enne continua ad attaccare e conclude il match con 22 punti complessivi. Le triple di Keifer Sykes e di Rodriguez riportano sotto l’Olimpia costringendo Sfairopoulos a chiamare time out a sei minuti dalla fine. Nel finale, molto combattuto, la difesa del Maccabi riesce ad arginare gli uomini di Messina e a portare a casa la vittoria. L’Olimpia paga le 14 palle perse, i migliori sono Sykes con 11 punti (3/4 dall’arco) e Nedovic con 10, male Rodriguez che mette a referto 8 punti tirando 3/11 dal campo. 

Tanta storia all’interno di questo match, per due volte infatti Maccabi-Milano è stata la finale di Eurolega, quando ancora veniva chiamata Coppa dei Campioni, in quello che per l’Olimpia è stato il biennio vincente 1987-1988. I protagonisti sono ovviamente cambiati e uno di loro è passato da una sponda all’altra nell’estate 2019: Michael Roll, per due stagioni in gialloblu prima di andare a Milano. Lo statunitense naturalizzato tunisino ha segnato 8 punti contro i suoi ex compagni senza riuscire a fare la differenza. Con dieci vittorie e dieci sconfitte l’Olimpia rimane settima in classifica (le prime otto andranno ai playoff), ma deve guardarsi le spalle dalla Stella Rossa che ha un record di 9-10. 
 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments