MASCHILE

Volley, Europei: super Italia, Serbia demolita e finale

Gli azzurri vincono 3-1 (29-27, 25-22, 23-25, 25-18) e volano all’ultimo atto: domenica alle 20:30 sfideranno la Slovenia

  • A
  • A
  • A

L’Italia della pallavolo spazza via anche la Serbia e conquista un posto nella finalissima degli europei maschili. Gli azzurri vincono 3-1 in una partita dai primi tre parziali combattuti (29-27, 25-22, 23-25, 25-18), guidati da una gran prestazione di Anzani, Pinali e Michieletto. Domenica sera, alle 20:30, gli uomini di De Giorgi affronteranno la Slovenia per il titolo di campioni europei, con la possibilità di bissare l’impresa delle donne. 

twitter

L’Italia macina un’altra splendida vittoria e si aggiudica il pass per la finalissima degli europei di pallavolo. Gli azzurri battono la Serbia 3-1 (29-27, 25-22, 23-25, 25-18) in una partita combattuta in ogni parziale ma risolta nei momenti decisivi con tecnica e intelligenza. La sfida inizia in salita per gli uomini di De Giorgi, il quale chiama il suo primo time out in svantaggio 7-4. La strigliata a bordo campo funziona e l’Italvolley passa anche avanti per la prima volta sul 9-8 con il muro di Anzani. Gli azzurri faticano in ricezione e nell’agevolare le alzate di Giannelli, ma gli attacchi di Lavia, Michieletto e un Pinali sopra le righe permettono di giocare alla pari con i serbi. Il primo set si decide quindi ai vantaggi, dopo che un muro di Ivovic viene confermato fuori dopo un challenge. Salvato un set point, l’Italia non ne concede più e chiude 29-27 con l’attacco fuori di Ivovic.

Nel secondo parziale gli azzurri partono meglio e riescono ad arginare un Podrascanin fino a quel momento devastante, limitando anche i propri errori in battuta. I serbi vanno avanti 9-7, ma la nostra nazionale ritrova solidità a muro con Anzani e sorpassa 11-9. Si gioca punto a punto fino al 22-21 Italia, quando due primi tempi di Galassi (intervallati da una parallela di Atanasijevic) e l’ace di Pinali portano il 25-22. Nel terzo set la Serbia prova subito ad allungare, ma gli azzurri rientrano ancora e con l’ace di Giannelli, sempre efficiente in battuta, vanno 10-9. Qualche errore di troppo in momenti decisivi tuttavia costa caro ai ragazzi di De Giorgi, costretti a inseguire due punti di distacco per buona parte del parziale. Il muro di Lavia del 19 pari illude, ma la battuta fuori di Michieletto e l’attacco out di Pinali ridanno alla Serbia il +2 che viene difeso con i denti fino al 25-23 finale, con l’attacco di seconda di Kovacevic.

L’Italia non ci sta e vuole chiudere la partita prima di andare al tie break: un Giannelli spaziale in battuta, il solito Anzani a muro e due attacchi di Michieletto regalano subito cinque punti consecutivi in avvio. I serbi provano a ricucire il gap ma stavolta gli azzurri sbagliano il minimo indispensabile, rimanendo concentrati e cinici nel momento in cui serve chiudere lo scambio. Quando il muro di Lavia su Atanasijevic porta otto match point sul 24-16 a qualcuno iniziano a tremare le braccia e i serbi annullano le prime due. Al rientro dal time out chiamato da De Giorgi, Luburic manda fuori il servizio e di fatto termina la partita 25-18. L’Italia torna nella finale europea di pallavolo maschile, a cui manca dal 2013: domenica alle 20:30 sfiderà la Slovenia per il titolo continentale.

ITALIA-SERBIA: 3-1 (29-27, 25-22, 23-25, 25-18)
- ITA: Giannelli 7, Pinali 17, Galassi 13, Anzani 7, Michieletto 23, Lavia 13, Balaso (L). Sbertoli. Ne: Recine, Romanò, Bottolo, Cortesia, Ricci, Piccinelli (L). All: De Giorgi.
- SRB: Kovacevic 16, Ivovic 4, Jovovic 1, Luburic 2, Podrascanin 13, Lisinac 3, Majstorovic (L). Atanasijevic 12, Okolic, Petric 8, Krsmanovic 6. Ne: Pekovic (L), Peric, Todorovic All: Kovac.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments